Calabria Film Commission: Calabria protagonista ai Nastri d’Argento

Dopo i David di Donatello, Calabria protagonista anche delle candidature ai Nastri d’Argento: in gara per i premi assegnati dal Sindacato Giornalisti Cinematografici Italiani (che verranno consegnati al Maxxi di Roma il prossimo 20 giugno), ci sono infatti anche “Freaks Out”, di Gabriele Mainetti, e “Una femmina”, di Francesco Costabile, sostenuti dalla Fondazione Calabria Film Commission. In particolare, “Freaks Out” ha ottenuto 9 candidature (film, regia, attrice protagonista con Aurora Giovinazzo, attore non protagonista con Pietro Castellitto, fotografia, costumi, montaggio, casting director, colonna sonora), mentre “Una femmina” è candidato nella categoria migliore regista esordiente e in quella del migliore attore non protagonista, con Fabrizio Ferracane. Un plauso per queste candidature e per il riconoscimento del Nastro d’argento speciale che sarà assegnato a Jonas Carpignano per “A Chiara” è stato espresso dal Commissario Straordinario della Fondazione Calabria Film Commission Anton Giulio Grande.

 

REGGIO – Bottega di Cultura e Meta… Politica, convegno dal tema: “Servizi Sociali, Affidi e Genitorialità”

BCM è un laboratorio di idee, di Cultura e di Metapolitica, che si occupa di discutere, ricercare e promuovere valori, visioni del mondo e idee da porre a base della nostra Cultura e della nostra Azione a servizio del territorio reggino e del suo comprensorio metropolitano.
La Bottega di Cultura e Meta… Politica, insieme all’associazione Inside organizza per martedì 7 giugno 2022 alle ore 18:30 presso i suoi locali di via Bruno Buozzi, n. 17 un convegno dal tema: “Servizi Sociali, Affidi e Genitorialità”.
Moderati dalla Giornalista Antonella Postorino, interverranno Francesco Miraglia, avvocato del Foro di Madrid, Daniela Vita, avvocato del Foro di Reggio Calabria, Ernesto Siclari, avvocato del Foro di Reggio Calabria, Maria Pia Guarna, psicologa e Vincenzo Maria Romeo, psichiatra.
Verranno sviscerate le problematiche relative alla situazione degli affidamenti dei minori in Italia.

REGGIO – Unireggio: presentazione corso per guardie ecologiche

Martedì 7 giugno 2022 ore 12:00 – Sala Biblioteca “G. Trisolini” – Palazzo Alvaro

 “UNIREGGIO:  PRESENTAZIONE CORSO PER GUARDIE ECOLOGICHE”

“Autorizzato dalla Città Metropolitana e con stage formativo presso Ente Parco dell’Aspromonte”

 

Martedì 7 giugno 2022 ore 12:00 presso la Sala Biblioteca “G. Trisolini” di Palazzo Alvaro sarà presentato il 1° Corso autorizzato in Calabria per il rilascio della qualifica di Guardie Ecologiche con specializzazione nella Supervisione, Prevenzione e Sorveglianza del Patrimonio Forestale e Faunistico. Il Corso, realizzato ai sensi della Legge Regionale n. 19 del 21 agosto 2007 “Servizi di vigilanza ecologica – Guardie ecologiche volontarie” è autorizzato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria con Determinazione n.1574 del 24/05/2022 e prevede la possibilità di svolgere lo stage formativo presso l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte.

Al tavolo dei lavori parteciperanno:

  • Paolo FERRARA

Presidente UniReggio

 

  • Carmelo VERSACE

Sindaco f.f. Città Metropolitana di Reggio Calabria

 

  • Leo AUTELITANO

Presidente Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

 

  • Capitano ar Cosimo SFRAMELI

Docente esperto Corso Guardie Ecologiche

 

  • Antonino FALCOMATÀ

Docente esperto Corso Guardie Ecologiche

Paolo Ferrara: “Presentiamo il primo corso di qualifica in Calabria realizzato ai sensi della legislazione regionale vigente per formare e qualificare la nuova figura esperta di Guardie Ecologiche con specializzazione nella Supervisione, Prevenzione e Sorveglianza del Patrimonio Forestale e Faunistico. È una figura indispensabile che nasce con l’obiettivo di tutelare e salvaguardare i territori e le nostre ricchezze aspromontane”.

