REGGIO – Sanità: Amalia Bruni, medico morto per carenza ambulanze

Neurologa, “una storia in cui siamo tutti coinvolti”

 

Amalia Bruni, la neurologa artefice di importanti studi sull’Alzheimer che é anche consigliere regionale in Calabria (é vicepresidente della Commissione Sanità) dopo essere stata candidata alla presidenza della Regione, denuncia, in una nota, il caso di un medico di Lamezia Terme, Raffaele Caparello, in pensione da alcuni anni, morto, afferma, “a causa della carenza di ambulanze con il medico.

Una vergogna per una comunità civile nell’anno 2022”.

“Una tragedia – afferma Amalia Bruni – che non dovrebbe mai accadere. Una storia dolorosa che tocca tutti noi e della quale siamo tutti responsabili. Una vicenda in cui, in modo e quantità diverse, siamo tutti coinvolti. Ieri notte il dottore Caparello ha cominciato ad avvertire forti dolori al petto ed al braccio e ha chiesto ai familiari di chiamare il 118 i cui operatori, però, hanno risposto che non c’erano ambulanze disponibili. Una nuova chiamata viene fatta dopo circa un’ora, ma la risposta non cambia. A questo punto viene avvertita la guardia medica e il dottore decide per l’immediato trasporto al pronto soccorso dell’ospedale di Lamezia, dove però Caparello muore poco dopo.
Una vita trascorsa a curare pazienti, migliaia di pazienti, prima di andare in pensione e finire la propria esistenza per mancanza di cure adeguate nella sua città”.
“Nessuna voglia di fare polemica – dice ancora la neurologa – ma l’amarezza, lo sconforto e la rabbia sono tante. Va fatta in tempi brevi una riflessione seria sul servizio 118. Non è possibile morire per strada o a casa perché non ci sono ambulanze e quelle poche che circolano non hanno i medici. Solo quest’anno abbiamo avuto numerose vittime per questo motivo”.

Fonte ANSA

VIBO V.- Regione, presentato al salone nautico di Genova il boat show che si terrà in primavera

PRESENTATO AL SALONE NAUTICO DI GENOVA IL BOAT SHOW CHE SI TERRÀ IN PRIMAVERA A VIBO VALENTIA. ORSOMARSO: “UNA GRANDE FESTA DEL MARE”

 

Si è tenuto oggi, al Salone nautico di Genova, nello stand della Regione Calabria, l’incontro di presentazione dell’evento dal titolo “Il primo Boat Show calabrese, Eventi Nautici 2023: rotta verso la Calabria Straordinaria. Quando la vocazione turistica incontra il Mondo nautico. Presentazione del primo Boat Show della prossima primavera”.

Sono intervenuti in video conferenza, dalla Cittadella regionale di Catanzaro, l’assessore al Turismo e Marketing territoriale della Regione Calabria Fausto Orsomarso, dal Consiglio regionale della Liguria, l’assessore al Turismo Gianni Berrino.

Hanno partecipato in presenza negli spazi di “Calabria Straordinaria”, Alessandro Campagna, direttore commerciale del Salone nautico di Genova, Piero Formenti, vicepresidente Confindustria nautica, e i rappresentanti degli interlocutori istituzionali che collaboreranno con il progetto in calendario nella primavera del 2023 a Vibo Valentia.

L’incontro, moderato dal giornalista di Sky sport, Sandro Donato Grosso, è stata l’occasione per annunciare l’evento che avrà come focus l’usato nautico, con una prospettiva di un grande contenitore di eventi.

“Abbiamo scelto Genova – ha dichiarato l’assessore Orsomarso – dove siamo presenti con due spazi espostivi perché crediamo che il Salone ligure debba essere ancora più centrale nella proposta italiana. L’evento che presentiamo sarà una grande festa del mare per la nostra regione che, come la Liguria, ha tutte le caratteristiche per un grande ruolo nel Mediterraneo. Il progetto di Vibo Valentia – ha spiegato – si inserisce in una serie di investimenti strategici, anche sul cinema, per il turismo e il marketing territoriale, per fare della Calabria una regione Straordinaria, quello che realmente è. Nello specifico, insieme a Confindustria nautica e al Salone internazionale di Genova, che ci aiuteranno con la grande esperienza che hanno alle spalle, intendiamo avviare un percorso duraturo. Partiamo dall’esposizione dell’usato di settore per immaginare una promozione a lungo raggio per la Calabria che vanta, 800 km di coste e una portualità che si sta rafforzando e su cui si sta investendo. Un elemento centrale per continuare a disegnare una Calabria Straordinaria”.

