CROTONE – Rumeno sorpreso in sagrestia con indosso abiti talari e paramenti: arrestato dalle volanti

Il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha tratto in arresto un  rumeno di 27 anni,  per i reati di furto aggravato, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Intervenuti in una chiesa del centro storico per segnalazione di furto in atto, gli agenti hanno individuato un soggetto, con indosso un abito talare e i paramenti religiosi, intento a rovistare all’interno della sagrestia, dopo aver aperto e danneggiato l’offertorio e un mobile, da cui aveva asportato i soldi delle offerte e il calice sacerdotale.

Alla vista degli operatori, il giovane straniero ha impedito loro l’ingresso, chiudendo repentinamente l’accesso alla sagrestia, in cui si era barricato, per cui, dopo diversi inviti ad aprire, rimasti inascoltati,  la relativa porta è stata  scardinata, consentendo di bloccare l’uomo, il quale ha desistito solo dopo l’estrazione, da parte di un agente, della pistola ad impulsi elettrici TASER.

Quindi, il giovane, il quale si era impossessato, altresì, di altri cinque abiti talari, che aveva indosso, è stato tratto in arresto, ed associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone.

 

Il Senato da l’ok al decreto Calabria, smetteranno le azioni esecutive contro l’ ASP e l’AO

«Il decreto Calabria è stato approvato dall’Aula del Senato rispettando i temi che auspicavamo, e adesso andrà alla Camera per il via libera finale»

Lo rende noto in una  nota stampa Roberto Occhiuto, presidente della regione Calabria.

Occhiuto ha manifestato la propria soddisfazione in merito alla proroga del decreto, che permetterà alla regione di migliorare sensibilmente il sistema sanitario regionale.

“Le Aziende sanitarie provinciali e le Aziende ospedaliere calabresi potranno dunque ripianare i propri debiti, senza il rischio di incorrere in operazioni di pignoramento o di recupero coatto da parte dei creditori. Una buona notizia che ci permetterà di concludere con tranquillità ma anche con tanta determinazione l’azione intrapresa dal governo regionale, con la fattiva collaborazione della Guardia di Finanza, per l’accertamento del debito della sanità calabrese, per sanare i bilanci, pagare coloro che devono essere pagati, e ripartire con programmazioni e investimenti. Ringrazio per il supporto e per il prezioso lavoro governativo e parlamentare, il ministro della Salute, Orazio Schillaci, il sottosegretario Marcello Gemmato, la capogruppo di Forza Italia a Palazzo Madama, Licia Ronzulli e il senatore azzurro Francesco Silvestro, e la relatrice del provvedimento, la senatrice della Lega Tilde Minasi”.

 

CALABRIA – Regione: il Wine Awards Calabria, giovedì 1 Dicembre al Politeama di Catanzaro

SPAZIO ED ATTENZIONE AI VINI CALABRESI PREMIATI NEL 2022

I numeri relativi all’export parlano chiaro: il +36% relativo alle esportazioni di prodotti agroalimentari calabresi nel primo semestre del 2022 è un dato che simboleggia al meglio la qualità dei prodotti “made in Calabria”. Il lavoro svolto dalle aziende del settore, con il sostegno della Regione Calabria, ha portato i frutti sperati anche attraverso un’azione di promozione in contesti internazionali come fiere, esposizioni e concorsi.

Per quanto concerne, poi, il settore enologico, il 2022 non è stato solo l’anno della ripresa e della crescita, ma anche quello del “Concours Mondial de Bruxelles”, il più importante concorso a livello mondiale, che ha visto protagonisti, tra gli altri, alcuni vini calabresi.

Per chiudere al meglio un anno decisamente positivo, arriva adesso una manifestazione pensata per dare la giusta visibilità ad aziende calabresi che, nel corso del 2022, hanno ottenuto riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Per questo nasce “Wine Awards Calabria”, una kermesse organizzata dall’Assessorato alle politiche agricole della Regione Calabria, in collaborazione con Arsac, Comune di Catanzaro e Unioncamere, che si svolgerà giovedì 1 dicembre alle ore 17, presso il Teatro Politeama di Catanzaro, e che racconterà quella che è la percezione del vino calabrese nel mercato mondiale.