REGGIO – Il Festival delle Arti della Magna Grecia chiude la sua seconda stagione artistica

Grande successo di critica per la seconda edizione del Festival delle Arti della Magna Grecia, la manifestazione ideata e prodotta dall’associazione “Calabria dietro le quinte APS”, ha animato per oltre tre mesi con spettacoli e iniziative culturali, nonostante le difficoltà determinate dal covid, il Teatro Francesco Cilea e il cine teatro Metropolitano di Reggio Calabria. Un palinsesto di iniziative ampie e diversificate offerte alla cittadinanza e ai turisti per riscoprire la storia della Magna Grecia in occasione del cinquantesimo anniversario dal ritrovamento dei Bronzi dei Bronzi. Il Festival, diretto artisticamente dall’attore Gigi Miseferi, è stato realizzato grazie alla sinergia con gli enti istituzionali attraverso il  partenariato con il Comune di Reggio Calabria e il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, il patrocinio della Città Metropolitana di Reggio Calabria e il sostegno della Regione Calabria – PAC 2014/2020. Un’intensa rassegna teatrale che ha visto la messinscena di otto opere di teatro classico greco interpretate da importanti compagnie nazionali (Lenz Fondazione di Parma, Teatro europeo Plautino di Roma, il drammaturgo Gabriele Vacis) e regionali (Scena Nuda, Dracma, Spazio teatro, Teatro del Carro, BA17 e TeatroP). Opere in grado di far rivivere personaggi e miti della tragedia greca: da Iphigenia ad Antigone fino alle sirene del mare dello Stretto, muovendosi tra la tradizione e l’innovazione, prediligendo testi che, da un lato, si inseriscono nel solco dei grandi antecedenti, rispettosi e riconoscenti del passato, dall’altro, sono stati capaci impegnandosi a guardare oltre per incentivare autentiche forme di promozione umana e di contemporaneità. Con lo stesso valore sono state realizzate all’interno del Festival emblematiche iniziative culturali e formative dedicate al teatro e alla cultura magno greca: l’interessante masterclass di messinscena tragica con la docente Auretta Sterrantino dell’ADDA, la masterclass di recitazione teatrale con l’attore nazionale Piermaria Cecchini, il workshop di scritture del tragico con il docente Carlo Fanelli, l’incontro-dibattito sulle politiche teatrali in Calabria con il contributo di esperti, istituzioni e compagnie regionali, la performance “racconti dalle correnti” con il cantastorie Fulvio Cama, l’incontro letterario “Muse e Poeti della Magna Grecia” in collaborazione con Città del Sole edizioni e Anassilaos e, infine, una ricca sezione artistica rivolta ai bambini con spettacoli e laboratori creativi. Iniziative di alta qualità culturale realizzate con il supporto di importanti enti nazionali, come: l’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa e la FITA – Federazione Italiana Teatro Amatori.

“Il FAMAG ha rappresentato per Reggio Calabria un evento culturale diversificato per mettere in risalto la bellezza dei luoghi e del nostro patrimonio culturale attraverso il teatro, l’arte e la cultura – afferma il presidente Giuseppe Mazzacuva -. Abbiamo provato a sensibilizzare i giovani coinvolgendoli in questo viaggio nella storia per poter ricreare quel profondo legame con le origini magno greche del nostro territorio ma con molte difficoltà, perché spesso abbiamo riscontrato poca attenzione da parte delle scuole nell’essere soggetti attivi e promotori dell’offerta culturale della nostra città. Nonostante ciò, il festival è riuscito a promuovere la città di Reggio Calabria come un palcoscenico privilegiato di esperienze artistiche fortemente legate e radicate sul territorio e alle sue tradizioni millenarie. Le iniziative del Festival non finiscono qui, poiché abbiamo previsto per il mese di luglio un evento speciale dedicato proprio al patrimonio culturale di Reggio Calabria e ai Bronzi di Riace con la presentazione del video emozionale girato negli scorsi mesi che vede l’interpretazione dell’attore Gigi Miseferi, le suggestive coreografie della ballerina Samuela Piccolo e la partecipazione del giovanissimo attore reggino Marco Lo Re”.

