APERTURA SCUOLE, SAVAGLIO: “LA CALABRIA SARÀ PRONTA PER IL 24 CON GRANDISSIMA VOGLIA DI RIPARTIRE”

Scuola e Universita’ – Catanzaro, 16/09/2020

La doppia data per l’apertura delle scuole, il 28 settembre per le scuole coinvolte come seggi elettorali, e il 24 per le altre scuole, proposta dal Consiglio regionale del 15 settembre, non è percorribile: la chiusura differenziata causerebbe un’enorme e ingestibile situazione per via degli esami alla fine dell’anno e di plessi di uno stesso Istituto con partenze diverse.

Quindi, l’apertura deve essere uguale per tutti e visto che gli spazi destinati ai seggi sono di gran lunga la minoranza, si delibera per la conferma del 24 settembre come data unica di avvio.

Il direttore dellUSR, Maria Rita Calvosa, sta lavorando tantissimo con Comuni e dirigenti, dobbiamo onorare il loro lavoro.

Anche il presidente dell’ANCI Franco Candia, che si è impegnato intensamente nei tavoli tecnici e nelle conferenze di servizio dei Comuni per verificare disponibilità e adeguatezza degli spazi, si dice favorevole alla decisione che sarà presa dal Presidente e dalla Giunta regionale.

Abbiamo ascoltato le voci di altre rappresentanze nel territorio, e anche i capigruppo di maggioranza e minoranza del Consiglio, i quali, dimostrando grande senso di responsabilità, hanno convenuto che per tutti la data del 24 è il giusto compromesso.

Nel caso dovessero succedere singoli ritardi che si possono presentare (possibile sempre anche in situazioni di vita ordinaria) si faranno provvedimenti singoli e motivati.

Il 24, tutta l’Italia avrà i bambini e i ragazzi a scuola.

La Calabria, che ricordiamo è la regione con il minore numero di contagi in rapporto alla popolazione, sarà pronta per il giorno che in tanti stanno aspettando, con grandissima voglia di ripartire.

Così Sandra Savaglio, assessore all’istruzione della Regione Calabria.

aggiornato il 16 settembre 2020 alle 18:40
documento consultato: 1542 volte

 

ITALIA – ANTONIO CAPRIA: PARLAMENTARI FDI IN COMMISSIONE DIFESA: BASTA UTILIZZARE I NOSTRI MILITARI COME SPAZZINI E GUARDIANI DI RIFIUTI

“In tutta Italia, soprattutto nei grandi centri metropolitani e non solo, registriamo una grande emergenza nella gestione dei rifiuti e questo denota una grave mancanza d’attenzione da parte del Governo nel dare all’Italia e agli amministratori locali strumenti adeguati al pari di altre Nazioni e ci chiediamo come mai ogni qualvolta ci sia un’emergenza, per gli amministratori di Pd e 5 Stelle, bisogna ricorrere alle Forze Armate e all’Esercito”, spiegano i deputati di Fratelli d’Italia della Commissione Difesa di della Camera Wanda Ferro, Salvatore Deidda e Davide Galantino, che insieme ai colleghi della Commissione del Senato e ai componenti del Dipartimento Difesa si domandano “se sia opportuno utilizzare il personale per trasportare banchi scolastici ieri e, oggi, come spazzini e guardiani dei rifiuti a Reggio Calabria”.
“Le nostre Forze Armate vivono da tempo uno strano periodo: da un lato subiscono continui tagli ai fondi e si continuano a ridurre gli organici in virtù della legge 244 – che Fratelli d’Italia chiede di rivedere – e, dall’altro lato, oltre a tutti i compiti che sono tenuti a svolgere tra addestramento e missioni, li si chiama per tappare le falle del Governo”. “Chiariamo, fin da subito, che svolgono qualsiasi compito con professionalità e senza mai una lamentela, ma vogliamo a questo punto cambiare le politiche e dargli risorse e strumenti per farli vivere e operare meglio? E iniziamo a non considerarli più dei tappabuchi per ogni sorta d’impiego? Anche su questo provvedimento  presenteremo un’interrogazione per sapere i motivi, le modalità e soprattutto vogliamo capire se la Difesa intende o meno cambiare la 244 e mettere più risorse per il personale e i mezzi”, concludono i parlamentari di Fdi.