L’assessore Berrino si è detto “molto contento che la Regione Calabria, e nella fattispecie nella persona del mio collega assessore Fausto Orsomarso, abbia colto la grandezza del Salone Nautico di Genova per organizzare una manifestazione molto interessante. Il Boat Show di Vibo Marina non si porrà come concorrente di Genova ma sarà un evento che lavorerà in sinergia con il Salone genovese. In Italia – ha specificato –  è fondamentale e necessario puntare maggiormente sulla Blue Economy e sulla qualità delle nostre marine: ritengo infatti che i cammini nautici per i diportisti dovranno essere ancora più valorizzati perché il turismo nautico deve diventare un volano per attirare in Italia un numero maggiore di stranieri in quanto storicamente amano moltissimo questo tipo di vacanza”.

REGGIO – Covid 19, G.O.M.: gli ultimi aggiornamenti

La Direzione Aziendale del G.O.M. di Reggio Calabria comunica che, nelle ultime ventiquattro ore, sono stati 137 i soggetti sottoposti allo screening per CoViD-19. Di questi, 4 sono risultati positivi.
In seguito a 1 ricovero e 4 dimissioni, sono 10 i pazienti positivi al CoViD-19 ricoverati al G.O.M.: 5 nell’Unità Operativa di Malattie Infettive, 2 in Pneumologia, 3 in reparto multidisciplinare e nessuno in Terapia Intensiva.

I pazienti finora accolti dal G.O.M. sono 3.680 (di questi, 6 hanno avuto un doppio ricovero per un totale di 3.686 ricoveri).
I pazienti deceduti sono 819.
I pazienti clinicamente guariti sono 2.382.
I pazienti trasferiti ad altro ospedale sono 469.

La Direzione del G.O.M. continua a raccomandare il rispetto delle misure di prevenzione del contagio, di tenere comportamenti sociali responsabili a tutela della salute di tutti nonché di aderire consapevolmente alla campagna vaccinale nazionale.
Per info. o in caso di sintomi sospetti contattare il numero Verde 1500 ministeriale.
Per info. sulla campagna vaccinale regionale contattare il Numero Verde 800 00 99 66 della Regione Calabria.

REGGIO – In fiamme cisterna in zona Gallico, intervegono i VVF

È accaduto questa mattina, una motrice trainante una cisterna che trasportava al proprio interno del succo di limone, ha preso fuoco in zona Gallico.
Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco, che ha impedito che le fiamme arrivassero alla cisterna incendiandola insieme al suo contenuto.
La motrice, che sembra aver preso fuoco per cause accidentali, è stata completamente distrutta dalle fiamme.
Sul posto sono intervenute anche le Volanti della Questura.

REGGIO – Scuolabus infrange ringhiera al Calopinace, ferito l’autista

Il mezzo era senza passeggeri

Uno scuolabus è stato al centro a Reggio Calabria di uno spettacolare incidente stradale che per fortuna non ha avuto gravi conseguenze.

Il conducente del veicolo, che aveva da poco iniziato la corsa e non aveva ancora preso passeggeri a bordo, dopo essere giunto sulle bretelle che costeggiano il torrente Calopinace, in direzione mare-monte, per cause che sono in corso di accertamento, ha perso il controllo del mezzo che è andato a finire contro la ringhiera di delimitazione del tratto stradale, infrangendola, e rischiando di precipitare nell’alveo del corso d’acqua.