Per seguire le iniziative del Festival è possibile consultare il sito web del festival : www.festivalartimagnagrecia.it

CALABRIA – Rete Edih, Loizzo (Lega): università calabresi e CNR esclusi dal bando europeo per la transizione digitale

RETE EDIH, LOIZZO (LEGA): UNIVERSITA’ CALABRESI E CNR ESCLUSI DAL BANDO EUROPEO PER LA TRANSIZIONE DIGITALE.  E I NOSTRI GIOVANI CONTINUANO AD EMIGRARE!!!
Nell’agosto del 2020, il Mise selezionava 41 progetti nazionali.
Bisognava individuare la rete degli European Digital Innovation Hub.
I 41 hanno avuto accesso alla call  ristretta promossa direttamente dalla Commissione Europea. I vincitori verranno finanziati al 50% dall’Europa, tramite le risorse del Digital Europe Programme, e al 50% dall’Italia.
Altri progetti riceveranno comunque il “seal of excellence” e saranno finanziati al 50% dall’Italia e il resto dovranno procurarselo dai privati.
Agli stessi vincitori il compito di “assicurare la transizione digitale dell’industria, con particolare riferimento alle PMI, e della pubblica amministrazione attraverso l’adozione delle tecnologie digitali avanzate, Intelligenza Artificiale, Calcolo ad Alte Prestazioni e Sicurezza Informatica”.
Secondo quanto si apprende (la fonte principale è Innovation Post), sperando che si tratti di notizie che verranno smentite,  sembrerebbero 13 i progetti che hanno passato il vaglio della selezione europea.
Avranno un contratto di sovvenzione per i primi 36 mesi (parrebbero circa duecento milioni) con la possibilità di estensione a 48 mesi.
Ben Sette anni. Sette anni per guidare la transizione dell’intera nazione.
I progetti meritevoli sono riportati di seguito.
Altri 17 progetti sono stati ritenuti di buona qualità. Hanno ricevuto il “Seal of Excellence”. Non saranno finanziati dalla UE ma riceveranno un contributo del 50 per cento dal Governo nazionale.
Undici invece gli esclusi.
Tra cui alcuni eccellenti. Purtroppo, in particolare, il citatissimo LAiCy InnCal (Calabria).
Si tratta di un progetto promosso da Unical, Università Magna Graecia di Catanzaro, Università Mediterranea di Reggio Calabria e CNR. Riguarda la costituzione di un Polo d’Innovazione Digitale operante in Calabria e focalizzato su Intelligenza Artificiale e Cybersecurity.
Pare che progetto non avesse requisiti di qualità eccellente.
In pratica tutte le nostre Università sarebbero state escluse.
Speriamo non sia vero. Qualcuno raccontava che è l’ultima occasione per agganciare la nostra Regione e i nostri giovani al treno dell’innovazione. Se così fosse e se risultasse al vero la cocente bocciatura, forse la Regione Calabria dovrà farsi carico per intero del costo complessivo del progetto e puntare sulle nostre sole risorse.  Scommettere cioè che il progetto, ancorché bocciato dall’Europa, abbia invece una sua valenza intrinseca.
Vedremo.
Elenco non ufficiale dei 41  progetti e loro valutazione:
I 13 promossi:
DIHcube – promosso dall’Ance per l’edilizia nazionale.
Cetma DihSme – sull’ingegneria dei materiali tra Puglia e Basilicata.
ER2digit della Regione Emilia  Romagna.
MicroCyber dell’Ente Nazionale per il Microcredito, con focus sul Mezzogiorno (Sicilia, Calabria, Campania, Basilicata, Sardegna, Puglia, Molise)
HSL (Heritage SmartLab) è il progetto di Basilicata Creativa (industrie culturali e creative).
Dante è promosso dal Cluster Tecnologico Nazionale SMILE.
EDIH4Marche di Confindustria Marche.
Chedih  su Salute e Agroalimentare promosso dall’Università di Torino e dedicato a Piemonte e Valle D’Aosta.
i-NEST in ambito telecomunicazioni promosso dal CNIT.
Toscana X.0 è quello territoriale toscano.
P.R.I.D.E. – Polo Regionale per l’Innovazione Digitale Evoluta è campano.
Artes 5.0 è un progetto nazionale.
Expand è riferito ai territori di Piemonte e Valle D’Aosta.
I 17 progetti con il Seal of Excellence:
AI Magister di Profima.
Edih L, il progetto della Lombardia il suo Competence center.
HD-Motion, progetto nazionale focalizzato sui Trasporti.
UDD, dell’Umbria.
Birex ++, la proposta nazionale sulla manifattura sostenibile.
Edih4DT, per il settore pubblico del Sud Italia
DMH, la proposta per l’Italia costiera e il settore marittimo
DIS-HUB, il progetto dell’Alto Adige
AI-Pact, progetto nazionale dedicato al settore pubblico.
SharD-Hub, la proposta sarda
Innova, progetto nazionale per la PA
Pics2, progetto pugliese con focus sulla cyber security
EDIHAMo, proposta di Abruzzo e Molise
ROME Digital Hub, laziale
Dips, la proposta di Trento sulla Sanità
Ap-Edih,  per la Puglia
Damas, progetto nazionale per Automotive e Aerospace.
Gli 11 esclusi dovrebbero essere:
Nest (Lazio, Umbria, Abruzzo)
Amave (Liguria)
Cure (Lazio)
Neural (Veneto)
InnovAction (Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Campania, Sardegna)
LAiCy InnCal (Calabria)
CATCH atMIND (Lombardia)
PAI (Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Valle d’Aosta)
IP4FVG EDIH (Friuli Venezia Giulia)
Podio (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia)
ITH (Nazionale)

