ROCCELLA I. (RC) – Soccorsi altri 41 migranti nella notte

Ennesimo sbarco di migranti avvenuto la scorsa notte nelle coste reggine.

Il porto di Roccella Ionica, in seguito ad un’operazione di intercettazione, recupero e soccorso messa in atto da una motovedetta della Guardia di Finanza, ha accolto questa notte un totale di 41 migranti, tra i quali 6 donne e 8 bambini.

I profughi, quando sono stati intercettati dagli operatori delle Fiamme Gialle, si trovavano in mare su di un’imbarcazione a 35 miglia circa dalla costa, successivamente sono stati raggiunti e soccorsi.

Al termine delle operazioni di recupero e soccorso, sono stati fatti sbarcare ed accolti, dopo esser stati sottoposti a tampone molecolare, all’interno dell’area portuale di Roccella in  maniera provvisoria, in attesa di esser trasferiti in centro d’accoglienza.

REGGIO – Rifiuti, il sindaco ff Brunetti: «Ma dove vive il Governatore Occhiuto?»

Per il sindaco facente funzioni, Paolo Brunetti, sono «inaccettabili le parole del presidente della Regione contro Reggio ed i reggini». E sui Bronzi aggiunge: «Totalmente assente. Mai visto in città».

«Sono assolutamente inaccettabili le parole del Governatore Occhiuto contro Reggio ed i reggini, talmente fuori luogo che facciamo fatica ad accettarle anche fossero soltanto chiacchiere da agone elettorale». E’ quanto afferma il sindaco facente funzioni, Paolo Brunetti, nel rispondere alle dichiarazioni del Presidente della Regione sulla crisi legata allo smaltimento dei rifiuti.

«Occhiuto sostiene che il problema sia stato risolto in tutta la Calabria, tranne che a Reggio», incalza Brunetti aggiungendo: «Questo la dice lunga su quanto sia contorta e deformata la visione della Regione su una questione che mortifica cittadini e famiglie».

«Roberto Occhiuto – aggiunge – anziché impegnarsi a risolvere una brutta faccenda, si lancia in paragoni che nulla hanno a che fare con la realtà. Mi domando: ma dove vive il Governatore se, soltanto pochi giorni fa, sindaci della sua stessa provincia, Cosenza, lamentavano “la portata regionale del fenomeno della presenza di rifiuti in strada”».

«Le cronache – sostiene il sindaco facente funzioni – sono piene di Comuni che soffrono enormi disagi sul tema a causa dell’improvvisazione della Regione su una vicenda delicata e complessa che, nelle intenzioni della Cittadella, vuole far diventare il nostro territorio la discarica della Calabria col raddoppio dell’inceneritore di Gioia Tauro».

Ma se il Governatore, secondo Paolo Brunetti, «dimostra di essere assente dalle dinamiche quotidiane della vita dei calabresi, questa assenza è ancora più marcata ed evidente nella città di Reggio».

«Mai – dice il sindaco facente funzioni – Roberto Occhiuto si è visto in occasione dell’anniversario del 50° anno del ritrovamento dei Bronzi di Riace. Nessun evento, nessuna manifestazione, nessun convegno ha visto la presenza del Presidente della Regione che, chissà da quanto tempo, non visita il Museo archeologico nazionale, la casa dei nostri due amati guerrieri. Una moltitudine di iniziative, infatti, è stata garantita dal Comune e dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria e, probabilmente, questa circostanza ha tenuto il Governatore lontano dal nostro territorio in un momento storico eccezionale e irripetibile, altro che offese per non essere inseriti in locandina! Nel frattempo, mentre la città dello Stretto è a lavoro per continuare a garantire il giusto riconoscimento a due perle della storia mondiale, ancora attendiamo i risultati della faraonica campagna di comunicazione acquistata dalla Regione Calabria».

«Forse – conclude Brunetti – quando sarà tempo di tirare bilanci, avremo l’onore di poter vedere il presidente Occhiuto anche alle nostre latitudini. Nel frattempo, continuiamo a lavorare per il territorio che merita, da parte della Regione, quella considerazione e quel rispetto che, esattamente alla pari di Occhiuto, stenta ancora a palesarsi».

