CROTONE – Svolta la prima serata di beneficenza promossa dall’ANGSA

Lo scorso venerdì 18 ottobre, a Cerenzia, si è tenuta la prima serata di beneficenza dell’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici, sezione di Crotone, costituita il 18 giugno, con sede legale a Verzino.

L’obiettivo della serata  è stato quello di raccogliere fondi per dare impulso alle attività dell’associazione e sostenere le future proposte progettuali. Nel corso della stessa sono intervenuti il presidente dell’ANGSA Crotone dr.ssa Nadia Fabiano; la dr.ssa Frieda Grassi in rappresentanza della società agricola “Cote di Mezzo” di Cotronei; la dr.ssa Debora Greco assistente sociale; il segretario dell’ANGSA Crotone Angela Basile.

Tra gli ospiti: l’onorevole Nicodemo Oliverio, le dottoresse Iacoianni e Innaro dello SPER di Crotone, la dr.ssa Maria Mirabelli del Consultorio Familiare di Crotone; la dr.ssa Lina Federico in rappresentanza del Centro Noemi di Crotone; la dr.ssa Rosa Vartellini in rappresentanza dell’A.N.M.I.C. Riabilitazione di San Giovanni in Fiore, l’orafo e maestro d’arte Spadafora di San Giovanni in Fiore.  

Nell’occasione, è stata presentata  l’Associazione Nazionale e gli scopi della stessa, nonché i progetti in cantiere ai quali l’ANGSA crotonese sta lavorando: la realizzazione di Corsi di formazione per Genitori ed Insegnanti; la creazione e la supervisione di gruppi di auto mutuo aiuto per genitori; l’apertura di Sportelli Blu negli istituti comprensivi dedicati interamente al supporto degli insegnanti e delle famiglie di bambini affetti da sindrome autistica; sportelli di mediazione scolastica all’interno di istituti superiori, al fine di conciliare situazioni problematiche che vivono gli studenti di quella fascia d’età, sempre nell’interesse degli insegnanti, degli alunni e delle loro famiglie; laboratori educativi inclusivi; corsi BLS-D per genitori e insegnanti; proporre ed incentivare iniziative teatrali a tema.

RENDE (CS) – Busta con proiettili davanti negozio

RENDE (COSENZA), 22 OTT – Ignoti hanno lasciato, la notte scorsa, una busta contenete tre proiettili davanti l’ingresso del negozio di abbigliamento “Capitano”, in via Verdi a Rende. La scoperta è stata fatta questa mattina, all’apertura dell’attività commerciale da uno dei dipendenti, che ha immediatamente avvisato i titolari e chiamato i carabinieri. La busta con i proiettili è stata poggiata vicino alla porta principale.
Sull’accaduto indagano i carabinieri della Compagnia di Rende, che stanno acquisendo anche le immagini della videosorveglianza del luogo.

 

-Ansa

LAZZARO (RC) – Discarica di Comunia, Mallamaci: “auspico unione e determinazione”

Prima o poi tutto viene alla luce. Ricordate quando in un mio intervento riportavo quanto era stato messo nero su bianco nella missiva della Regione datata 24.12.2018, a firma congiunta dell’Assessore Regionale all’Ambiente e della Dirigente del Settore competente? Per chi non lo ricordasse si faceva riferimento ad “intercorse comunicazioni” che hanno portato la Regione a “riprogettare l’intervento di recupero volumetrico della discarica esistente” e che recitava testualmente “Tale nuova configurazione… e pertanto compatibile con la richiesta avanzata dall’Ente Comunale….” Chiaro a questo punto perché si arriva all’incontro in prefettura con l’assessore regionale legittimata a parlare di riprogettazione volumetrica della discarica esistente ? 

Ho chiesto ripetutamente al Sindaco di spiegare come fosse possibile da un lato accettare la rivisitazione del progetto di riapertura della discarica di Comunia e dall’altro dichiarare che l’Amministrazione discute solo di bonifica è messa in sicurezza. Domanda quanto mai attuale in considerazione del fatto che sul sito istituzionale della Regione Calabria (news del 18.10.2019), l’Assessore all’ambiente, dott.ssa Antonella Rizzo, scrive che “Durante la riunione è stato quindi illustrato il progetto, rivisto per come richiesto dall’Amministrazione comunale di Motta San Giovanni, con una riduzione della volumetria e un miglioramento dei presidi ambientali.”.