REGGIO – UniRC| XIV International Seminar “BIODIVERSITY MANAGEMENT AND CONSERVATION”

Dal 6 all’11 giugno 2022 si terrà a Serra San Bruno (VV) il XIV International Seminar “BIODIVERSITY MANAGEMENT AND CONSERVATION” che quest’anno avrà come tematica specifica “Biodiversity and Sustainability: two important keywords for the future“.
Questo evento scientifico è un appuntamento che si ripete con cadenza annuale sin dal 2007 in diversi stati europei e vi partecipano studiosi e ricercatori provenienti da varie parti del mondo. Anche questa edizione verrà organizzata da Carmelo Maria Musarella e Giovanni Spampinato del Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, dopo la precedente del 2013 a Gambarie d’Aspromonte (RC).
Il Seminario Internazionale è articolato in simposi tematici che hanno lo scopo di mettere a confronto le ricerche svolte dai vari studiosi europei e di promuovere la diffusione della cultura scientifica.
Sono previsti diversi simposi che toccano differenti tematiche di rilevante interesse per il territorio (l’agricoltura, le foreste, la didattica, l’educazione e l’ecologia) che fanno assumere all’evento anche un’importante valenza culturale.
Il Seminario Internazionale ha, infatti, tradizionalmente il significato non solo di incontro scientifico, ma di evento in grado di stimolare un confronto e un dibattito su tematiche di rilevante interesse per la nostra società. A ciò contribuirà anche la presenza di studiosi di alto livello scientifico provenienti dall’Italia e dall’estero che parteciperanno con relazioni e comunicazioni ai simposi.
In particolare, tra i relatori presenti ci saranno il Prof. Alessandro Chiarucci dell’Università di Bologna, Presidente della Società Botanica Italiana, la Prof.ssa Simonetta Bagella dell’Università di Sassari, Presidente della Società Italiana di Scienza della Vegetazione, il Prof. Carlos Pinto Gomes dell’Università di Évora (Portogallo), membro del Consiglio della Società Portoghese di Fitosociologia, e il Prof. Eusebio Cano Carmona dell’Università di Jaén (Spagna), fondatore del Seminario Internazionale.
Oltre alle sessioni scientifiche che ospiteranno le relazioni dei partecipanti, sono previste anche due escursioni nella meravigliosa cornice dell’area del Parco Regionale delle Serre, con varie tappe: Sentiero Frassati (Serra San Bruno-Mongiana), Villa Vittoria, Ferriere Borboniche, Riserva Marchesale, Bosco Archiforo, Bosco di Stilo, Monte Stella.
L’evento è patrocinato dalle più importanti e prestigiose società scientifiche e istituzioni amministrative.