CALABRIA – CORONAVIRUS – Maltempo, più tamponi: diagnosticati 19 nuovi positivi

Nuova impennata di positivi in Calabria nelle ultime 24 ore. Sono 19 in più i casi riscontrati che portano il totale dall’inizio della pandemia a 1.741 a fronte di tamponi 176.447 di cui 174.706 negativi.
Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti: a Catanzaro 12 in reparto, 32 in isolamento domiciliare, 187 guariti e 33 deceduti; Cosenza: 10 in reparto; 2 in terapia intensiva, 97 in isolamento domiciliare, 465 guariti e 34 deceduti; Reggio Calabria: 6 in reparto, 94 in isolamento domiciliare, 304 guariti e 19 deceduti; Crotone: 20 in isolamento domiciliare, 117 guariti e 6 deceduti; Vibo Valentia: 8 in isolamento domiciliare, 85 guariti e 5 deceduti.
Complessivamente i ricoveri nell’ospedale di Catanzaro sono 13 di cui 5 sono riferiti a persone non residenti. I ricoverati a Cosenza sono tredici; di questi tre sono “non residenti”, mentre la paziente dimessa a Cosenza è stata inserita nel setting “fuori regione”.
Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture che nel tempo sono stati dimessi.
Dei 14 casi di Cosenza, 8 sono migranti, 2 da focolaio noto, 1 da rientro e 3 in corso di inchiesta epidemiologica.
Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 1.642.

(ANSA)

REGGIO – Volantinaggio informativo di Potere al Popolo RC sul Referendum

Noi di Potere al Popolo non siamo in Parlamento, noi siamo nelle lotte e tra le persone, fuori dai palazzi della politica. Noi non abbiamo interessi da difendere, noi vogliamo difendere la democrazia ed è per questo che siamo contrari al taglio dei parlamentari.

Il Parlamento italiano è inefficiente e popolato da una classe politica indecente, non perché i parlamentari siano troppi ma perché sono stati eletti con leggi elettorali truffaldine.
Le leggi elettorali, la riforma costituzionale del 2001 che ha dato più poteri alle Regioni, i vincoli imposti dai trattati europei, assunti con la riforma costituzionale del 2012, sono queste le ragioni per cui il Parlamento conta sempre meno.
Per avere un Parlamento migliore bisognerebbe fare poche cose:
  • Approvare una legge elettorale proporzionale pura senza sbarramenti e senza trucchi truffaldini.
  • Ripristinare il voto di preferenza per fare scegliere le persone dagli elettori e non dai capi di partito o dalle lobby.
  • Ridurre il potere delle Regioni e dire NO all’autonomia regionale differenziata, perché la regionalizzazione della sanità con il covid ci è costata già migliaia di vite umane.
  • Rompere i Trattati europei che hanno esautorato le prerogative del Parlamento.
  • Ridimensionare la decretazione del Governo ai soli effettivi casi di necessità e urgenza.
  • Garantire TRASPARENZA e INFORMAZIONE sulla intera attività parlamentare.

NULLA di questo è nelle intenzioni di chi vuole demolire un terzo della rappresentanza del popolo, ma non dice cosa farà dopo.

