REGGIO – Ripepi: “Il progetto del secolo Mediterranean Life è su un binario morto, lo ha detto l’Assessore Battaglia!”

“Il Meditterranean Life è su un binario morto”, lo ha chiaramente detto l’Assessore all’Urbanistica Mimmetto Battaglia, audito in Commissione Controllo e Garanzia presieduta dal Consigliere Massimo Ripepi.

Sono passati sette mesi dalla delibera di Consiglio Comunale approvata all’unanimità che ordinava al Sindaco, vista la rilevanza strategica e pubblica del progetto del secolo, di convocare urgentemente tutti gli enti interessati per sottoscrivere un accordo di programma che potesse consentire l’avvio urgente dei lavori.

Ma niente, nulla è stato fatto in questi sette mesi. Assurdo, neanche il progetto più importante della storia della nostra Città è riuscito a motivare il Sindaco ff e la sua amministrazione.

Il Mediterranean Life, con 6500 posti di lavoro, 2 milioni di passeggeri in più per l’aeroporto dello stretto, alberghi, teatri, residenze sanitarie, strutture sportive, un palazzetto dello sport con 6000 posti, 300 posti barca e la possibilità di far attraccare le navi da crociera, nonché un gettito IMU per il Comune di   2-3 milioni di euro l’anno, si pone come il Progetto del secolo, una vera e propria città nella città che, tra l’altro, verrebbe realizzata con i soldi dei privati; un’importantissima opportunità per la Città Metropolitana di Reggio Calabria che purtroppo rischia di sfumare come un sogno per l’inadeguatezza e le continue inadempienze dell’Amministrazione comunale più incapace di sempre.

Non solo la Città è carente dei servizi essenziali, il manto stradale che cade a pezzi, la spazzatura nuovamente in mezzo alle strade, non c’è acqua e le opere pubbliche sono bloccate o incompiute, bensì in questo contesto senza speranza  è stata anche puntualmente disattesa l’importantissima Delibera di consiglio comunale n. 47 del novembre del 2021, con la quale il Consiglio Comunale dichiarava all’unanimità il Mediterranean Life un’opera strategica e di interesse pubblico, e dava mandato al sindaco di convocare un accordo di programma, per riunire tutti gli Enti che sono interessati per prendere decisioni in merito al progetto.

Stamani abbiamo convocato in Commissione Controllo e Garanzia l’Assessore all’urbanistica Mimmetto Battaglia, per capire come è stato dato seguito a questa delibera, che cosa è stato fatto e se già si è proceduto a fare l’accordo di programma, o comunque riunioni, lettere o interlocuzioni: praticamente non è stato fatto nulla e anzi, addirittura, l’Assessore, in un momento di grande onestà, ha ammesso che “Il Mediterranean Life è in un binario morto”.

Quindi vista la gravità della situazione, la totale incapacità e la mancanza di volontà dell’Amministrazione a portare avanti il progetto del secolo,  ho già convocato per martedì prossimo il Dirigente della SUAP, l’Assessore Battaglia e l’imprenditore Domenico Falduto, per fare un primo tavolo pubblico di confronto e di controllo dell’iter amministrativo.

Il controllo è l’impulso a realizzare quanto deliberato all’unanimità dal Senato della Città e deve essere fatto in maniera collegiale e pubblica per evitare che si intravedano anche lontanamente interessi personali.

Comincerò dunque a svolgere, da martedì prossimo, delle sedute a cadenza settimanale o mensile, in relazione alle esigenze, per monitorare l’iter per la realizzazione del progetto più importante che Reggio Calabria abbia mai avuto.

 

Il Consigliere Massimo Ripepi

REGGIO – Covid 19, G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli”: gli ultimi aggiornamenti

La Direzione Aziendale del G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che, nelle ultime ventiquattro ore, sono stati 141 i soggetti sottoposti allo screening per CoViD-19. Di questi, 16 sono risultati positivi.
In seguito a 3 ricoveri, 4 dimissioni e 1 trasferimento in Terapia Intensiva, sono 39 i pazienti positivi al CoViD-19 ricoverati al G.O.M.: 23 nell’Unità Operativa di Malattie Infettive, 11 in Pneumologia, 2 in Pediatria e 3 Terapia Intensiva.