REGGIO – Da domani online il video di Jovanotti “Alla salute”, girato interamente in Calabria

JOVANOTTI CELEBRA LA FESTA DELLA REPUBBLICA CON IL NUOVO VIDEOCLIP DI

DAL CAPITOLO MEDITERRANEO DEL DISCO DEL SOLE DI LORENZO

Ogni brano ha una sua storia, un suo momento, un suo sapore e una sua strada. È questo quello che ha pensato LORENZO JOVANOTTI quando ha immaginato il Disco del Sole, un progetto che si arricchisce periodicamente di nuove stagioni musicali e che continua a scorrere in un flusso di brani continuo, che pian piano va a comporre il disco in arrivo in formato fisico e completo.

Dopo l’uscita della prima stagione de La Primavera, fuori per il solstizio d’inverno, ALLA SALUTE (Jovanotti, Shantel) è contenuto nella stagione Mediterraneo che propone un gruppo di dieci nuove canzoni tra cui I love you baby (Jovanotti, Sixpm), già disco d’oro e al vertice dei brani più suonati in radio, questa settimana in vetta alla classifica dei brani più streammati sulle piattaforme digitali.

ALLA SALUTE esce per la Festa della Repubblica con l’ abito colorato di un videoclip girato interamente in Calabria – tra Scilla e Gerace – e prodotto da Capitol Records Italy / Universal Music Italy. Il film è diretto da Giacomo Triglia, autoctono tra i più apprezzati registi della scena musicale italiana. Gioiosissimo e festante, a ritmo di danza su un energico tappeto musicale, il video porta alta la bandiera dell’unione e della libertà.

Il video è interamente girato in Calabria, prodotto da Borotalco Tv per Capitol e realizzato in collaborazione con Fondazione Calabria Film Commission e finanziato nell’ambito del programma “Calabria Straordinaria Assessorato Turismo e Marketing Territoriale della Regione Calabria.

“Oggi la musica scorre attraverso canali multipli e spesso non comunicanti tra di loro.” – afferma LORENZO “Per questo seguo la spinta interiore a sperimentare modi non convenzionali per far girare la mia musica. Questo video è esattamente come ho immaginato ALLA SALUTE.”

Nel video, una sequenza di tanti momenti estivi e gioiosi con alcune citazioni alla migliore cinematografia italiana con cui LORENZO è cresciuto: da Novecento di Bertolucci per la scena delle bandiere, a Il bisbetico domato durante la spremitura dell’uva dell’Adriano nazionale.

In scena con LORENZO un artista internazionale d’eccezione, Shantel, produttore, cantante e disc jockey di origine tedesca, celebre per i suoi lavori con l’orchestra gitana e per i remix tra musica balcanica ed elettronica con cui ha più volte conquistato la vetta della World Music Charts europea.

ALLA SALUTE è un brindisi e un augurio, un treno che viaggia verso tempi migliori ma non dimentica da dove è partito e le stazioni che via via attraversa. È una di quelle canzoni nate per essere usate nelle occasioni in cui servono, come ‘Tanti auguri a te’ o certi pezzi natalizi. La puoi tagliare e prendere solo la parte che ti serve. Dentro c’è tanta di quella vita e tanta di quella musica ascoltata, vissuta, masticata e sentita, che quando l’ho scritta ho avuto l’impressione che già esistesse e che a me spettasse solo di registrarla. È una danza sfrenata e alcolica, uno sfogo necessario e pagano. La sonorità è mediterranea della sponda est e ha visto la luce tra Atene, Cortona, Düsseldorf e Istanbul, con un ensemble di musicisti formidabili immersi nella tradizione delle diaspore europee. Il videoclip è girato in un giorno bellissimo in Calabria. Una giornata così pazzesca che quando è finita non ho avuto la sensazione di aver lavorato sul set ma di essere stato a una festa– racconta JOVANOTTI.