Sul posto, con i mezzi di soccorso del 118, sono intervenuti gli agenti della Polizia locale che hanno effettuato i primi rilievi e i vigili del fuoco. Il conducente dello scuolabus è stato recuperato e trasportato in ospedale. Gli agenti della Polizia locale stanno lavorando per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

(Fonte: ANSA)

REGGIO – UDC: “Dalla soddisfazione per l’elezione di Cesa e De Poli all’idea di sviluppare l’area moderata”

 Paolo Ferrara: “La rielezione di Lorenzo e Antonio proietta l’UDC a essere protagonista nel prossimo governo targato Giorgia Meloni.  Soddisfatto dei risultati raggiunti soprattutto nei territori dove con i nostri dirigenti abbiamo raggiunto percentuali significative come il 12,08% a Cosoleto con Mimmo Luppino e l’8,66% di Ferruzzano con Nino Crea”

 

Il Commissario provinciale Paolo Ferrara e il consigliere comunale Mario Cardia

La squadra del centrodestra ha vinto con uno straordinario risultato su scala nazionale che proietta, nel pieno rispetto delle prerogative del Presidente della Repubblica, Giorgia Meloni alla guida del prossimo Governo Italiano.  Grande soddisfazione per l’UDC che elegge nella lista Noi Moderati insieme agli altri alleati ben 7 deputati e 1 senatore tra cui il Segretario nazionale Lorenzo Cesa e il Presidente Antonio De Poli eletti rispettivamente alla Camera dei Deputati nel Collegio uninominale Molise – U01 (Campobasso) e al Senato della Repubblica nel Collegio uninominale Marche – U02 (Ancona).

Risultato davvero importante per l’area moderata che, forte del risultato ottenuto dalla coalizione di centrodestra, si appresta a entrare da protagonista nel prossimo governo targato Giorgia Meloni.

In Calabria nelle ultime consultazioni elettorali, l’astensionismo ha prevalso a qualsivoglia simbolo di partito. Nonostante l’1,70% ottenuto in città, in provincia di Reggio Calabria si sono raggiunte percentuali significative e molto importanti come ad esempio il 12,08% raggiunto a Cosoleto sotto la cabina regia del commissario Mimmo Luppino, l’8,66% di Ferruzzano grazie al vicesindaco Nino Crea, il 6,56% di Rosarno con il contributo di Agostino Scarfò e il 3,43% di Palmi grazie al nostro candidato Ennio Falvo.

Il commissario provinciale Paolo Ferrara:

Comincia da oggi il lavoro più importante per non deludere le attese di tutti quei cittadini, famiglie e imprese che ci hanno dato fiducia sostenendo il progetto inclusivo nato, in occasione delle elezioni politiche, con tutte le forze moderate del centrodestra. Il loro sostegno non solo ha un grande valore inestimabile ma fa comprendere, analizzando soprattutto i risultati ottenuti nei territori, come soprattutto in periferia c’è la necessità di sviluppare e consolidare il progetto inclusivo messo in piedi dai nostri leader nazionali. È proprio da qui che si intende ripartire.

Il risultato delle urne ci lascia la consapevolezza di aver tracciato una rotta chiara su come si debba lavorare in futuro con gli amici alleati, ricompattando una squadra che deve cambiare marcia ed è per questo che, nei prossimi giorni, convocheremo una riunione con gli alleati della lista Noi Moderati al fine di analizzare i risultati ottenuti e tracciare insieme le future linee guida per consolidare il nuovo laboratorio politico inclusivo aperto a tutte le forze moderate con l’obiettivo di dar vita a una sempre più concreta aggregazione di centro, indispensabile a dare priorità alle necessità territoriali e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini”.

Il consigliere comunale Mario Cardia:

“Noi Moderati è una realtà giovane ed in crescita ed il contributo dell’UDC ha garantito un’affermazione molto positiva per tutto il centrodestra sia in Città che in Provincia. Il voto di domenica segna un serio spartiacque non soltanto a livello nazionale, ma anche cittadino e metropolitano, dove si avvierà naturalmente una nuova stagione politica, per il bene della Città e dei cittadini. Il PD ha pagato in Città ed in Provincia il pessimo governo di Falcomatà e le scelte scellerate che hanno contraddistinto un “secondo tempo” che risuona alle orecchie dei cittadini come un incubo da cui svegliarsi ed in fretta. Il voto di domenica, in Città e Provincia, non lascia dubbi sulla sonora bocciatura da parte dei cittadini del Sindaco sospeso e dei facenti funzione. Come UDC e Noi Moderati vogliamo adesso contribuire fattivamente alla costruzione di una fase nuova, che chiuda questa stagione e che rimetta al centro i cittadini e la Città, ormai dimenticati e schiavi delle guerre di partito all’interno del centrosinistra”.