I pazienti finora accolti dal G.O.M. sono 3.256 (di questi, 6 hanno avuto un doppio ricovero per un totale di 3.262 ricoveri).
I pazienti deceduti sono 758.
I pazienti clinicamente guariti sono 2.016.
I pazienti trasferiti ad altro ospedale sono 443.

La Direzione del G.O.M. continua a raccomandare il rispetto delle misure di prevenzione del contagio, di tenere comportamenti sociali responsabili a tutela della salute di tutti nonché di aderire consapevolmente alla campagna vaccinale nazionale.
Per info. o in caso di sintomi sospetti contattare il numero Verde 1500 ministeriale.
Per info. sulla campagna vaccinale regionale contattare il Numero Verde 800 00 99 66 della Regione Calabria.

Staff Direzione Generale

REGGIO – Calcio, Reggina 1914: completata la nuova squadra della Governance

Sono cinque i professionisti individuati che comporranno il nuovo CdA della Reggina 1914. Ad affiancare il già annunciato Presidente Marcello Cardona, vi sarà il Dott. Paolo Castaldi nel ruolo di Amministratore Delegato, il Dott. Filippo Brunori alla direzione Amministrazione Finanza e Controllo, l’Avv. Cristiano Di Giosa e l’imprenditore Angelo Ferraro.
Gabriele Martino ricoprirà il ruolo di direttore generale dell’Area Tecnica del Club in sinergia con il direttore sportivo Massimo Taibi, il direttore generale dell’Area Corporate sarà Ivan Rizzuto.
“Il risultato che abbiamo raggiunto – ha dichiarato il Presidente Cardona – assieme al patron Felice Saladini è quello di aver riunito una eccellente squadra per garantire da subito una nuova era alla Reggina 1914”.

CALABRIA – Regione: “Gerace porta del Sole”, giovedì 30 Giugno, conferenza stampa con assessore Varì

SARÀ PRESENTATO IL PROGETTO “GERACE, PORTA DEL SOLE”

Giovedì prossimo 30 giugno, alle ore 12, nella sala museo della Cittadella a Catanzaro, l’assessore regionale allo Sviluppo economico e agli Attrattori culturali, Rosario Varì, terrà una conferenza stampa per presentare il progetto “Gerace, porta del sole”.

Il progetto, proposto al Ministero della Cultura dalla Regione Calabria, è finanziato con 20 milioni di euro nell’ambito delle risorse del Pnrr.

COSENZA – Polizia di Stato: esecuzione Ordine di Carcerazione nei confronti di uno straniero

Ieri, in tarda serata, personale dell’U.P.G.S.P., nel corso del servizio di prevenzione e repressione dei reati, ha proceduto all’esecuzione dell’Ordine di Carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Avezzano, per i reati di rapina, lesioni aggravate e tentata violenza sessuale, nei confronti di uno straniero sorpreso mentre si aggirava tra le vie cittadine.

Il soggetto, previa perquisizione, veniva accompagnato presso i locali Uffici della Questura per la relativa sottoposizione ai rilievi foto-dattiloscopici ad opera dei personale del locale Gabinetto di Polizia Scientifica.

Dell’accaduto veniva notiziato il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Cosenza il quale disponeva la traduzione presso la locale Casa Circondariale.

REGGIO – La Città Metropolitana candida i Bronzi patrimonio Unesco: ok in Consiglio al programma Memoria e Mito per il 50° anniversario dal ritrovamento dei due guerrieri

L’aula Repaci di Palazzo Alvaro ha anche approvato il rendiconto di gestione 2021 con un cospicuo avanzo di amministrazione

Il Consiglio Metropolitano ha approvato il rendiconto di gestione per l’esercizio finanziario 2021. Il documento contabile ha incassato il voto favorevole ed unanime dell’aula Repaci con il sindaco facente funzioni, Carmelo Versace, che si è detto «molto soddisfatto per il lavoro portato avanti dai dirigenti e dal direttore generale, nel consegnare un Ente finanziariamente solido», e per «il contributo fattivo e collaborativo, nel merito di tutti i provvedimenti trattati nel corso della seduta, delle minoranze presenti in aula».