Una buona occasione per creare sinergie nel settore agroalimentare anche con gli imprenditori ospiti che operano in ogni ambito del sistema produttivo dell’agroalimentare, affinché si possa fare rete nelle variegate produzioni tra cui le dop e igp, che devono acquisire con gli sforzi dei privati e il supporto del pubblico un più incisivo posizionamento strategico nel mercato nazionale ed internazionale.

All’incontro, moderato dalla giornalista Donata Marrazzo, prenderanno parte personalità di spicco del settore enogastronomico.

Dopo i saluti del sindaco di Catanzaro, Nicola Fiorita, relazioneranno i giornalisti Fabrizio Carrera, Luciano Ferraro, Lara Loreti e Luciano Pignataro, il noto chef calabrese Francesco Mazzei e Michele Ruperto, Ceo Calabria Gourmet. Molto atteso anche l’intervento di Karion Meriot, Event coordinator del Concours Mondial de Bruxelles.

A chiudere i lavori sarà l’assessore alle politiche agricole della Regione Calabria, Gianluca Gallo.

La meravigliosa location e la qualità dei relatori saranno, quindi, la cornice ideale di un evento che metterà, ancora una volta, al centro il vero gusto della Calabria.

Terremoto in Calabria, epicentro a Cosenza

Una scossa di  terremoto di magnitudo ML 2.8 è stata avvertita in Calabria, con epicentro nella provincia di Cosenza, nella serata di ieri alle ore 20.02.

Il terremoto è stato registrato, precisamente nella zona: 6 km NE Parenti (CS), con coordinate geografiche (lat, lon) 39.196016.4740 ad una profondità di 10 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

CALABRIA – Giornata mondiale dell’olivo, il Consorzio Olio di Calabria IGP regala ulivo cultivar a Villacidro (Ca)

L’ulivo, consegnato dal presidente del Consorzio, verrà piantato nel parco comunale della cittadina in provincia di Cagliari Il 26 novembre si celebra la Giornata Mondiale dell’Olivo indetta dall’UNESCO quale ricorrenza che ha l’obiettivo di puntare i riflettori sul delizioso frutto che la natura regala, nonché preziosissimo nel contesto dell’economia, della cultura e dello sviluppo dei territori. In tale occasione, il Presidente del Consorzio Tutela e Valorizzazione Olio di Calabria IGP, Massimo Magliocchi è stato ospite della città di Villacidro in provincia di Cagliari, dove tra gli ulivi millenari del Parco di San Sisinnio e insieme al Presidente dell’Associazione Olivicola della città sarda, ha consegnato al primo cittadino Federico Sollai un ulivo cultivar Nera di Villacidro che successivamente verrà piantato nel parco comunale. Ed è proprio l’importanza strategica dell’olivo per l’uomo il motore che spinge a celebrare una Giornata addirittura a livello internazionale, fondamentale anche per l’ambiente e per questo nata nel 2019, da una proposta del Libano e della Tunisia, i quali hanno sottoposto al Comitato Esecutivo dell’UNESCO l’idea di valorizzare questo albero di antichissime origini e i valori che incarna. L’olivo, infatti, è un simbolo universalmente riconosciuto di pace, armonia, sostenibilità e legami profondi con il territorio. Sono innumerevoli le tipologie della pianta dell’olivo, che dipendono da dove esse crescono, dal terreno, dal clima, dalla posizione geografica, che rendono in ogni luogo della terra il prodotto unico al mondo. Così come unico al mondo è l’olio di Calabria IGP grazie anche all’intenso lavoro Consorzio ha messo in atto da tempo, a disposizione delle aziende che ne fanno parte. Soprattutto nell’ultimo periodo il Consorzio di Tutela e Valorizzazione Olio di Calabria IGP ha messo in campo efficaci strategie di promozione dell’olio calabrese che sta raggiungendo livelli di qualità eccellenti e sta attirando indiscutibilmente l’attenzione dei mercati nazionali ed internazionali

CALABRIA – Maltempo domani allerta arancio: ciclone in arrivo, scuole chiuse

Allerta meteo arancione, domani (30 novembre) alcuni comuni della Calabria stanno valutando di chiudere le scuole di ogni ordine e grado. Attivato il Centro operativo comunale della protezione civile. Si prevedono forti piogge che potrebbero dar luogo a nubifragi anche persistenti con conseguenze rilevanti. è stata disposta la chiusura della villa Comunale, dei parchi cittadini e dei cimiteri cittadini per motivi di sicurezza e pubblica incolumità.