Con ALLA SALUTE, LORENZO aggiunge un ulteriore tassello nella strada verso il JOVA BEACH PARTY ormai prossimo al debutto, prima occasione per portare dal vivo tutta questa nuova musica. I biglietti sono disponibili sui circuiti www.ticketone.it, www.ticketmaster.it e www.ciaotickets.com. Info: www.tridentmusic.it.

 

JOVA BEACH PARTY – CALENDARIO

 

2 e 3 LUGLIO 2022 – LIGNANO SABBIADORO (UD) Spiaggia Bell’Italia­ (2 LUGLIO SOLD OUT)

8 e 9 LUGLIO 2022 – MARINA DI RAVENNA (RA) Lungomare (9 LUGLIO SOLD OUT)

13 LUGLIO 2022 – AOSTA (GRESSAN) Area Verde

17 LUGLIO 2022 – ALBENGA (VILLANOVA, SV) Ippodromo dei Fiori

23 e 24 LUGLIO 2022 – MARINA DI CERVETERI (RM) Lungomare degli Etruschi

30 e 31 LUGLIO 2022 – BARLETTA Lungomare Mennea (30 LUGLIO SOLD OUT)

5 e 6 AGOSTO 2022 – FERMO Lungomare Fermano

12 e 13 AGOSTO 2022 – ROCCELLA JONICA (RC) Area Natura Village

19 e 20 AGOSTO 2022 – VASTO (CH) Lungomare Duca degli Abruzzi

26 e 27 AGOSTO 2022 – CASTEL VOLTURNO (CE) Spiaggia Lido Fiori Flava Beach

2 e 3 SETTEMBRE 2022 – VIAREGGIO (LU) Spiaggia del Muraglione (3 LUGLIO SOLD OUT)

10 SETTEMBRE 2022 – BRESSO-MILANO Aeroporto

 

 

REGGIO – Varia di Palmi, Princi: “è uno dei simboli della Calabria per eccellenza, e la Regione tutela le sue unicità”

“La Varia di Palmi va salvaguardata. Come evento culturale, come momento sociale, come ricorrenza storica, come tradizione, come tipicità del nostro territorio e come unicità che caratterizza la Calabria a livello globale. E una cosa è certa: la Regione Calabria tutela le sue tipicità, specialmente se sono unicità. E la Varia di Palmi certamente lo è. Del resto, rientra tra i beni Patrimonio dell’Unesco.”

Così il Vicepresidente della Regione, Giusi Princi, a margine di un incontro tenutosi in Cittadella a Catanzaro, su richiesta del Consigliere regionale Giuseppe Mattiani, espressione del territorio palmese. L’incontro ha avuto come oggetto proprio la Varia e l’organizzazione della grande manifestazione ad essa correlata. In tal senso, il Consigliere Mattiani ha inteso interessare il Vicepresidente in qualità di Assessore alla Cultura.

“Da tempo nella Rete delle grandi macchine a spalla italiane e più recentemente inserita tra i beni Patrimonio dell’Umanità – ha aggiunto Giusi Princi – la Varia è motivo di vanto e orgoglio per ciascun calabrese, anche per coloro che non appartengono alla provincia di Reggio, e soprattutto per chi vive lontano dalla nostra terra di origine. È da sempre tra i simboli per eccellenza della Calabria nel mondo. La nostra volontà è infatti quella di istituzionalizzare la ricorrenza. Pertanto, la Regione sarà certamente al fianco delle Istituzioni palmesi a supporto delle manifestazioni legate all’organizzazione della Varia, che sosterremo con la concretezza che contraddistingue la Giunta Occhiuto.”

 

CALABRIA – Redazione Calabria Film Commission: su Rai Storia Donne di Calabria

In onda su Rai Storia (canale 54) da martedì 21 giugno alle ore 22.10. Una co-produzione Calabria Film Commission e Anele in collaborazione con Rai Cultura

AL VIA “DONNE DI CALABRIA”, LA DOCU-SERIE CHE RACCONTA SEI ECCELLENZE FEMMINILI DIVENTATE UN SIMBOLO PER IL LORO TERRITORIO

 

Eleonora Giovanardi, Rocìo Muñoz Morales, Camilla Tagliaferri, Margareth Madè, Tea Falco e Marianna Fontana sono le attrici chiamate a raccontare alle nuove generazioni le storie esemplari ed eroiche di Adele Cambria, Rita Pisano, Giuditta Levato, Jole Giugni Lattari, Caterina Tufarelli Palumbo e Clelia Romano Pellicano.