Mi trovo assolutamente d’accordo con le considerazioni espresse dal referente unico dell’ANCADIC: il Sindaco, senza mascherarsi dietro una ipotetica correttezza istituzionale , non avrebbe dovuto acconsentire alla richiesta dell’Assessore all’ambiente che più volte ha disertato gli incontri programmati nel nostro territorio, di voler presentare alla nostra comunità il nuovo progetto di apertura della discarica. Sarebbe il caso di rispedire al mittente con determinazione tutti gli incartamenti pervenuti presso il nostro comune in forza dei no espressi dal consiglio comunale, dalle associazioni , dai comitati e dai cittadini tutti. Quel sito non può e non deve essere riaperto. L’unico modo che ha l’amministrazione per uscire da questa ambiguità è quello di guidare la protesta che i cittadini sicuramente attueranno per difendere il proprio territorio. Io sarò un cittadino tra i cittadini e spero che accanto a noi ci sia il nostro Sindaco che , a suo dire , anche nell’ultimo incontro in prefettura ha ribadito le ragioni che spingono l’intera comunità a ritenere non ricevibile la proposta della Regione. Con compostezza faremo valere le nostre ragioni; la coesione ad ogni livello è fondamentale per far valere le ragioni delle donne e degli uomini del nostro Comune.

CALABRIA – Incontro tra Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza e l’Associazione Italiana Celiachia

L’Ufficio del Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza si unisce all’articolazione calabrese dell’Associazione Italiana Celiachia, a partire dalla difesa dei diritti costituzionali alla salute e allo studio, a fianco dei più piccoli celiaci e delle relative famiglie, alla luce di alcune gravi problematiche riscontrate in alcune scuole. Infatti, a Palazzo Alvaro, c’è stato un primo incontro fra il Garante Emanuele Mattia e il consigliere nazionale dell’associazione Anna Maria Cannizzaro, in occasione del quale si è innescato un attivismo finalizzato a mettere in campo azioni concrete che potrebbero già aversi nelle prossime settimane, anche coinvolgendo l’Ambito Territoriale dell’Ufficio Scolastico Regionale. Il contatto Mattia-Cannizzaro si è caratterizzato per una rispettiva conoscenza, per un’approfondita analisi esistente nel comprensorio metropolitano, nello specifico, nelle scuole, e, in generale, nella società e per porre le basi per intervenire sulle situazioni di criticità presenti e per sostenere e valorizzare il meritorio ed efficace impegno dell’AssociazioneItaliana Celiachia da circa vent’anni in una Calabria che vede colpiti da questa patologia l’8% della propria popolazione. Infatti, Mattia ha apprezzato l’attività dell’associazione, sia nell’informare e nel formare la cittadinanza ed alcune categorie come gli operatori scolastici che nel fornire assistenza alle famiglie e vigilare, mentre la Cannizzaro gradito la materiale vicinanza del Garante e del suo Ufficio. E, soprattutto, dal dialogo sono emerse problematiche come quelle che impediscono agli studenti celiaci di pranzare alle mense di alcune piccole realtà scolastiche e che costringono le famiglie a portarli a casa, farli mangiare lì e ricondurli a scuola o, addirittura, di non riportarli per le ore pomeridiane. Così come diverse idee, in primis quella di una sinergia con l’Ambito territoriale dell’Ufficio Scolastico Regionale al fine di dare più forza all’azione dell’associazione ed ampliarla nelle scuole, soprattutto quella di formazione di insegnanti e collaboratori all’interno delle mense e quella del progetto “In fuga dal glutine” volta a combattere il concetto del “diverso” attraverso una sana cultura del cibo. «Come Ufficio del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza siamo soddisfatti di questo dialogo con l’Associazione Italiana Celiachia. Vogliamo partire da alcune scuole denunciando questo gravissimo colpo a due diritti sanciti dalla nostra Costituzione come quelli alla salute e allo studio per poi fare ragionamenti più ampi con chi da anni si spende per persone colpite da questa malattia e per le loro famiglie. Intanto, il nostro obiettivo è mettere fine a questa vergognosa alterazione del percorso formativo di tanti giovani e ai disagi che vivono insieme alle loro famiglie, ma abbiamo anche la volontà di diffondere una nuova cultura del cibo e della salute sostenendo l’associazione dentro e fuori gli istituti scolastici» è il commento di Mattia.

