REGGIO – Covid, G.O.M.: un decesso nelle ultime 24 ore

La Direzione Aziendale del G.O.M. di Reggio Calabria comunica che, nelle ultime ventiquattro ore, si è registrato un decesso.
Si tratta di una donna di 93 anni, vaccinata con due dosi, affetta da severe patologie concomitanti all’infezione da COVID-19.
La Direzione Aziendale esprime le più sincere condoglianze ai familiari della signora a nome di tutto l’Ospedale.

Nella giornata di oggi sono stati 121 i soggetti sottoposti allo screening per CoViD-19. Di questi, 1 è risultato positivo.
In seguito a 2 ricoveri e 2 dimissioni, sono 12 i pazienti positivi al CoViD-19 ricoverati al G.O.M.: 2 nell’Unità Operativa di Malattie Infettive, 6 in Pneumologia, 3 in reparto multidisciplinare, 1 in Ostetricia e Ginecologia e nessuno in Terapia Intensiva.

I pazienti finora accolti dal G.O.M. sono 3.673 (di questi, 6 hanno avuto un doppio ricovero per un totale di 3.679 ricoveri).
I pazienti deceduti sono 818.
I pazienti clinicamente guariti sono 2.374.
I pazienti trasferiti ad altro ospedale sono 469.

La Direzione del G.O.M. continua a raccomandare il rispetto delle misure di prevenzione del contagio, di tenere comportamenti sociali responsabili a tutela della salute di tutti nonché di aderire consapevolmente alla campagna vaccinale nazionale.
Per info. o in caso di sintomi sospetti contattare il numero Verde 1500 ministeriale.
Per info. sulla campagna vaccinale regionale contattare il Numero Verde 800 00 99 66 della Regione Calabria.

COVID-19 – Bollettino regione Calabria (+570 positivi rispetto a ieri)

In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 3756390 (+3.496).

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 552374 (+570) rispetto a ieri.

Questi sono i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle AA.SS.PP. della Regione Calabria.

Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: CASI ATTIVI 2456 (21 in reparto, 3 in terapia intensiva, 2432 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 91685 (91305 guariti, 380 deceduti).

– Cosenza: CASI ATTIVI 30782 (54 in reparto, 1 in terapia intensiva, 30727 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 126520 (125224 guariti, 1296 deceduti).

– Crotone: CASI ATTIVI 388 (10 in reparto, 0 in terapia intensiva, 378 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 54849 (54588 guariti, 261 deceduti).

– Reggio Calabria: CASI ATTIVI 1782 (17 in reparto, 0 in terapia intensiva, 1765 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 188382 (187526 guariti, 856 deceduti).

– Vibo Valentia: CASI ATTIVI 604 (14 in reparto, 0 in terapia intensiva, 590 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 48020 (47834 guariti, 186 deceduti).

Domani la cittadella si illuminerà di blu, la regione partecipa all’iniziativa “blue light for sign languages”

Domani, venerdì 23 settembre, nella Giornata internazionale delle Lingue dei segni, la Cittadella regionale si illuminerà di blu insieme a tanti altri luoghi tra i più rappresentativi nel mondo, come, ad esempio, il Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra.

Per rendere più forte il messaggio sulla necessità di riconoscere le lingue dei segni nel mondo, la WFD, Federazione internazionale per le persone sorde, per l’edizione 2022, ha lanciato la sfida “Blue light for sign languages”.

Il blu è il colore usato dalla Fondazione sin dalla sua nascita e rappresenta il simbolo della lotta delle comunità sorde per l’uguaglianza e i diritti umani e per il riconoscimento delle lingue dei segni nazionali.

In Calabria l’iniziativa è organizzata dall’Ente regionale per la protezione e l’assistenza dei sordi, presieduta da Antonio Mirijello.

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite, da cinque anni, ha scelto il 23 settembre per ricordare al mondo la necessità di riconoscere, promuovere, e proteggere le oltre 200 differenti lingue dei segni nel mondo.