Ma allora perché?
Perché, come diceva Umberto Terracini: “quando si vuole diminuire l’importanza di un organo rappresentativo s’incomincia sempre col limitarne il numero dei componenti, oltre che le funzioni”.
Se si riduce il numero dei parlamentari non diminuiscono i privilegi di chi sarà eletto, anzi, si concentreranno su 600 eletti i privilegi che prima erano ripartiti tra 945, mentre il potere tolto al Parlamento perché avrà meno componenti, lo renderà più debole rispetto al Governo.
Noi avremo meno diritti, i parlamentari avranno più privilegi, ma chi avrà più potere sarà il Governo, in uno sbilanciamento pericoloso per la tenuta democratica.
Diminuire il ruolo del Parlamento comporta autoritarismo e dittatura, e noi in Italia ne sappiamo qualcosa.
PER QUESTO VI CHIEDIAMO DI VOTARE NO.
PER DIFENDERE IL DIRITTO DI TUTTE E TUTTI AD ESSERE RAPPRESENTATI NEL PARLAMENTO DELLA REPUBBLICA, VOTIAMO NO! 
Per approfondire l’importanza di votare No a questo referendum, Potere al Popolo Reggio Calabria vi aspetta venerdì 18 settembre, sul Lungomare Falcomatà alla “Rosa dei Venti” dalle 18:30 alle 21:00.
Comunicato stampa nazionale: https://poterealpopolo.org/il-nostro-no/
Potere al Popolo – Reggio Calabria

CALABRIA – DI NATALE, ANASTASI E SCULCO: GRAVISSIMO NON RISPETTARE LA VOLONTÀ DEL CONSIGLIO REGIONALE

“Apprendiamo che ci sarebbe, da parte della Giunta Regionale, la volontà di non accogliere l’atto di indirizzo del Consiglio Regionale sulla riapertura della scuola posticipandola al 28 settembre.
Se questo dovesse risultare vero è un grave atto di non rispetto della volontà dell’assemblea regionale democraticamente eletta dai calabresi che ha deliberato all’unanimità.
Ci sono gravi problemi di organizzazione che minano la sicurezza dei nostri figli.
È inaccettabile che possa accadere che non venga rispettata la volontà del Consiglio Regionale la cui immagine è evidentemente lesa.
Si ci sta assumendo una gravissima responsabilità e noi saremo vigili  e pronti a denunciare,se le cose non dovessero andare per il verso giusto.
Ricordiamo ancora che il 20 ed il 21 settembre le elezioni amministrative e quelle referendarie. Le nostre scuole saranno dunque  sede di seggio elettorale  e non saranno certamente  sufficienti poche ore per sanificare e riorganizzare le aule al fine di consentire l’accesso sicuro agli studenti agli operatori e agli Stessi insegnanti.
La giunta regionale, pare che intenda ignorare l’indirizzo assunto dal consiglio, pur non avendo partecipato “al completo” ai lavori dell’assemblea  che, tra l’altro, vorremmo sommessamente ricordare, è la più alta istituzione rappresentativa del Popolo calabrese.
Se questo è, si verificherebbe un atto di grave irresponsabilità, e di sordità, lesivo del ruoli oltre che dell’immagine del consiglio regionale calabrese.”
Firmato
On Graziano Di Natale
On Marcello Anastasi
On. Flora Sculco

REGGIO – COMUNALI: KLAUS DAVI INCONTRA RUBENS CURIA, PORTAVOCE DI COMUNITÀ COMPETENTE, GIOVEDÌ 17 ALLE ORE 18.00

Klaus Davi, insieme ai candidati della lista Klaus Davi per Reggio, Lina Lizzio e Nico Pangallo, incontreranno Rubens Curia, Portavoce di Comunità Competente, giovedì 17 settembre alle ore 18.00 presso il Salone dell’Università della Terza età di via Willermin; in questa occasione sarà presentato un sondaggio promosso da Spot and Web sulla conoscenza della sanità sul territorio reggino, predisposto in collaborazione con Rubens Curia.

Klaus Davi & Co.

COSENZA – REFERENDUM; MANCINI: VOTO NO, L’ANTIPOLITICA E’DANNOSA

Al referendum costituzionale di domenica e lunedì prossimo voterò No – così Giacomo Mancini già parlamentare socialista nel corso di una manifestazione promossa da I democratici per il No che si è svolta in piazza XI settembre a Cosenza.