SAN LUCA (RC) – Rinvenuta una piantagione di canapa indiana

Giovedì mattina, i carabinieri della Compagnia di Bianco, assieme ai colleghi Cacciatori di Vibo, hanno individuato una piantagione di canapa indiana in località Fania del comune di San Luca composta da oltre 200 piante di altezza compresa tra 1,5 e 2,5 metri.

L’Aspromonte, come è noto, è diventato da qualche tempo meta di coltivazione illecita di canapa, sia per le proprietà del terreno e del clima circostanza, sia per la possibilità, da parte di chi coltiva, di nascondere la piantagione e muoversi indisturbato. I Cacciatori di Calabria, tuttavia, hanno imparato a conoscere bene questi luoghi, ed è grazie alla loro esperienza e alla capacità di muoversi anche nelle zone più impervie dell’Aspromonte che in questa circostanza, assieme ai Carabinieri di San Luca hanno individuato un’altra – l’ennesima – piantagione, assestando un altro colpo al contrasto del mercato illecito degli stupefacenti. Le piante sono state estirpate e distrutte sul posto, così come disposto dalla Procura di Locri. Rimangono aperte, ovviamente, le indagini dei militari dell’Arma, alla ricerca dei responsabili della coltivazione.

Resta alta, quindi, la guardia dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria sui reati in materia di stupefacenti. Come dimostrano anche le ultime operazioni, il contrasto alla coltivazione e, più in generale, allo spaccio di stupefacenti è una delle priorità dell’Arma, soprattutto a tutela della salute degli assuntori, spesso giovani e giovanissimi.

COSENZA – “Tutto apposto, Tutto bene” Galleria Nazionale

TUTTO APPOSTO – TUTTO BENE

Importante sinergia tra la Galleria nazionale di Cosenza e il Comune di Cosenza per un pomeriggio deccezione che vedrà, mercoledì 23 ottobre 2019, dalle 17,30 alle 18,30, gli artisti della quinta residenza 2019 dei BoCs art impegnati nellideazione e realizzazione di opere performative di cui il pubblico potrà fruirne a Cosenza, Palazzo Arnone, presso la sede della Galleria Nazionale di Cosenza.

La fruttuosa sinergia ha fatto sì che si chiedesse agli artisti attualmente in Residenza ai BoCs Art di viale George Norman Douglas (sul Lungofiume Crati), Adelaide Cioni, Gianluca Concialdi, Nando Crippa, Loredana Galante, Lan Gao, Debora Garritano, Iulia Ghita, Gioele Pomante, Saggion-Paganello, Caterina Silva, Enzo Umbaca e Claudio Zorzi, di pensare e proporre delle opere per il palazzo stesso, sede di importanti opere d’arte antica, moderna e contemporanea, lanciando così un ponte tra le generazioni e le due istituzioni.

Liniziativa, dal titolo “TUTTO APPOSTO – TUTTO BENE”, a cura di Camilla Brivio, per la Galleria nazionale di Cosenza e di Giacinto Di Pietrantonio, per le residenze dei BoCs Art, si terrà in una sala della Galleria nazionale di Cosenza che sarà offerta e attivata dai dodici artisti provenienti sia dall’Italia che dall’estero. L’esperienza di conoscenza tra gli artisti sarà ampliata dalle opere-azioni prodotte per e nella Galleria nazionale di Cosenza con un gioco artistico di incognite per il quale ognuno farà unazione, ma nessuno degli altri sa cosa e in questo senso ogni autore è, come il pubblico, ignaro e conoscerà il tutto solo durante la breve attività. Denominatore comune delle performance-azioni dei dodici artisti è che, oltre all’esperienza comunitaria, esse saranno ispirate anche alle opere della collezione del museo stesso. I curatori dellevento spiegano la formula dell’azione e il titolo “Tutto Apposto – Tutto Bene”: <<Perchè –  sottolineano i due – con unazione si dà conferma di esserci, a se stessi e agli altri, come corpo prima di tutto e in dodici opere diverse e più ampie. Inoltreprecisano ancora è stato scelto il titolo “Tutto Apposto – Tutto Bene”, perchè le esperienze che gli artisti stanno conducendo in questo periodo di residenza a Cosenza e nel suo territorio si stanno rivelando motivo di crescita e di fruttuosa relazione umana e professionale>>.

