Morire di carcere e in carcere: la Calabria si mobilita per l’iniziativa della conferenza nazionale dei garanti territoriali prevista per il 18 aprile, il garante Muglia: “Abbattiamo le barriere dell’indifferenza e dell’odio sociale, restituiamo dignità alle persone”

Fervono i preparativi dei Garanti dei diritti delle persone detenute presenti in Calabria per l’iniziativa indetta dalla Conferenza nazionale dei Garanti territoriali delle persone private della libertà personale che si terrà il prossimo 18 aprile, a distanza di un mese dall’appello del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Alle ore 12.00, contestualmente in tutte le regioni, si darà lettura dei nominativi dei detenuti e degli agenti di polizia penitenziaria che si sono tolti la vita, nonché dei nominativi dei detenuti deceduti per malattia ed altre cause da accertare.
Si tratta di un elenco “agghiacciante”, sottolinea il documento della Conferenza dei Garanti, uno “stillicidio insopportabile, al pari della sensazione di inadeguatezza delle attività di prevenzione”, che rappresenta il prodotto della “lontananza” dal carcere e dall’intera comunità penitenziaria.
L’appello della Conferenza, che analizza le diverse criticità del circuito penitenziario, si conclude con la richiesta di norme specifiche ed urgenti e di provvedimenti concreti da assumere in tempi rapidi.
Il Garante regionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, Luca Muglia, ha rimarcato che “dalla Calabria verranno segnali decisi ed importanti tesi a richiamare l’attenzione del legislatore, della società civile e dell’opinione pubblica sulle gravi condizioni di vulnerabilità che affliggono quotidianamente le persone private della libertà personale. L’impennata di suicidi e di eventi critici richiede uno sforzo comune che abbatta le barriere dell’indifferenza e dell’odio sociale, occorre restituire dignità alle persone detenute”.
“La manifestazione del 18 aprile” – ha concluso il Garante regionale – “si svolgerà con modalità diverse presso le città di Catanzaro, Cosenza, Crotone, Palmi e Reggio Calabria, a cura dei Garanti comunali, provinciali e metropolitani, che ringrazio per l’operosità e la preziosa collaborazione. La maggior parte degli eventi si terrà presso gli ingressi e/o le scalinate dei Palazzi di Giustizia o delle Corti di Appello. In alcuni casi è prevista anche una conferenza stampa degli organizzatori. Io sarò presente, personalmente, a Cosenza, dove l’iniziativa sarà realizzata presso il Palazzo di Giustizia in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Cosenza, la Camera penale “Fausto Gullo” e l’Osservatorio carcere dell’Unione Camere Penali, con l’adesione di tutte le associazioni forensi e delle associazioni di volontariato o del terzo settore. Seguirà una conferenza stampa, all’interno della Biblioteca “M. Arnoni”, nel corso della quale verranno illustrati i contenuti dell’appello della Conferenza Nazionale dei Garanti territoriali, la specificità della situazione penitenziaria calabrese e la posizione dell’avvocatura sul tema dei suicidi in carcere e dei diritti fondamentali delle persone private della libertà personale”.

VIBO V. – Spacciatore arrestato in flagranza

Nell’ambito dell’impegno costante della Procura della Repubblica guidata da Camillo Falvo, nella lotta al traffico di stupefacenti, i Carabinieri delle Stazioni di San Calogero e Tropea hanno colto in flagranza un presunto pusher mentre cedeva una dose di eroina.

In particolare, la prontezza d’azione dei Carabinieri in servizio perlustrativo, ha permesso di individuare l’atteggiamento sospetto dello spacciatore all’atto di consegnare la sostanza stupefacente. Sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di altre 12 dosi di eroina nascoste abilmente in un contenitore da rullino fotografico.

L’arrestato è comparso dinanzi al Tribunale per la direttissima e lunedì mattina il giudice ha convalidato l’arresto, disponendo, come misura cautelare, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Per l’assuntore è scattata la segnalazione alla Prefettura di Vibo Valentia e avviato un percorso di recupero come previsto dalla normativa.