Calcio, Italia: gli azzurri trionfano nel girone di Nations League

Gli azzurri trionfano nel proprio girone di Nations League e lo fanno proprio nel mach più importante, ovvero quello contro l’Ungheria allenata da Marco Rossi. Scendono in campo con il 3-5-2 mentre i padroni di casa con il consueto 3-4-2-1.

Partita iniziata bene per gli Azzurri, capaci di rendersi già nei primi 10 minuti aggressivi, con ripartenze che spesso hanno impegnato Gulacsi a neutralizzare dei tiri abbastanza pericolosi.

La svolta avviene al minuto 27 con Raspadori , il gol inizia con Gnonto che vince il contrasto col portiere ungherese, Raspadori insacca a porta vuota.

Ripresa ricca di emozioni: l’Italia trova subito il doppio vantaggio, questa volta il protagonista è lui, Dimarco, con un cross del compagno Cristante insacca a porta vuoto il goal che chiude parzialmente il mach.

Nei minuti successivi l’Ungheria si fa sentire, ma Donnarumma è uno dei migliori in campo,  parando praticamente tutto.

L’Italia di Roberto Mancini può festeggiare un successo che vale il primo posto del girone, di conseguenza lottare per la vittoria nella fase finale di questa competizione che regala grosse soddisfazioni.

L’Ungheria si aggiudica un ottimo secondo posto, ma non basta per accedere alla fase finale.

G. S.

CALABRIA – Regione: Terra Madre Slow Food 2022, grande successi per le 34 aziende calabresi che hanno partecipato alla manifestazione

GALLO: “LA CALABRIA SI CONFERMA ESSERE TERRA DI QUALITÀ”

Grande successo per l’agroalimentare calabrese all’edizione 2022 di Terra Madre Salone del Gusto, svoltasi nei giorni scorsi a Torino su iniziativa di Slow Food.

Nel corso della manifestazione, all’interno dello stand organizzato dalla Regione Calabria, 34 aziende calabresi hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con il pubblico di una delle maggiori città d’Italia nonché con visitatori professionali utili per aprire nuovi spazi di mercato nel corso di un evento fieristico che in cinque giorni ha fatto registrare oltre 350.000 presenze.

“La Calabria – afferma l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – si è presentata a Torino con un trionfo di sapori, odori e colori, in perfetta sintonia con i concetti trainanti di Slow Food: pulito, buono e giusto. Ringrazio i dirigenti e i funzionari del Dipartimento Agricoltura per l’ottimo lavoro svolto. Inoltre – prosegue – è importante sottolineare il contributo decisivo offerto dai volontari di Slow Food Calabria, che si sono prodigati per promuovere il costante lavoro portato avanti dalle Condotte e dai Presìdi, e con loro anche i Cuochi dell’Alleanza, che nel rispetto della tradizione e con intelligente vocazione innovativa, hanno saputo trasformare la straordinaria qualità delle materie prime e delle specialità agroalimentari calabresi in gioielli gastronomici”.

Uno scenario impreziosito dalla presenza di numerosi ospiti, tra i quali il fondatore di Slow Food, Carlo Petrini; la presidente nazionale di Slow Food, Barbara Nappini; il direttore generale del Crea, Stefano Vaccari; il rettore dell’Università del Gusto di Pollenzo, Bartolomeo Biolatti. E ancora il rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Giuseppe Zimbalatti, e numerose personalità del mondo della scienza, dell’istruzione, della comunicazione, delle arti, tra cui il regista Giacomo Triglia, gli scrittori Gioacchino Criaco, Francesco Cundari, Domenico Dara, Rosella Postorino, gli artisti Peppe Voltarelli, Maria Gurnari, Manuel Sottile, Cosimo Papandrea, il biologo marino Silvio Greco, in qualità di direttore scientifico della scuola di cucina “Uno chef per Elena e Pietro”.

“Si è trattato di una partecipazione corale – aggiunge infine Gallo – frutto anche delle positive sinergie concretizzatesi con la Città Metropolitana di Reggio Calabria, i Consorzi di Tutela, i Gal e il Parco Nazionale del Pollino. Una Calabria meravigliosa che si muove finalmente all’unisono, esaltando le proprie ricchezze ambientali, naturali, paesaggistiche, identitarie e agroalimentari”.

CALABRIA – Covid 19, bollettino Regione: +1.219 nuovi casi positivi rispetto a ieri

In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 3772862 (+5.479).