REGGIO – Bruzzese (Pd): “Cannizzaro tutto fumo e niente arrosto. Da deputato uscente nessun risultato per Reggio”

“No, purtroppo non siamo su scherzi a parte. Cannizzaro ha davvero organizzato una conferenza stampa per non dire nulla. Non una parola sul proprio operato, nessun resoconto dei risultati raggiunti. D’altronde, in una campagna elettorale che esige parole di concretezza, il deputato “uscente”, i cittadini dell’area metropolitana si augurano presto “uscito”, non ha davvero nulla da rendicontare sulla sua fumosa esperienza a Montecitorio. Negli ultimi cinque anni, le sue sortite a mezzo social e le roboanti dichiarazioni sulla stampa non hanno prodotto alcunchè di concreto per i reggini”. Cosi in una nota la Presidente dell’Assemblea della Federazione metropolitana del Partito Democratico di Reggio Calabria Tania Bruzzese risponde alle dichiarazioni rese dal Deputato Cannizzaro.

“Che fine hanno fatto ad esempio – prosegue Bruzzese – i fondi del famoso emendamento alla Legge di Bilancio dei quali per anni Cannizzaro si è beato e che avrebbero dovuto risollevare le sorti dell’Aeroporto dello Stretto? Che fine hanno fatto i disegnini stampati su carta A3 che il Deputato ha presentato in pompa magna in conferenza stampa in aeroporto e che lo stesso Sottosegretario leghista Morelli ha definito sperpero di denaro pubblico? Lo sa Cannizzaro che rispetto a quando lui ha iniziato il suo mandato alla Camera, e la Regione e Sacal sono gestite dai suoi sodali di Forza Italia, la situazione dell’aeroporto è addirittura peggiorata? Cosa ha da dire ad esempio sull’incredibile e silenziosa svendita che la governance della Società, naturalmente nominata da Forza Italia, ha fatto nei confronti dei privati di Lamezia e Catanzaro? E sull’operazione di riacquisto a prezzo maggiorato delle stesse quote prima cedute ai privati da parte di Fincalabra? Lo sa Cannizzaro che i voli recentemente strombazzati a fini elettorali, sono gli stessi che c’erano prima della crisi Covid e che Ita ha semplicemente ripristinato i vecchi collegamenti come è accaduto negli ultimi mesi in tanti aeroporti italiani? Cosa ha da dire il deputato uscente agli ex lavoratori di Alitalia ai quali aveva nottetempo promesso, sempre a mezzo social, che avrebbe evitato il loro licenziamento? E ai tirocinanti che protestavano fuori dalla sua segreteria? E al personale dell’Hospice? E ai tanti che speravano nel progetto del distretto dell’innovazione da realizzare a Saline Joniche? E sul tema dei rifiuti lo sa Cannizzaro che è proprio a causa dei blocchi dell’antireggino Occhiuto sugli impianti che la nostra città ancora soffre della piaga delle microdiscariche?”.

“A questi interrogativi Cannizzaro non ha dato risposta – aggiunge Bruzzese – attendiamo quindi parole di chiarezza dal deputato uscente. I reggini hanno già da tempo smascherato la sua assoluta inadeguatezza, bocciando sonoramente tutte le candidature da lui sostenute alle scorse amministrative. Un presagio molto chiaro che è solo l’antipasto di una nuova imminente e più pesante sconfitta per l’ormai ex deputato reggino”.

“Come sempre – conclude la Presidente del Pd – il Partito Democratico farà della serietà e della responsabilità le sue prerogative per la rappresentanza territoriale in sede parlamentare. A partire dal nostro punto di vista di Democratici, che hanno a cuore le sorti del Paese e anche in questa campagna elettorale si muoveranno sul binario della coesione e dell’equità sociale, contro i tentativi beceri promossi dalla destra a trazione nordista di riproporre la disgregazione attraverso il disegno dell’autonomia differenziata basata sul criterio della spesa storica, vera e propria piaga sociale che qualsiasi cittadino del Mezzogiorno dovrebbe evitare con ogni mezzo disponibile”.