Per carità, ritengo meritevole di rispetto la tesi della riduzione dei parlamentari. Del resto durante la prima repubblica furono i socialisti a proporla all’interno, però, di una grande riforma delle istituzioni. E in tempi meno lontani, le formazioni che diedero vita all’Ulivo ne fecero argomento di dibattito.

Detto ciò (e sottolineato che nel merito un taglio lineare dei parlamentari oltre a privare tanti territori della possibilità di eleggere propri rappresentanti, rende meno produttivo il parlamento se non accompagnato da una riforma del bicameralismo e da una modifica dei regolamenti delle camere) quello che ritengo inaccettabile sono le motivazioni politiche che agitano coloro che hanno avviato l’iniziativa in questa legislatura.

Chi scredita la politica mi ripugna – ha attaccato Mancini-Chi considera meritevoli di biasimo donne e uomini che governano la cosa pubblica con competenza e passione, tanto da dire che meno sono meglio è, lo trovo abominevole.

La vuota retorica del risparmio (sciorinata, tra l’altro, da chi doveva tagliare la propria indennità, ma se ne è guardato bene dal farlo) mi provoca l’orticaria.

L’antipolitica è dannosa, se solo penso a quanti incapaci, impreparati e a volte anche disonesti, occupano oggi ruoli di responsabilità.

Non ignoro – ha proseguito Mancini -che c’è un sentimento diffuso nel Paese che soffia contro chi si impegna in politica e ricordo bene che non è affatto recente. E mi rammarico che tanta parte nel radicare questo sentimento in una larga parte dell’elettorato l’abbiano avuto anche alcuni settori di sinistra .

Ma è proprio per questo che oggi è arrivato il momento di dire con forza che c’è bisogno di più passione civica, di più impegno, di più coinvolgimento, di più lotta, di più rappresentanza.

In una sola parola oggi c’è bisogno di più politica. Di buona politica –ha concluso Mancini– E per questo che domenica voterò No.

REGGIO – RIVOLUZIONE ANIMALISTA APPOGGIA FABIO FOTI CANDIDATO SINDACO

“Dopo una precisa e mirata riflessione politica, Rivoluzione Animalista ha deciso di sostenere, Fabio Foti, candidato a sindaco di Reggio Calabria per il Movimento 5 Stelle in occasione delle imminenti elezioni comunali. Si tratta di un esponente di alto profilo, molto attento alle tematiche dei diritti animali, come dimostra il suo programma elettorale che punta a importanti priorità amministrative come la stesura del nuovo regolamento comunale, la riqualificazione e il completamento del canile sanitario di Mortara, la creazione di almeno altri due canili sanitari, e il censimento delle colonie feline. Temi nevralgici e fondamentali per il benessere degli animali della città di Reggio Calabria. Ricordiamo, infine, che siamo un partito trasversale, aperto al dialogo e al confronto democratico, con tutte quelle forze politiche, civiche e territoriali orientate primariamente alla salvaguardia animale: in questo contesto, la candidatura di Fabio Foti rappresenterà certamente una garanzia istituzionale”.

Così, in una nota, il segretario nazionale del partito Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica.

COSENZA – Da sabato 19 settembre torna al Museo dei Brettii l’appuntamento con la stagione concertistica “Autunno Musicale”, giunta alla sua XXI edizione

Torna da sabato 19 settembre, al Museo dei Brettii e degli Enotri, la Stagione concertistica internazionale “Autunno Musicale”, promossa dall’Associazione “The Brass Collection” e dall’Associazione “Amici della Musica” di Mendicino e patrocinata dal Comune di Cosenza.

Ad aprire ufficialmente il cartellone della stagione, con la direzione artistica del maestro Luigi Santo, sarà, alle ore 18,00, il Duo NIHZ, formato da Bobby Rootveld (chitarra, percussioni e voce) e da Sanna Van Elst (registratori e voce). Il concerto, dal titolo “Klezmer and Beyond” prevede l’esecuzione di musiche di Mozart, Paganini, Monti e dello stesso Bobby Rootveld.