«Nonostante il periodo pandemico – ha detto Versace riflettendo sul rendiconto 2021 – registriamo un cospicuo avanzo di amministrazione, con l’evidenza che l’Ente non risulta in condizioni strutturalmente deficitarie, un tema caldo per gli enti pubblici in generale».
«Non ci siamo mai tirati indietro – ha aggiunto – quando si è trattato di dover investire cospicue somme, in conto capitale, su settori chiave quali l’edilizia scolastica o la viabilità. Quest’ultimo punto, poi, è particolarmente delicato se si considera come la Città Metropolitana sconti, nello specifico, difficoltà oggettive in tema di fondi ordinari e che, nel comparto stradale, non disponga di fondi previsti per questo tipo di interventi. Eppure, gli sforzi fatti ci consegnano importanti risparmi che indicano il buon cammino intrapreso dall’amministrazione».

L’aula, sempre all’unanimità come per ognuna delle proposte poste in discussione, ha approvato due punti fondamentali relativi alle attività poste in essere per le celebrazioni del 50° anniversario del ritrovamento dei Bronzi di Riace. In entrambe i casi, ha relazionato il consigliere delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio: «E’ stato costituito il Comitato tecnico per la candidatura Unesco dei Bronzi di Riace. Ne fanno parte la Città Metropolitana ed i Comuni di Reggio Calabria e Riace. Questa candidatura rientra nella logica più ampia che vede collaborare diverse istituzioni così com’è stato per la promozione della Locride quale capitale italiana della Cultura. Queste delibere non sono meri provvedimenti amministrativi, ma testimoniano l’impegno della Città Metropolitana nella cultura, nella promozione e nel marketing territoriale in una strategia di sviluppo complessiva dell’intera area metropolitana».
Il secondo passaggio dedicato ai Bronzi riguarda il via libera del consiglio al programma “Memoria e Mito”, il cartellone di eventi ed attività predisposto da Palazzo Alvaro proprio in occasione della ricorrenza che interessa i Guerrieri custoditi al Museo nazionale. «E’ un atto profondamente ambizioso», ha affermato Quartuccio sottolineando come «il lavoro di costruzione sia stato tutt’altro che semplice». «Il provvedimento – ha spiegato – ha comportato una variazione al bilancio di previsione 2022-2024, considerata la mancanza di un capitolo specifico. Così, abbiamo individuato somme per circa 510 mila euro e siamo in attesa che la Regione, come annunciato, contribuisca con 100 mila euro. Mi preme ringraziare quanti hanno lavorato, con grandi sacrifici, alla formazione del miglior programma possibile per garantire l’interesse dell’intera area metropolitana».
Nella circostanza, il sindaco facente funzioni, Carmelo Versace, ha promosso l’azione dell’intera amministrazione che «sta provando a segnare, in maniera fattiva, un passaggio che è importante non solo per il territorio metropolitano, ma per l’intera Calabria».

Il Consiglio ha quindi approvato poste in entrata per 280 mila euro, relative a trasferimenti che i Ministeri dell’Interno e dell’Economia hanno riconosciuto alla Città Metropolitana per l’illuminazione delle sedi istituzionali, delle strade e degli istituti di istruzione secondaria.

L’aula “Leonia Repaci” ha, poi, discusso ed approvato il rinnovo dei protocolli d’intesa per l’evento della “Traversata dello Stretto” e per le attività da svolgere in sinergia con la “Deputazione di Storia Patria per la Calabria”, temi illustrati dai consiglieri Filippo Quartuccio e Giuseppe Giordano.

L’unanimità dell’assemblea ha anche approvato l’istituzione del capitolo in bilancio per il fitto dei locali “UAT di Bianco”, riconoscimenti di debiti relativi a sentenze passate in giudicato, modifiche ed integrazioni al Regolamento per l’istituzione e la tenuta dell’Albo Unico Metropolitano delle Associazioni, al Regolamento per la concessione dei contributi a Enti pubblici e le organizzazioni private della Città Metropolitana, al regolamento recante la disciplina del cerimoniale, dell’uso dei segni distintivi e della concessione del patrocinio della Città Metropolitana di Reggio Calabria ed una variazione al programma biennale degli acquisti di forniture e servizi 2022-2023 per avviare una campagna promozionale del territorio attraverso le iniziative legate al “Jova beach party 2022”, il grande evento che vedrà l’intera area metropolitana al centro dell’attenzione mediatica nazionale ed internazionale.