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 555462 (+1.219) rispetto a ieri.

Questi sono i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle AA.SS.PP. della Regione Calabria.

Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: CASI ATTIVI 2462 (29 in reparto, 4 in terapia intensiva, 2429 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 92270 (91890 guariti, 380 deceduti).

– Cosenza: CASI ATTIVI 31112 (55 in reparto, 0 in terapia intensiva, 31057 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 127623 (126325 guariti, 1298 deceduti).

– Crotone: CASI ATTIVI 398 (4 in reparto, 0 in terapia intensiva, 394 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 55040 (54775 guariti, 265 deceduti).

– Reggio Calabria: CASI ATTIVI 1789 (18 in reparto, 0 in terapia intensiva, 1771 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 189076 (188219 guariti, 857 deceduti).

– Vibo Valentia: CASI ATTIVI 578 (9 in reparto, 0 in terapia intensiva, 569 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 48188 (48002 guariti, 186 deceduti).

 

L’ASP di Catanzaro comunica 236 nuovi soggetti positivi di cui 2 fuori regione.

L’ASP di Cosenza comunica 577 nuovi soggetti positivi di cui 5 fuori regione.

REGGIO – Carabinieri Nas, controlli estivi: 168 controlli e 2 tonnellate di alimenti sequestrati 

Con la fine dell’estate,   si è concluso  il piano  di controllo   “Estate Tranquilla 2022”, disposto  dal Comando  Carabinieri  per la Tutela della Salute, d’intesa  con il Ministero  della Salute,  finalizzato  a tutelare  la salute  pubblica  e verificare  il rispetto  delle qualità  e della sicurezza  dei servizi  durante  il periodo  vacanziero  e turistico.

Dal mese  di  giugno  ad  oggi  il NAS  di  Reggio  Calabria   ha effettuato   168  ispezioni  che  hanno determinato   l’accertamento    di irregolarità   in 81  strutture  a seguito  dei quali  sono  state  segnalate alle Autorità  Giudiziaria   e Sanitaria  77 operatori  di settore  e contestate  oltre  155 sanzioni  per un valore complessivo   di 130.502  mila Euro.

Nel  corso  dei  controlli   sono  state  sequestrate   2  tonnellate   di  alimenti   non  idonei  al  consumo umano, eseguendo  provvedimenti   di chiusura  di 10  imprese  commerciali  irregolari

In particolare,   la metà  delle  verifiche  ha interessato   il  settore  della  ristorazione:   su  168 controlli,

81  hanno evidenziato   irregolarità,  per i  quali 21 gestori  sono  stati deferiti  alla competente   Procura della Repubblica,  e 13 attività  tra ristoranti,  pizzerie,  gastronomie   e lidi balneari  sono stati oggetto di sospensione  o chiusura.  Proprio a causa di gravi situazioni  emerse  dagli esiti dei controlli. Particolare  riscontro  ha avuto  una  ispezione  durante  controlli  degli  Stabilimenti   Balneari,  ove  in Scilla  (RC),  è stata  accertata   la  presenza   di  un  laboratorio   di  produzione   e  conservazione   di prodotti  alimentari,   per fornire i pasti  a stabilimenti  balneari,  privo di titolo autorizzativo   ed al cui interno  sono stati rinvenuti  frigoriferi  e congelatori  con alimenti  in cattivo  stato di conservazione   e privi  di  tracciabilità.   Sospeso  il locale  abusivo  e sequestrate   1,2   tonnellate  di  alimenti  (prodotti ittici e preparati  vari)

Oltre  alle  verifiche  della  filiera  alimentare   e turistica,   i  Carabinieri   del NAS  di  Reggio  Calabria hanno  effettuato   nr.  7 di  ispezioni  a  strutture   Socio-Assistenziali    per  anziani,  in  cui  sono  state deferite  alle  varie  Autorità   Competenti   nr.  3  persone  e  sono  state  chiuse  2  strutture  per  varie irregolarità.

Nel  periodo  in  esame  è stata  posta  particolare   attenzione   anche  alle  strutture  adibite  a “Campi Estivi per  Bambini”  dai  cui  controlli   è  stata  chiusa   un’intera    area   ludica   priva  di  qualsiasi relazione  tecnica  che attestava  i  requisiti  di sicurezza,  per un valore di Euro 400.000.