La Galleria nazionale di Cosenza, il cui referente è Faustino Nigrelli, è afferente al Polo museale della Calabria, guidato dalla dottoressa Antonella Cucciniello.

COSENZA – Gasolio di contrabbando, due arresti

Un autoarticolato che trasportava 26 mila litri di gasolio di contrabbando è stato sequestrato ed i due conducenti arrestati nel corso di un controllo effettuato dai finanzieri della tenenza di Montegiordano a Roseto Capo Spulico. Ai militari, gli autisti del camion, entrambi di nazionalità polacca, hanno esibito una documentazione in tedesco, rivelatasi non veritiera, che attestava il trasporto di olio lubrificante esausto, prodotto energetico non soggetto ad accisa. I finanzieri si sono però insospettiti per l’assenza del pannello di pericolo di colore arancione e per l’insolita presenza di un sigillo di sicurezza numerato sul portellone di chiusura. Rimosso il sigillo, ed ispezionando la cisterna sono stati trovati 26 contenitori in plastica da 1.000 litri ciascuno colmi di gasolio destinato al mercato nero.

-Ansa

CASSANO (CS) – Convegno su fisco e legalità con il presidente del CPGT

L’Istituto I.I.S.S. “Erodoto Di Thuri” di Cassano allo Jonio, l’Istituto Tecnico Commerciale “L. Palma” di Corigliano, l’Istituto Professionale Industria e Artigianato “A.M. Barlacchi” di Crotone, l’Istituto IIS “Boccioni Fermi” di Reggio Calabria, in collaborazione con le Commissioni Tributarie della Calabria, con il Patrocinio del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria, in occasione della presentazione del Progetto di Educazione alla Legalità Fiscale che sarà sviluppato nel corso dell’Anno scolastico 2019/2020, hanno organizzato un incontro tematico di approfondimento su: “Fisco e Legalità”. L’appuntamento è in programma per venerdì 25 Ottobre prossimo alle ore 10.30, presso la sala convegni dell’Istituto I.I.S.S. “Erodoto Di Thuri” di Cassano All’Ionio. Il programma dei lavori, coordinati dal giornalista Mimmo Petroni, prevede il prologo che sarà caratterizzato dai saluti istituzionali del Prefetto di Cosenza, Paola Galeone, di Mons. Francesco Savino, Vescovo della Diocesi di Cassano allo Jonio, di Eugenio Facciolla, Procuratore della Repubblica presso Tribunale di Castrovillari, di Mario Muccio, Commissario Straordinario del Comune di Cassano allo Jonio, di Mario  Spagnuolo, Presidente CTR Catanzaro, di Sergio Caliò, Presidente CTP Cosenza, di Antonio Sammarro, Presidente CTP Vibo Valentia, di Marco Petrini, Presidente f.f. CTP Catanzaro, di Santi Consolo, Presidente CTP Crotone e di Salvatore Di Landro, Presidente CTP Reggio Calabria. Seguirà l’introduzione ai lavori dell’On.le Antonio Leone, Presidente C.P.G.T. La presentazione del programma sarà curata da Anna Liporace, Preside dell’Istituto I.I.S.S. “Erodoto Di Thuri” Cassano allo Jonio e da Giuseppina D’Ingianna, Coordinatrice Regionale del progetto. Interverranno nella discussione, il Commissario Straordinario del Governo per le iniziative Antiracket e Antiusura, Annapaola Porzio e i Consiglieri Alberto Liguori e Antonio Gaetani del C.P.G.T.  Obiettivo dell’iniziativa è quello di invitare gli studenti a riflettere sul valore etico e sociale della contribuzione ai beni e ai servizi pubblici.