REGGIO – Strutture psichiatriche reggine: USB incontra il commissario Asp Di Furia

Nella giornata odierna presso la direzione generale dell’Asp 5 una delegazione di USB Reggio Calabria ha incontrato il commissario straordinario dott.ssa Lucia Di Furia sull’annosa questione del sistema di residenzialità psichiatrica e del blocco dei ricoveri nella provincia reggina.

Come è ormai ben noto le cooperative che gestiscono le strutture in questione continuano ad operare dietro continue proroghe emergenziali, non essendo accreditate e rimanendo confinate in una sorta di limbo. Il percorso di accreditamento è stato formalmente avviato dalla Regione Calabria nell’ormai lontano 2012, senza che ad oggi vi sia stato alcun esito, né in positivo né in negativo. Il principale effetto di tutto ciò, di contro, è stato il blocco dei ricoveri per l’area della Città della Metropolitana reggina che dal 2015 impedisce ai malati psichiatrici di potersi curare nel proprio territorio, se non affrontando la malattia dentro le mura domestiche.

La dott.ssa Di Furia, che nei giorni scorsi ha incontrato su questo punto i presidenti delle diverse cooperative, ha dimostrato di avere competenza e sensibilità sulla questione e ha garantito il suo impegno per cercare di addivenire a un incontro con gli uffici regionali per verificare lo stato del processo di accreditamento. Allo stesso tempo serve trovare una soluzione per ottenere al più presto lo sblocco dei ricoveri che, oltre ai danni a pazienti e familiari, grava sui bilanci della nostra sanità.

REGGIO – PNRR, Città metropolitana e Ordine dei Commercialisti a confronto

Il Sindaco f.f. Versace ha incontrato una delegazione dei professionisti reggini guidati dal presidente Poeta, per discutere delle opportunità di collaborazione tra l’Ente e gli stessi esperti del territorio

Il Sindaco metropolitano facente funzioni Carmelo Versace ha ricevuto questa mattina a Palazzo Alvaro una delegazione dell’Ordine dei Commercialisti di Reggio Calabria, guidata dal presidente Stefano Poeta. Al centro dell’incontro, che si è svolto in clima di fattiva collaborazione, sono state poste le prospettive e la strategia complessiva dell’Ente metropolitano, sul versante dei progetti e relative leve finanziarie che afferiscono al PNRR. Nello specifico, inoltre, sono stati esaminati da vicino i diversi percorsi comuni che la Città metropolitana e il mondo dei professionisti del territorio possono intraprendere in forma sinergica, con l’obiettivo di affrontare al meglio la complessità delle sfide dello sviluppo che si legano agli importanti stanziamenti di cui è destinatario il territorio metropolitano reggino.

“È stato un confronto estremamente utile – ha commentato a margine della riunione il Sindaco f.f. Versace – e ringrazio i Commercialisti di Reggio Calabria, con in testa il presidente Poeta, per aver stimolato un momento di approfondimento e proposta che può rivelarsi particolarmente proficuo per l’attività che l’Ente sta portando avanti nei diversi ambiti strategici. La Città metropolitana, com’è noto, è un Ente di programmazione ma ciò non toglie che nello svolgimento dell’attività prevista, si renda necessario il coinvolgimento dei professionisti che peraltro conoscono in modo profondo le problematiche e le criticità che interessano da vicino il mondo del lavoro, dell’impresa e il sistema stesso di gestione dei finanziamenti pubblici”.

Palazzo Alvaro è stato il primo Ente metropolitano d’Italia a dotarsi di un’apposita cabina di regia per il PNRR, “e ciò testimonia – ha poi aggiunto Versace – la lungimiranza che questa amministrazione, sulla scorta delle linee di mandato tracciate dal Sindaco Giuseppe Falcomatà, ha saputo dimostrare. Questo strumento è stato strutturato guardando anche alla possibilità di un coinvolgimento di esperti e professionisti dei vari ambiti di intervento, a supporto della componente tecnica interna all’Ente e dell’attività che si sta svolgendo, anche nell’ambito delle unioni di Comuni, attraverso gruppi di lavoro ristretti”.