Il Procuratore ha sottolineato l’importanza di continuare l’attività di controllo del territorio, in particolare nel settore dello spaccio di sostanze stupefacenti. La Procura non trascura l’opportunità di promuovere campagne di sensibilizzazione, coinvolgendo le forze dell’ordine, presso gli istituti scolastici, affinché i giovani scelgano di essere liberi e non schiavi delle droghe.

Una strategia volta a preservare l’integrità e il futuro dei ragazzi, proteggendoli dai loschi individui che cercano di infatuarli con l’illusione di guadagni facili, ma che in realtà li condurrebbero in un vortice senza via d’uscita.

Carceri: Occhiuto incontra D’Ettore, presto protocollo su medicina penitenziaria

Il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, ha incontrato, presso il suo ufficio alla Cittadella di Catanzaro, il garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, Felice Maurizio D’Ettore.

Durante la riunione si è analizzato il protocollo stipulato, su iniziativa del procuratore Nicola Gratteri, tra la Procura di Napoli e l’Asl Napoli 1 per intervenire, rafforzando la prevenzione, sulla medicina penitenziaria e sugli episodi più acuti.

Lo stesso Protocollo verrà replicato nelle prossime settimane in Calabria, adeguandolo alle peculiarità del territorio e ai bisogni delle realtà penitenziarie regionali.

In Calabria è ormai riconosciuta l’eccellenza del Centro clinico di sanità penitenziaria della Casa circondariale “Ugo Caridi” di Catanzaro – diretto da Giulio Di Mizio -, struttura hub regionale presso la quale vengono accolti da tutta Italia detenuti con pluripatologie ad elevato impatto assistenziale, e unico centro in Italia con reparto di riabilitazione e piscina per idrochinesiterapia. Progetto possibile anche grazie al determinante supporto dell’Asp di Catanzaro, guidata dal generale Antonio Battistini.

Fondamentale il lavoro portato avanti dal garante regionale dei diritti delle persone private della libertà personale, Luca Muglia, per vigilare sulle condizioni dei detenuti e, in particolare, di coloro che devono scontare la pena pur se affetti da malattie.

In questo scenario, va sottolineata una positiva iniziativa dell’Asp di Reggio Calabria che sta sperimentando l’introduzione della telemedicina all’interno delle case circondariali della Provincia.

L’obiettivo di tutte le iniziative che verranno intraprese, ha sottolineato il garante nazionale, è quello di attuare integralmente i valori costituzionali – in Calabria come in altre Regioni d’Italia – anche per le persone detenute e private delle libertà personali.

CALABRIA – Sbarca nella capitale la comicità del Festival “Facce da bronzi”

Il Festival promosso e ideato dall’associazione “Calabria dietro le quinte APS” e la direzione artistica dall’autore di Zelig e Mad In Italy Alessio Tagliento, continua il suo tour in diverse città italiane alla ricerca di nuovi talenti della comicità. Dopo aver fatto tappa a Samarate e Aversa, la decima edizione approda a Roma il prossimo 12 aprile alle ore 21 presso il quartiere di San Lorenzo, nel rinomato circolo culturale Al Muretto, sede di eventi e spettacoli dedicati alla comicità. Lo spettacolo, con il patrocinio del Municipio II di Roma Capitale e la collaborazione di RomedyShow, sarà presentato dal comico reggino Giuseppe Scorza e vedrà l’esibizione di nove comici provenienti da diverse regioni: Alessio Lupo da Palermo, Mauro Lazzarin da Bovolenta (Padova), Chiara  Mercurio da Prato, Rocco D’amelio da Roma, Enea Salicioni e Filippo Matteoni (BROMANCE) da San Marino, Chiara Lippi da Genova, Marco Ferrari (SURREALMAN) da Cerveteri, Simone Zibra da Andreis (PN), Vincenzo Barone Lumaga da Torre del Greco, Daniele Bulgarini da Castelfidardo (AN) . Un’attenta giuria tecnica composta dall’attore del Bagaglino Gigi Miseferi, dal comico romano Gianluca Giugliarelli reduce dal programma di raidue Mad In Italy, dal comico di Made in sud Marco Capretti e da Giuseppe Mazzacuva attore comico e patron del Festival, selezionerà gli altri finalisti che si esibiranno il 26 maggio al teatro Cilea di Reggio Calabria, in una serata d’eccezione con ospite speciale il comico romano di Zelig Dado. Il Festival farà tappa anche nella città di Lamezia Terme l’11 maggio al teatro “Grandinetti”, con un evento speciale dedicato alla comicità femminile dal titolo “Facce da bronzi PINK”. La manifestazione a carattere nazionale è sostenuta dall’avviso “Attività culturali 2022” PAC 2014-2020 della Regione Calabria con il patrocinio della città Metropolitana di Reggio Calabria, del Comune di Reggio Calabria e di Unicef Italia.