Cassano AllIonio, 22.10.2019               –  Mimmo  Petroni

REGGIO – Riparte il concorso artistico del Festival nazionale del cabaret “Facce da bronzi”

Entra nel vivo la settima edizione del rinomato festival della comicità nazionale “Facce da Bronzi”, dopo un’intensa sezione estiva che ha animato il Castello Aragonese di Reggio Calabria, con mostre, seminari, laboratori e spettacoli comici, la manifestazione artisticaideata e prodotta dall’associazione Calabria dietro le quinte” con la direzione artistica dell’autore di Zelig Alessio Tagliento, nel mese di settembre ha lanciato il bando del concorso artistico, al quale potranno partecipare comici, cabarettisti, imitatori, maghi, fantasisti e attori comici provenienti da tutta Italia e con almeno un anno di esperienza nel settore.

Le selezioni del festival, anche quest’anno saranno realizzate in partenariato con l’Accademia del Comico, il Cab41 e l’associazione I Vacantusi e si svolgeranno durante il periodo invernale con quattrotappe nelle più importanti città italiane e uno spettacolo conclusivonella città di Reggio Calabria. La prima selezione si svolgerà il 28 novembre al Cab41 di Torino, storico locale della comicità piemontese, dove bravi comici, presentati dal comico di Colorado Gianpiero Perone, si sfideranno per conquistare un posto nell’ambita finale del festival. Il 13 dicembre, la carovana del festival farà tappa nella capitale al Piccolo teatro dell’Arte con una selezione per i comici del centro Italia. Il 19 gennaio, il festival ritornerà al nord, con unaselezione al bistrot del teatro Out Off di Milano. Infine, il 28 febbraiosi svolgerà nell’ambito della rassegna teatrale “Vacatiandu” l’ultima selezione del Festival al teatro Grandinetti di Lamezia Terme. Un percorso tra le regioni italiane per portare i comici più originali e brillanti al gran finale del 29 febbraio in riva allo Stretto, nella magnifica location del teatro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria. Uno spettacolo esilarante presentato dall’imitatore reggino Gennaro Calabrese e con la partecipazione dell’ospite speciale Pino Campagna dalla trasmissione Zelig.

Facce da bronzi rappresenta un festival innovativo per la Calabria, regione con il minor numero di comici ed una mancanza sostanziale di spazi e opportunità di formazione ed espressione del genere comico – afferma il responsabile organizzativo Giuseppe Mazzacuva – Il festival, in questi anni, è riuscito a coinvolgere oltre 250 comici, incentivando la creazione di una rete nazionale di interscambio tra enti, associazioni, laboratori che operano nel settore della comicità italiana e mirano a valorizzare e promuovere questa forma d’arte nelle sue molteplici sfaccettature anche attraverso i giovani artisti”.  

Anche quest’anno il festival è realizzato in partenariato con il Comune di Reggio Calabria, con il patrocinio della Città Metropolitana di Reggio Calabria, del Consiglio Regionale della Calabria, di Unicef Italia ed è inserito negli eventi di rilievo regionale e nazionale della Regione Calabria – PAC 2014/2020 – azione 1 – annualità 2019.

Per partecipare alla settima edizione del festival è necessarioiscriversi, entro il 9 novembre 2019, consultando il sito internet:  www.festivalfaccedabronzi.it

CATANZARO – Guasto a centralina semaforo di Lenza, invito a seguire segnaletica su viabilità alternativa

Un guasto alla centralina elettrica del semaforo di Lenza, nel quartiere Gagliano, ha causato l’interruzione dell’impianto. Lo ha comunicato il settore Gestione del territorio invitando gli automobilisti a seguire la segnaletica con le indicazioni sulla viabilità alternativa: il sottopasso può essere utilizzato solo dai veicoli che viaggiano in direzione sud in attesa che vengano completati, da una ditta specializzata, gli interventi di manutenzione.