È quanto si legge nell’ordinanza N.1752/2022 del sindaco Antonio Russo con la quale si recepisce il messaggio di allerta meteo e di pericolo di dissesto idrogeologico diramato dalla Protezione civile regionale.

Il dispositivo sindacale sarà in vigore dalla mezzanotte di oggi fino alle ore 24 di domani (mercoledì 30), salvo diverse indicazioni e aggiornamenti da parte della centrale operativa regionale della ProCiv.

 

Vibo Valentia – Arrestato il padre sospettato di violenze sessuali nei confronti della figlia minore

Gli agenti della Polizia di Stato appartenenti alla Squadra Mobile di Vibo Valentia hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Vibo Valentia su richiesta della locale Procura, diretta dal Procuratore Capo Dott. Camillo Falvo, nei confronti di un uomo sospettato di aver, per anni, commesso quotidiane violenze fisiche, psicologiche e sessuali nei confronti di sua figlia minore, dalla tenera età di 5 anni sino ad oggi, quando aveva compiuto 14 anni.

Si tratta dell’epilogo di complesse indagini che nascono dalla straordinaria forza che la minore ha dimostrato nel denunciare prima alla madre, e poi alla Polizia di Stato, venendo immediatamente ascoltata dagli investigatori insieme ad esperti di psichiatria infantile per ricostruire, non senza difficoltà e sofferenza, anni di violenze subite. Sin da subito, una volta compresa la condizione di grave pericolo in cui versava la minore, al fine di sottrarla agli abusi, veniva collocata in una località protetta.

Successivamente le indagini venivano allargate ricostruendo puntualmente tutto il periodo raccontato dalla vittima degli abusi, dapprima tramite l’escussione di molti testimoni che nel tempo avevano raccolto tracce della complessa condizione in cui versava la minore, e poi grazie alla intensa e costante collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (S.C.I.P.) del Dipartimento della P.S. con cui si riusciva ad avere una piena cooperazione nelle indagini da parte delle forze di polizia collaterali di uno Stato estero ove l’uomo, cittadino italiano, aveva dimorato a lungo prima di fare rientro sul territorio nazionale.

La vicenda evidenzia ancora una volta l’importanza di denunciare comportamenti di violenza e di abusi domestici, poiché solo infrangendo il muro del silenzio e informando le Istituzioni è possibile intervenire in tempo prima che amori malati possano degenerare.

CALABRIA – Il Garante della Salute incontra il leader del Movimento Diritti Civili

Emotivamente coinvolgente l’incontro tra il Garante della Salute della Regione Calabria, Prof.ssa Anna Maria Stanganelli e il fondatore e storico leader delMovimento Diritti Civili , Prof. Franco Corbelli, impegnato da oltre 30 anni, in battaglie civili, di giustizia, iniziative umanitarie e di solidarietà.
Sono state le morti assurde per casi di malasanità, come quella del piccolo Flavio Scutellà, a spingere il Professore Corbelli nel lontano 2008 a ideare per la prima volta in Italia, proporre e fare approvare, in prima istanza dal Consiglio Provinciale di Cosenza, la legge, poi trasmessa per competenza e definitivamente licenziata dal Consiglio Regionale della Calabria, per l’istituzione del Garante della Salute della Regione Calabria.
“ Dopo un attesa lunga 14 anni – ha dichiarato il leader di Diritti Civili – grazie alla sensibilità del Presidente del Consiglio Regionale della Calabria, On. Filippo Mancuso, del Consiglio Regionale e del Governo Regionale a guida Occhiuto , si è proceduto a questa importante nomina, che rappresenta una conquista civile per la nostra regione e un riferimento istituzionale, assieme al Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Cav. Antonio Marziale, una speranza per migliaia di cittadini e bambini, che si vedranno in questo modo difesi e tutelati e non invece, come in tanti casi, violati, con conseguenze, spesso purtroppo, anche drammatiche.”
A margine dell’incontro il Garante della Salute ha dichiarato: “Aver incontrato il Professor Corbelli, definito dalla stampa nazionale Apostolo di carità, ha suscitato in me una profonda emozione. Il suo impegno ultratrentennale a difesa dei diritti umani sarà per me da stimolo per espletare il complicato ma entusiasmante compito che mi attende”.