È morto Mikhail Gorbaciov, aveva 91 anni

Ultimo segretario del Pcus, fu il ‘padre’ della perestrojka.

L’ex segretario generale del Pcus ed ex presidente dell’Unione Sovietica aveva 91 anni. L’agenzia Tass riporta la nota diffusa dal Central Clinical Hospital, l’ospedale di Mosca dove Gorbaciov era ricoverato: “Mikhail Sergeevich Gorbaciov è morto questa sera dopo una grave e lunga malattia”.

A quanto riferisce la Tass citando una fonte vicina al politico, le sue condizioni si erano aggravate negli ultimi mesi e dal 20 giugno Gorbaciov era sotto la costante supervisione dei medici. Secondo la fonte, l’ex presidente era stato ricoverato in ospedale nel 2020, “all’inizio della pandemia di coronavirus”, su richiesta dei medici.

Gorbaciov sarà sepolto nel cimitero di Novodevichy a Mosca, in una tomba di famiglia, dove potrà riposare accanto alla moglie, come ha annunciato alla Tass una persona che conosceva i desideri dei parenti dell’ex presidente.

Ultimo segretario generale del Partito Comunista dell’Unione Sovietica dal 1985 al 1991, Gorbaciov fu propugnatore dei processi di riforma legati alla perestrojka e alla glasnost, e protagonista nella catena di eventi che portarono alla dissoluzione dell’Urss e alla riunificazione della Germania. Artefice, con la sua politica, della fine della guerra fredda, fu insignito nel 1989 della Medaglia Otto Hahn per la Pace e, nel 1990, del Nobel per la pace.

 

ADNKRONOS

REGGIO – Comune: bonus Trasporti al via dal 1° settembre 2022

Ogni beneficiario potrà chiedere un “Bonus trasporti”, entro il 31 dicembre 2022.

Il Bonus sarà utilizzabile per l’acquisto di abbonamenti annuali o mensili relativi a:

  • servizi di trasporto pubblico
  • locale, regionale e interregionale o per i servizi di trasporto ferroviario nazionale.

Sono esclusi i servizi di prima classe.

Il buono può essere pari fino al 100% della spesa da sostenere, ma in ogni caso, con il limite massimo di valore pari a 60 euro.

Il Bonus è nominativo e sarà utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento (annuale, mensile o relativo a più mensilità) da acquistare nel mese in cui si è richiesto: il periodo di validità del buono è infatti limitato al mese solare di emissione, anche se si effettua l’acquisto di un abbonamento annuale o mensile che parte dal mese successivo.

Ogni beneficiario potrà chiedere un “Bonus trasporti”, entro il 31 dicembre 2022 o fino a esaurimento risorse.
Il buono sarà emesso dal portale telematico, e sarà spendibile presso un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico entro il mese di emissione presentandolo alle biglietterie del gestore del servizio di trasporto pubblico.
Il gestore potrà a sua volta accedere al portale verificandone la validità. In caso positivo viene rilasciato l’abbonamento richiesto e il gestore provvede a registrare sul portale l’utilizzo del buono, indicando l’importo effettivamente fruito.

Potranno ottenere il Bonus le persone fisiche che nell’anno 2021 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro da certificare con una autodichiarazione

La domanda per il bonus sociale trasporti andrà inviata accedendo al portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che sarà reso disponibile dalle ore 8:00 del 1 settembre 2022.

Sarà necessario registrarsi con SPID o CIE

Nella richiesta andranno indicati :
– l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista,
– il gestore del servizio di trasporto pubblico che si intende utilizzare
Andranno allegate le dichiarazioni sostitutive di autocertificazione riguardanti il reddito.