Bobby Rootveld e Sanna van Elst hanno formato il Duo NIHZ nel 2001. Accanto al repertorio classico tradizionale, il Duo NIHZ si è specializzato in un genere che mescola la musica con il teatro e la commedia. Un ulteriore terreno fertile per i due musicisti è rappresentato dal genere klezmer, dalle canzoni yiddish e dalla riscoperta di musica composta durante la Shoah. Numerosi coloro che hanno composto per il Duo NIHZ : tra questi, Nikita Koshkin, Richard Vaughan, Annette Kruisbrink, Gianmartino Maria Durighello, Fred Rootveld, Louis Ignatius Gall, Stefan Grasse, Jim ten Boske, Nutavut Ratanakarn e Jan Bijkerk. Il duo si è esibito in numerosi paesi e in location e festival speciali : The Concertgebouw di Amsterdam, The Rundetaarn a Copenhagen, The Portugese Synagogue of Amsterdam, The Taj Concert Hall a Thimpu Bhutan, Kolkata Classical Guitar Festival in India, il Thailand Guitar Festival a Bangkok e il Mottola Guitar Festival in Italia. I loro concerti sono stati, inoltre, ospitati al Museo ebraico della Galizia a Cracovia e in numerose altre sinagoghe, chiese, festival e sale da concerto in tutto il mondo.

Consistente anche la loro produzione discografica. Il Duo NIHZ ha ricevuto, nel 2009, uno speciale “Certificato di riconoscimento” durante il Festival Internazionale di Musica Ebraica di Amsterdam. Estremamente forte il legame del Duo con la musica ebraica. Il nonno di Bobby, infatti, era ebreo ed era l’unico membro sopravvissuto della sua famiglia nella Shoah. Questo ovviamente ha giocato un ruolo importante nel desiderio di suonare musica ebraica. La direzione del Museo dei Brettii e degli Enotri ricorda che il concerto di sabato 19 settembre (ore 18,00) è organizzato nel rispetto delle prescrizioni previste dalla normativa anti-covid, con la conseguente diminuzione della capienza della sala per il necessario distanziamento. Si ricorda, inoltre, che i posti disponibili garantiti saranno solo 60, prenotabili presso l’agenzia Inprimafila Cosenza allo 0984795699 o all’email info@inprimafila.net.

CALABRIA – ANAS: CONCLUSI I LAVORI DI PULIZIA LUNGO LA SS106 VAR A CATANZARO

Anas, società del Gruppo FS italiane, ha concluso gli interventi di pulizia lungo lungo la strada statale 106 Var a Catanzaro, dal km 11,100 al km 10,600.

Le attività, eseguite interamente con personale e mezzi Anas, hanno riguardato il tratto della statale le piazzole di sosta della galleria ‘Santa Maria’ e proseguiranno, nei prossimi giorni, interessando altri tratti della SS106.

La formazione di vere e proprie discariche a cielo aperto rappresentano non solo il degrado per la sede stradale e le aree circostanti, ma anche un serio pericolo per la sicurezza della circolazione veicolare.

Anas da sempre presta attenzione a questo aspetto e provvede alla pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo nonché delle attrezzature, impianti e servizi attraverso la rimozione di tutti i materiali che possono essere un pericolo per il transito dei veicoli, così come avviene per la presenza di fanghi, sterpaglie e fogliame depositati su strada da piogge alluvionali, per la neve durante la stagione invernale, per il pietrisco disperso da mezzi d’opera in transito, per le polveri che si depositano sulle pellicole retroriflettenti dei segnali stradali rendendoli scarsamente visibili.

Anas ricorda che quando guidi, Guida e Basta! No distrazioni, no alcol, no droga per la tua sicurezza e quella degli altri (guidaebasta.it). Per una mobilità informata l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.