Virtus Rosarno-Real Pizzo sospesa per rissa. Callipo: “Lo sport a cui voglio dare appoggio non è questo”

La riflessione dell’imprenditore Pippo Callipo che nella scorsa estate con grande entusiasmo e spirito di appartenenza ha deciso di sostenere la squadra della sua cittadina di origine come socio e main sponsor.

A discapito di ogni aspettativa quello di domenica allo Stadio “Giovanni Paolo II” di Rosarno non è stato affatto un bello spettacolo sportivo.
La partita tra le prime due formazioni del campionato di Prima Categoria, valida per la nona giornata del torneo, è finita sulle pagine della cronaca locale per gli episodi di violenza che si sono registrati proprio sul rettangolo di gioco. L’amaro resoconto della sfida tra Virtus Rosarno e Real Pizzo riporta della sospensione della gara al quarto d’ora dalla ripresa dopo una rissa scoppiata in campo che ha visto protagonisti giocatori, tecnici e anche qualche tifoso.

A distanza di qualche ora dall’accaduto l’imprenditore Pippo Callipo, che la scorsa estate ha deciso con convinzione di supportare il progetto sportivo del Real Pizzo, ha commentato: “Queste azioni mi lasciano molto perplesso. Ho alle spalle una militanza nel mondo dello sport lunga trent’anni e non mi era mai successo di assistere a qualcosa del genere. È pur vero che il mio ambiente è sempre stato quello della pallavolo che è una disciplina diversa rispetto al calcio definito infatti uno “sport di contatto” in cui è più facile arrivare allo scontro. Ciò però non mi aiuta a trovare una giustificazione a queste azioni di violenza che nulla hanno a che fare con l’agonismo o la rivalità calcistica. A primo impatto questa notizia mi ha lasciato sgomento perché non sono abituato né ho intenzione di abituarmi ad avvenimenti del genere”.

Pippo Callipo condanna senza mezzi termini le vicende di Rosarno e pensando a quali potrebbero essere i provvedimenti da adottare si esprime così: “Mi auguro che la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) faccia un buon lavoro prendendo le giuste decisioni per tutti. Al contempo auspico che l’arbitro abbia messo a referto i fatti accaduti in maniera corretta e veritiera. Per dare dignità a questo sport e a quanti lo seguono con passione serve una sanzione esemplare. Non si deve più permettere che i tifosi assistano a uno spettacolo pietoso come quello di domenica. Per fortuna sugli spalti non è accaduto nulla di simile ma la delusione del pubblico che era al seguito della Real Pizzo è stata tanta. Insomma, non è affatto stata una bella giornata all’insegna dei valori dello sport”.

Non ci sono scusanti per l’imprenditore Pippo Callipo che nello sport ha sempre individuato un modello formativo a cui ricorrere per educare al rispetto dell’altro e delle regole: “Questo episodio probabilmente si sarebbe potuto evitare se l’arbitro fosse intervenuto prima ossia ai primi segnali di screzi tra i calciatori. Bisognerebbe preparare i giudici di gara ad essere maggiormente attenti e più tempestivi con i provvedimenti per evitare che la situazione precipiti.  

Tutto ciò non mi incoraggia ad andare avanti con le sponsorizzazioni in ambito sportivo, nel calcio in particolare, perché non mi piace essere coinvolto, anche se indirettamente, come è accaduto in questo caso, in notizie che raccontano di fatti di violenza, di risse, di prevaricazioni. Non voglio rischiare che l’opinione pubblica associ il nome della mia azienda, main sponsor della squadra, con accadimenti di inciviltà e di pessimo gusto. Sono convinto che in futuro sia io che la Società del Real Pizzo dovremo fare una riflessione seria sulla possibilità di proseguire il rapporto di collaborazione. Lo sport a cui voglio dare appoggio non è questo”.