 

REGGIO – Intervento di manutenzione straordinaria alla condotta del Depuratore di Gallico: divieto di balneazione a Gallico e Catona per domani giovedì 1 settembre

L’Amministrazione comunale di Reggio Calabria informa la cittadinanza che a causa di un intervento necessario presso la condotta del sollevamento di testa lato mare dell’impianto di depurazione di Gallico, previsto per la giornata di domani giovedì 1 settembre, il sindaco facente funzioni Paolo Brunetti ha ordinato il divieto di balneazione nelle acque antistanti il Lungomare di Gallico ed il Lungomare di Catona per tutta la giornata di domani giovedi 1 settembre, a partire dalle ore 5.00 e comunque fino al completamento dell’intervento di manutenzione straordinaria ed alla ripresa del regolare funzionamento dell’impianto di depurazione.

VILLA S. G. (RC)  – “Difendiamo il mare dalla plastica”, il nuovo progetto green di Perla dello Stretto

La referente marketing Sonia Chillè: «Grande sensibilità e partecipazione da parte della gente»

Grande successo per la campagna di sensibilizzazione “Difendiamo insieme il mare dalla plastica” ideata e promossa dal Centro Commerciale Perla dello Stretto. Una iniziativa per la tutela delle spiagge e del mare – in linea con l’ormai consolidata “mission” sociale dello shopping center di Villa San Giovanni – che ha lanciato un forte messaggio di salvaguardia dell’ambiente e dell’ecosistema. Raccolta differenziata, contrasto all’abbandono delle cicche delle sigarette, valorizzazione del nostro meraviglioso mare: sono stati questi alcuni dei temi affrontati nelle varie tappe del “Perla Summer Tour 2022” tra le splendide località turistiche di Scilla, Cannitello, Catona, Gallico, Pentimele e Reggio Calabria. I bagnanti, coinvolti nei vari lidi, hanno apprezzato l’iniziativa rispondendo in modo positivo e concreto alle attività di sensibilizzazione e animazione proposte.

«Nel corso del nostro evento – spiega Sonia Chillè, referente marketing di Perla dello Strettoabbiamo colto da parte della gente un’ampia partecipazione ed un’alta capacità di recepire l’importante messaggio. In particolare, le nuove generazioni hanno dimostrato una spiccata sensibilità nei confronti del tema ambientale ed una forte volontà di invertire la rotta eliminando abitudini scorrette e dannose. In tale direzione, abbiamo regalato ai bagnanti ed agli stabilimenti balneari alcuni gadget e numerosi contenitori portacicche riutilizzabili. Abbiamo, inoltre, invitato la gente a scaricare la nostra nuova app che contiene giochi digitali, tra cui “Salva la balena”, incentrati proprio sulla salvaguardia del mare».

Una scelta vincente quella del Centro Commerciale Perla dello Stretto che ha deciso di “trasferire” l’impegno a favore dell’ambiente oltre i propri “confini” e che confluirà in una trasmissione web in tre puntate, con immagini e interviste, la cui messa in onda è prevista nei prossimi giorni sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram dello shopping center.

CALABRIA – USB: su Lsu e Lpu alcuni enti continuano a fare orecchie da mercante

Mentre si susseguono sulla stampa le notizie di ex Lsu-Lpu che festeggiano dopo aver ottenuto l’agognato aumento delle ore lavorative, altre amministrazioni comunali continuano a ignorare le problematiche di questi lavoratori.

Ci sono sindaci pronti, a parole, a schierarsi con gli ex Lsu-Lpu, definendoli essenziali per la vita degli enti e per la garanzia dei servizi alla cittadinanza – come d’altronde tutto il precariato che tiene in piedi la macchina pubblica calabrese – ma che poi nei fatti poco o nulla fanno per migliorare le condizioni di questi lavoratori, neanche presentando la domanda per ottenere i finanziamenti derivanti dall’equiparazione inserita nel decreto Milleproroghe tra Lsu e Lpu.

O peggio ancora hanno chiesto i finanziamenti, ma non per utilizzarli come dovuto e aumentare gli orari di lavoro, bensì per sostituire le somme di competenza comunale per questi lavoratori, e cioè facendo cassa sulle loro spalle.