Anche i commercialisti, dunque, “sono parte integrante di questa strategia – ha poi concluso il rappresentante di Palazzo Alvaro – e auspichiamo che questo primo incontro operativo segni l’avvio di un percorso comune che possa consentire all’Ente di avvalersi della competenza e dell’esperienza specialistica dei nostri professionisti e a questi ultimi di offrire un contributo significativo all’interno delle dinamiche di crescita e sviluppo che toccano da vicino il nostro territorio”.

CROTONE – Sbarco immigrati del 27 giugno, fermati 3 scafisti turchi

Si è conclusa con il fermo di indiziato di delitto di 3 scafisti di nazionalità turca l’attività investigativa svolta dagli uomini della Squadra Mobile, impegnati costantemente nel contrasto del favoreggiamento dell’immigrazione clandestina relativo agli eventi migratori avvenuti in questa provincia.

Si tratta dello sbarco del 27 giugno u.s. relativo a 79 migranti di diverse nazionalità, alcuni dei quali soccorsi in mare da una motovedetta della Capitaneria di Porto e condotti presso il Porto di Crotone, altri sbarcati autonomamente sulla spiaggia ubicata in località Le Cannella, agro di Isola di Capo Rizzuto.

Sin dal primo momento l’attenzione degli investigatori si concentrava sugli unici 3 soggetti di nazionalità turca, nei confronti dei quali si procedeva a effettuare un controllo dei loro apparati cellulari al fine di poter estrapolare dei dati utili a suffragare l’ipotesi investigativa iniziale, dettata anche dalle pregresse esperienze degli operatori circa le consuete modalità di delinquere dei soggetti dediti al trasporto dei migranti. Determinanti, poi, sono state anche le testimonianze raccolte dagli stranieri.

Al termine delle indagini, i soggetti venivano posti in stato di fermo per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e associati, su disposizione della Procura della Repubblica di Crotone, presso la locale Casa Circondariale.

 

VIBO V. – Polizia ambientale, sequestrato un insediamento produttivo nella zona industriale di Portosalvo (VV)

Premesso che i provvedimenti adottati in fase investigativa e/o dibattimentale non implicano alcuna responsabilità dei soggetti sottoposti ad indagini ovvero imputati e che, le informazioni sul procedimento penale in corso sono fornite in modo da chiarire la fase in cui il procedimento pende e da assicurare, in ogni caso, il diritto della persona sottoposta ad indagini e dell’imputato a non essere indicati come colpevoli fino a quando la colpevolezza non sia stata accertata con sentenza o decreto penale di condanna irrevocabili.

 

Nei giorni scorsi, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, nell’ambito di attività mirate al controllo e monitoraggio dell’ambiente e dei fenomeni inquinanti, personale della Guardia Costiera, del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Vibo Valentia, hanno proceduto al sequestro preventivo di uno stabilimento produttivo dedito ad attività di carpenteria metallica sito nella zona industriale di Portosalvo, per violazioni in materia ambientale.

Nello specifico la polizia giudiziaria, a seguito di accesso ispettivo all’interno dell’azienda avvenuto congiuntamente ai tecnici dell’ARPACAL, accertata la canalizzazione delle acque meteoriche e di dilavamento dei piazzali nella condotta della rete consortile del CORAP, nonché la presenza di captazione, trattamento e convogliamento di fumi e gas generati dal ciclo produttivo, chiedeva al titolare d’impresa di esibire il prescritto titolo autorizzativo ambientale relativo agli scarichi ed alle emissioni in atmosfera.

Non avendo esibito alcun titolo autorizzativo, delineatosi pertanto un chiaro quadro indiziario di reità a carico del titolare dell’azienda, la polizia giudiziaria intervenuta procedeva a porre sotto sequestro preventivo i capannoni industriali e le aree a questi pertinenti, per una superficie totale di circa 10.000 mq, nonché a deferire il titolare alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia per violazione della normativa di cui al combinato disposto degli articoli 137 e 279 del testo unico in materia ambientale.

L’attività in esame, in armonia con le linee strategiche sui controlli in materia di tutela dell’ambiente predisposte dalla Direzione Marittima di Reggio Calabria in ambito regionale,  si inserisce in una più ampia cornice investigativa finalizzata alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica, predisposta e coordinata dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia, attraverso la costituzione di un gruppo interforze impegnato nel contrasto di ogni forma di comportamento perpetrato in danno all’ambiente nella suddetta Provincia di Vibo Valentia.