Per conoscere il programma del festival è possibile consultare il sito www.calabriadietrolequinte.it e le pagine social @calabriadietrolequinte

CROTONE – Celebrato il 172° Anniversario della fondazione della Polizia di Stato

Stamane, a Crotone, è stato celebrato il 172° Anniversario dalla fondazione della Polizia di Stato, nel segno del tema “ Esserci sempre ”.

La cerimonia è stata preceduta dalla deposizione di una corona di alloro presso la stele posta all’interno del cortile della Questura, da parte del Prefetto Francesca Ferraro e del Questore Marco Giambra, per rendere gli onori ai caduti della Polizia di Stato.

Quindi, la cerimonia si è spostata in Piazza della Resistenza, davanti la Casa Comunale, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose.

Dopo la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia, il Questore ha tenuto un discorso celebrativo con cui ha illustrato le attività svolte e i risultati conseguiti nel corso dell’anno dalle varie articolazioni della Polizia di Stato della provincia, dando atto dell’impegno e del sacrificio di tutto il personale.

CALABRIA – Al via la seconda edizione del progetto “Cultura è sicurezza”, Princi: “Sensibilizziamo il personale sui rischi sismici ed idrogeologici”

“Dopo il grande successo della scorsa edizione, che ha coinvolto ben oltre 150 docenti calabresi, avranno inizio il prossimo 17 aprile, all’ I.T.E. “Grimaldi Pacioli” di Catanzaro, guidato dalla dirigente Cristina Lupia, le attività formative di approfondimento sui rischi ambientali e antropici che interessano la nostra regione. Al primo incontro a Catanzaro, che coinvolgerà anche la provincia di Crotone, seguiranno altri appuntamenti: il 18 e 19 aprile al Liceo scientifico “A. Volta”, diretto da Marisa Monterosso, per la città metropolitana di Reggio Calabria; il 22 aprile al Liceo Statale “Vito Capialbi” guidato dal dirigente Antonello Scalamandrè, per la provincia di Vibo Valentia; il 23 e 24 aprile all’I.C. “Gullo Cosenza Quarto” diretto da Rosa Maria Paola Ferraro, per la provincia di Cosenza”.

È quanto dichiara la vicepresidente della Giunta della Regione Calabria, Giusi Princi.

Gli incontri, promossi dal Dipartimento di Protezione Civile regionale, con la proficua collaborazione dell’Ufficio scolastico regionale, di cui è dirigente generale Antonella Iunti, coinvolgeranno tutte le province calabresi e avranno come destinatari i referenti di educazione civica e i responsabili del servizio prevenzione e protezione (rspp) di ogni Istituto del territorio.

Le attività, condotte anche per questa edizione dal professor Agostino Miozzo, già direttore generale del Dipartimento di Protezione Civile nazionale, e da Domenico Costarella, direttore generale della Prociv regionale, avranno come obiettivo l’analisi e l’approfondimento di tematiche legate alla percezione, conoscenza e gestione dei rischi naturali che interessano il territorio calabrese.