CATANZARO – Alessandro Preziosi e l’impegno antimafia al Magna Graecia Experience

“Una grande opportunità per far capire ai giovani che è possibile incanalare la propria libertà in modo concreto, affrancandosi dal male e dal destino segnato che spesso accompagna le famiglie del Sud come del Nord”. Così Alessandro Preziosi, apprezzato protagonista del cinema e della tv, ha sottolineato il valore del Magna Graecia Experience, il progetto ideato da Gianvito Casadonte e pensato per gli studenti degli istituti superiori di secondo grado calabresi che oggi ha offerto all’Auditorium Casalinuovo di Catanzaro un nuovo incontro d’eccezione a seguito della proiezione di “Liberi di scegliere” di Giacomo Campiotti. Lavoro ispirato al progetto antimafia nato dall’impegno di Roberto Di Bella, presidente del tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria e le cui riprese si sono svolte tra Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni.
“Far vedere questo film ai ragazzi – ha detto ancora Preziosi che interpreta un uomo di legge – è una prova, un’occasione per condividere messaggi, volti a favorire la crescita sana della società, che diversamente risulterebbero molto retorici”. Ad accompagnare l’ospite sul palco – premiato con la colonna d’argento del maestro Affidato – c’erano il regista Fabrizio Corallo e l’assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro, Donatella Monteverdi, che ha ricordato l’importanza di discutere sul tema della legalità rispetto alle nuove generazioni: “La questione della potestà genitoriale è un problema enorme delle nostre periferie dove vivono tanti bambini abbandonati a loro stessi. La sensibilizzazione parte, in questo caso, dalla giustizia, ma anche attraverso la potenza del cinema. Spero che sempre più artisti abbiano a cuore questi temi, sposando l’impegno di un progetto, come Magna Graecia Experience, che parla direttamente ai più giovani che potranno essere gli attori, registi e produttori di domani”.
La rassegna promossa con il sostegno di Ministero della Cultura, Calabria Film Commission e Comune di Catanzaro – con il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale ed in collaborazione con la LILT Catanzaro – continuerà domani con un momento dal profondo valore sociale: sul palco salirà Giulio Golia, l’inviato de Le Iene, incontrando dal vivo i protagonisti di alcuni suoi servizi: Franco e Andrea Antonello de “I Bambini delle Fate”, un’impresa sociale che dal 2005 si occupa di assicurare sostegno economico a progetti e percorsi di inclusione sociale gestiti da partner locali a beneficio di famiglie con autismo e altre disabilità.

MAGNA GRAECIA EXPERIENCE

II EDIZIONE

Programma

30 Novembre

Auditorium Casalinuovo – Catanzaro – Ore 9.00

Incontro con Giulio Golia de LE IENE e con Franco e Andrea Antonello de I Bambini delle Fate

 

1 Dicembre

Auditorium Casalinuovo – Catanzaro – Ore 9.00

ABBRACCIALO PER ME di Vittorio Sindoni

Incontro con l’attore Moisé Curia

Incontro con Salvo Noè

 

2 Dicembre

Auditorium Casalinuovo – Catanzaro – Ore 9.00

SCIALLA di Francesco Bruni

Incontro con il regista

 

3 Dicembre

Auditorium Casalinuovo – Catanzaro – Ore 9.00

LA PRIMA REGOLA di Massimiliano D’Epiro

Incontro con il regista e gli attori Darko Peric, Marius Bizau e Andrea Fuorto

 

5 Dicembre

Auditorium Casalinuovo – Catanzaro – Ore 9.00

PERDUTAMENTE di Paolo Ruffini

 

6 Dicembre

Auditorium Casalinuovo – Catanzaro – Ore 9.00

UP&DOWN di Paolo Ruffini
Con la partecipazione del regista e degli attori del film