Come USB non molleremo di un centimetro fino a quando tutti gli ex Lsu-Lpu non saranno impiegati a pieno regime, come giusto che sia per chi ha lavorato anni e anni in condizioni indegne e come necessario per garantire servizi dignitosi per la cittadinanza. Lo faremo già con lo sciopero del personale ex Lsu-Lpu del Comune di Rosarno proclamato per il 9 settembre, pronti a ripetere questa iniziativa in tutti gli altri comuni che si ostinano a non dare risposte a questi lavoratori.

 

Alta velocità Salerno – Reggio Calabria, Zucchetti: pubblicato il documento di sintesi delle questioni dibattute

Pubblicato il documento di sintesi delle questioni dibattute e delle domande sorte nel corso della procedura di Dibattito Pubblico inerente il lotto Cosenza – Paola/S. Lucido della nuova linea ferroviaria AV Salerno – Reggio Calabria.

 

Aspetti procedurali e relativi al finanziamento; le scelte di itinerario e le finalità dell’alta velocità e dell’alta capacità ferroviaria in generale; le problematiche specifiche sul lato costiero e quelle particolari dell’entroterra; espropri, occupazioni temporanee e gestione dei cantieri. Sono i contenuti della pubblicazione sulle questioni emerse, redatta dal professor Roberto Zucchetti, coordinatore del Dibattito Pubblico per conto di Rete ferroviaria italiana, a chiusura degli incontri e dei documenti ricevuti, in tutto 27, e pubblicati in evidenza, secondo la prassi, riguardanti il lotto Cosenza-Paola/S. Lucido della nuova linea ferroviaria dell’Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria.

Tutto il materiale è presente sul sito al link  Dibattito Pubblico AV tratta Cosenza-Paola San Lucido, insieme ad un video in cui lo stesso Zucchetti ne dettaglia i contenuti . «Il testo è la sintesi di quanto emerso durante gli incontri tenuti in Calabria – spiega il coordinatore del dibattito pubblico – e che hanno coinvolto i Comuni e i cittadini di Paola, San Lucido, Montalto Uffugo. Per sunti, il documento riporta anche le domande e gli interventi di natura tecnica e politica registrati nel corso dei webinar tenuti con docenti universitari, referenti e presidenti di ordini professionali, sindacati e imprenditori, associazioni e singoli interessati». «Il testo – precisa Zucchetti – riassume le questioni emerse e le riordina. Anche le obiezioni e contestazioni sono state trasformate in domande, in totale 40, che saranno portate all’attenzione di RFI, chiamata a dare le risposte che poi confluiranno nel documento conclusivo del Dibattito Pubblico».

Info e approfondimenti su dp.avsalernoreggiocalabria.it

REGGIO – Adesioni a Forza Italia, Cannizzaro presenta i 150 amministratori: “Contare 21 sindaci tra i nuovi aderenti è emblematico. Orgogliosi di essere punto di riferimento!”

“È con grande soddisfazione che presento queste nuove adesioni a Forza Italia. Dimostriamo ancora una volta, con i fatti, di essere il vero punto di riferimento sul Territorio di tutta la Provincia di Reggio Calabria non solo per i cittadini, ma anche per gli amministratori”.

Con queste parole l’On. Francesco Cannizzaro, in qualità di Coordinatore provinciale azzurro, nel corso della conferenza stampa in una sede gremita, ha presentato pubblicamente i 150 amministratori locali neo aderenti a Forza Italia, tra i quali spiccano ben 21 sindaci.

“Quello dei sindaci è un numero particolarmente emblematico. Il radicamento sul territorio è qualcosa di vitale, reciprocamente, per amministratori e per movimento politico. Ed infatti – ha tenuto a precisare il deputato – questo risultato è da condividere con le varie risorse del Partito sparse sul territorio. Mi riferisco ai Consiglieri regionali Giovanni Arruzzolo, Giacomo Crinò e Giuseppe Mattiani, espressioni di aree diverse di Provincia reggina, ed alle componenti di Forza Italia a tutti i livelli, in piena sintonia con il Coordinatore regionale Giuseppe Mangialavori e con la lungimirante guida del Presidente Roberto Occhiuto. Siamo una squadra, una grande squadra, che si è posta obiettivi importanti. Insieme li raggiungeremo.”