“Viviamo in una regione bellissima e vulnerabile perché – sottolinea Princi – fortemente esposta a rischi naturali. Da vicepresidente e donna di scuola, trovo fondamentale che gli studenti, per il tramite dei loro docenti, siano coinvolti in un percorso civico teso alla conoscenza dell’alto rischio sismico ed idrogeologico che caratterizza la nostra terra, nonché del ruolo determinante offerto dal servizio nazionale della Protezione Civile. Solo attraverso la conoscenza e la prevenzione – rimarca infine la vicepresidente – è possibile avere un approccio attivo nei confronti di questi fenomeni, così da ridurre la vulnerabilità e l’impatto che posso avere sulla nostra vita”.

REGGIO – Annunciato per novembre l’arrivo a Catanzaro e Reggio del musical “Grease” per “Fatti di musica 2024”: da oggi la prevendita

Parte oggi su Ticketone la vendita dei biglietti per le date di “Grease il Musical” in Calabria, confermate per il 23 e 24 novembre al Teatro Politeama Foglietti di Catanzaro e, a seguire, il 25 e 26 novembre al Teatro Francesco Cilea di Reggio. Lo spettacolo, prodotto dalla Compagnia della Rancia, farà parte del ricco programma di Fatti di Musica 2024, la 38° edizione del Festival-Premio del Live d’Autore diretta da Ruggero Pegna, che presenta e premia con il Riccio d’Argento del maestro orafo crotonese Gerardo Sacco alcuni dei live più belli e attesi dell’anno. A Grease, il riconoscimento sarà assegnato nella sezione riservata ai “Migliori Musical”.
Con più di 50.000 spettatori nei soli primi tre mesi del Tour 2024 partito dal Teatro Vaccaj di Tolentino, “casa” di Compagnia della Rancia, e una lunga collezione di “tutto esaurito”, Grease si conferma il musical più amato. Un’autentica greasemania che, partita da Broadway nel 1971, passando per il film cult con John Travolta e Olivia Newton John del 1978, ha contagiato milioni di persone in tutto il mondo.
Lo spettacolo di Jim Jacobs e Warren Casey, con la regia di Saverio Marconi e la regia associata di Mauro Simone, che ha dato il via ad una vera musicalmania, è una festa travolgente che accende il pubblico di tutte le età. Negli anni si è trasformato in un vero fenomeno di costume “pop”: un cult intergenerazionale, sempre attuale ed amatissimo anche dai giovani che si immedesimano in una storia d’amore e di amicizia senza tempo, dal messaggio inclusivo. Dopo più di cinquant’anni dall’esordio, l’energia elettrizzante continua a vivere sui palchi di tutto il mondo, grazie alla storia d’amore tra Danny e Sandy e all’inconfondibile colonna sonora, con brani indimenticabili come Restiamo Insieme, Greased Lightnin e Sei perfetto per me, nella versione italiana di Franco Travaglio e Michele Renzullo, a ritmo di rock’n’roll.
In scena, un affiatatissimo gruppo di 18 giovani e talentuosi performer che, attraverso i linguaggi della danza, del canto e della recitazione, danno nuova luce a personaggi diventati icone generazionali: Sandy, dal volto angelico e la voce travolgente, Danny, irresistibile rubacuori, Pink Ladies, T-Birds, gli studenti della Rydell High School e un particolarissimo angelo rock. La coreografa Gillian Bruce ha costruito “sartorialmente” su di loro le coreografie, rendendole ancora più energiche ed esplosive. I nuovi costumi (oltre 80), un’esplosione di colori e tessuti cangianti, sono della costumista Chiara Donato. I linguaggi della danza, del canto e della recitazione, si integrano perfettamente con la scenografia a firma di Gabriele Moreschi; il team creativo comprende anche Valerio Tiberi, che firma il coloratissimo disegno luci insieme a Emanuele Agliati, in collaborazione con Francesco Vignati. Gli aspetti musicali sono curati da Enrico Porcelli per il disegno fonico, Gianluca Sticotti per la direzione musicale e gli arrangiamenti vocali, Riccardo Di Paola per arrangiamenti e orchestrazioni.
“Affrontiamo ogni edizione – sottolinea il regista Saverio Marconi – con lo stesso entusiasmo, per garantirne il successo in linea con il “marchio di fabbrica” di Rancia, fatto di qualità, talento, emozioni, coinvolgimento.”. “Ogni allestimento di Grease è l’occasione per introdurre nuove idee registiche, di concerto con tutto il team creativo e i performer in scena – prosegue il regista associato Mauro Simone – per portare sul palcoscenico quello che è ormai un classico del teatro musicale, ma che resta aperto a suggestioni e spunti sempre nuovi e attuali.”. Tutte le informazioni sono reperibili allo 0968441888 e su grease.musical.it/tour e ruggeropegna.it, oltre alle varie pagine social.

CROTONE – Controllo ad attività di sala giochi ed internet point, due denunciati

Nella giornata del 5 aprile 2024, personale della Polizia di Stato ha effettuato un controllo amministrativo nei confronti di un’attività di sala giochi ed Internet Point, ubicata nel Comune di Crotone.

 

Nel corso dell’attività di controllo, espletata da personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale – Squadra Amministrativa e del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, si è accertato che la predetta attività era condotta in assenza di autorizzazione rilasciata dal Sig. Questore di Crotone.

 

Pertanto, il titolare dell’attività ed un dipendente, identificato all’atto del controllo quale conduttore dell’esercizio commerciale, sono stati deferiti all’A.G., per il reato di esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa.

 

Nella circostanza sono state sequestrate nr. 244 ricevute da gioco, due PC e la stampante utilizzata per l’attività illegale.

VIBO V. – Riciclaggio di autovetture rubate: la Polizia di Stato sottopone il responsabile alla misura cautelare dell’obbligo di dimora e sottopone a sequestro preventivo una società

All’esito di articolate attività investigative dirette dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia, nella mattinata del 5 aprile scorso, gli Agenti della Squadra Mobile di Vibo Valentia, coadiuvati da operatori del Commissariato di P.S. di Serra San Bruno (VV), della Sezione Polizia Stradale di Vibo Valentia e del locale Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica, hanno dato esecuzione alla misura cautelare dell’obbligo di dimora con obbligo di permanenza notturna a carico di un soggetto, nonché al sequestro preventivo di una società dedita alla rivendita di autovetture e soccorso stradale.
Il predetto risulta indagato in concorso con altre due persone per il reato di riciclaggio di una autovettura e un furgone, provento di furto commesso fuori dalla provincia vibonese. Gli anzidetti veicoli erano stati sottoposti a modifiche e alterazioni tesi a cambiarne i segni identificativi, così da nascondere la provenienza illecita del mezzo e reintrodurlo nel mercato legale.
Gli approfondimenti investigativi esperiti dalla Squadra Mobile, anche con il supporto tecnico della Sezione Polizia Stradale di Vibo Valentia, hanno consentito di individuare e identificare i presunti autori delle condotte delittuose.
Tra gli indagati è presente anche il titolare di una officina il quale è emerso essersi adoperato per rimuovere delle serigrafie presenti sul furgone così da ostacolare la riconducibilità del mezzo a quello oggetto di furto.
La Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Camillo Falvo, ha pertanto richiesto l’adozione di misura cautelare, tesa a impedire la reiterazione del delitto, oltre che il sequestro preventivo di una società di rivendita e noleggio di autovetture, gestita dai due principali indagati.
Sulla scorta degli elementi probatori raccolti l’Ufficio G.I.P. presso il Tribunale di Vibo Valentia ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza con contestuale obbligo di permanenza domiciliare notturna nei confronti di uno degli indagati, nonché il sequestro preventivo della società, cui si è dato esecuzione nella mattinata del 5 aprile u.s.
Si specifica che i provvedimenti adottati in fase investigativa e/o dibattimentale non implicano alcuna responsabilità dei soggetti sottoposti ad indagini ovvero imputati e che le informazioni sul procedimento penale in corso sono fornite in modo da chiarire la fase in cui il procedimento pende e da assicurare, in ogni caso, il diritto della persona sottoposta ad indagini e dell’imputato a non essere indicati come colpevoli fino a quando la colpevolezza non è stata accertata con sentenza o decreto penale di condanna irrevocabili.

CALABRIA – L’assessore Varì al Selecting Italy 2024 di Trieste: “Abbiamo creato diverse misure per attrarre investimenti”

La Regione Calabria, con l’assessore allo sviluppo economico e attrattori culturali, Rosario Varì, ha partecipato al Selecting Italy 2024, il più importante evento di sistema per l’attrazione degli investimenti esteri in Italia, organizzato dalla Conferenza delle Regioni e dalla Regione Friuli Venezia Giulia, che si è svolto a Trieste l’8 e il 9 aprile.

Insieme all’assessore Varì, alla prima tavola rotonda, dal titolo “super computing per l’attrazione degli investimenti”, ha partecipato il professor Gianluigi Greco, esperto di fama internazionale in tema di intelligenza artificiale, testimonial di eccezione per la Regione.

Anche per il workshop incentrato sui temi della manifattura avanzata, l’intervento dell’assessore è stata arricchita dalla presenza di Maria Francesca Marino, direttrice dello stabilimento Baker Hughes di Vibo Valentia, caso imprenditoriale di assoluta rilevanza in ambito di attrazione regionale degli investimenti esteri.

Di nuove imprese e nuovi potenziali si è discusso nel terzo momento di presenza regionale, in occasione del quale l’assessore Vari ha illustrato le direttici di sviluppo della Regione nell’ ambito dell’trazione degli investimenti e dell’innovazione.

“L’’attrazione degli investimenti – sostiene l’assessore Varì – è un’attività importante per la crescita e lo sviluppo del territorio. Il governo regionale ha da poco istituito, anche a tal fine, l’Arsai, l’Agenzia regionale per lo sviluppo delle aree industriali e l’attrazione degli investimenti, che si occuperà, attraverso un apposito organo di governance dedicato, proprio a questa fondamentale attività. Per attrarre investimenti stiamo lavorando in diverse direzioni. Abbiamo destinato significative risorse per la valorizzazione e la infrastrutturazione delle aree industriali, in modo tale che le imprese insediate e che vorranno insediarsi sul nostro territorio godano di servizi migliori. Inoltre, stiamo predisponendo – specifica Varì – una piattaforma con la mappatura e la georeferenzazione di aree, servizi e imprese disponibili, fruibili e presenti sul nostro territorio, in modo da poter raccontare in maniera smart attraverso un’apposita vetrina telematica le opportunità presenti sul nostro territorio. Abbiamo creato e messo a disposizione una serie cospicua di misure incentivanti per chi intende investire in Calabria, sostenendo le aziende che vorranno insediarsi e soprattutto quelle che vorranno sfruttare le opportunità offerte dalla transizione energetica e da quella digitale”.

“Sosteniamo il rafforzamento dell’ecosistema dell’innovazione – aggiunge infine l’assessore Varì –, che in Calabria è particolarmente dinamico grazie alla presenza di centri di ricerca, innovation hub, its, le tre a università e, soprattutto, l’Unical, ateneo che nelle disciplina stem primeggia tra le università italiane laureando ingegneri ed informatici particolarmente qualificati e ciò significa che abbiamo giovani competenze che costituiscono un attrattore naturale per tutte le imprese e le grandi multinazionali verso il nostro territorio. Se a questo aggiungiamo le opportunità energetiche e logistiche che la nostra Regione può offrire, nonché le bellezze naturali, i siti culturali e i prodotti di eccellenza presenti sul nostro territorio, ritengo sussistano i presupposti per far sì che la Calabria diventi una ragione attrattiva per gli investitori esteri”.