A partire da martedì 21 giugno alle 22.10 prende il via in prima visione su Rai Storia la docu-serie “Donne di Calabria”, una co-produzione Calabria Film Commission e Anele, in collaborazione con Rai Cultura, prodotta da Gloria Giorgianni con Emma Di Loreto, da un’idea produttiva di Giovanni Minoli. Un’inedita narrazione al femminile in 6 puntate da 50 minuti per ripercorrere le storie di sei donne calabresi che nel Novecento hanno segnato indelebilmente la storia civile, politica e intellettuale della loro regione e dell’Italia, raccontate da sei attrici italiane. Storie di donne esemplari, avventurose ed eroiche, spesso sconosciute al grande pubblico, accomunate da un forte segno di modernità.

Eleonora Giovanardi, Rocìo Muñoz Morales, Camilla Tagliaferri, Margareth Madè, Tea Falco e  Marianna Fontana sono le attrici chiamate a fare da filo conduttore al racconto di queste sei eccellenze femminili calabresi: la giornalista e femminista Adele Cambria (Reggio Calabria, 1931 – Roma, 2015), la sindaca Rita Pisano (Pedace, 1926 – Pedace, 1984), la contadina vittima della lotta al latifondo Giuditta Levato (Albi, 1915 – Calabricata, 1946), la prima donna calabrese a entrare in Parlamento Jole Giugni Lattari (Tripoli, 1923 – Roma, 2007), la prima sindaca donna in Italia Caterina Tufarelli Palumbo (Nocara, 1922 – Roma, 1979) e la giornalista e scrittrice Clelia Romano Pellicano (Castelnuovo della Daunia, 1873 – Castellamare di Stabia, 1923).

La narrazione si avvale anche di immagini e filmati di repertorio e di interviste a testimoni illustri del mondo della cultura, della politica e della società civile. A fare da sfondo al racconto, i luoghi della Calabria in cui le sei protagoniste hanno vissuto, per restituire anche un cammino ricco di incontri con familiari, amici, concittadini, che hanno dato il loro prezioso contributo per ricostruirne la vita, le battaglie, le difficoltà e i successi.

Per ulteriori informazioni: Mongini Comunicazione_02/8375427

REGGIO – Ass. Nuovi Orizzonti, il Premio artistico letterario Apollo School 22 arriva al clou con la Matinée al Cilea

Primo classificato Young Caccamo del Vinci, prima classificata Junior D’Ottavio del Vittorino. Tantissimi gli ospiti e grande entusiasmo.

 

Nove mesi di lavoro, un team di 10 professionisti, 24 istituti scolastici coinvolti, oltre 300 lavori ricevuti e valutati dalla giuria, oltre 500 partecipanti alla matinée.

I numeri hanno il loro peso ma quelli Premio Artistico Letterario Apollo School 22, seppur lusinghieri, non possono dare la dimensione di ciò che questo evento dalle mille sfaccettature ha rappresentato in termini di valori e di insegnamenti, di emozioni e di entusiasmo.

Il contest, ideato e prodotto dall’associazione Nuovi Orizzonti della presidente Natalia Spanò, è culminato in un evento straordinario che non poteva che svolgersi nel tempio della cultura, il Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria.

Così, a luci spente e sipario calato, si possono tirare le somme di questa grandiosa edizione che ha visto tantissime novità, dal coinvolgimento delle scuole medie con un format a loro dedicato, all’evento clou, ricco di ospiti straordinari che hanno intrattenuto, catturato e affascinato i ragazzi.

“Questa non è la matinée del Premio Apollo School – ha affermato Natalia Spanò guardando la platea dal palcoscenico – questo è l’evento celebrazione di tutte le scuole reggine”.

Parole cariche di entusiasmo e soddisfazione quelle della Spanò che è riuscita a dare il giusto coronamento a tutto il percorso del premio senza mai dimenticare chi sono i veri protagonisti di questa storia… i ragazzi! E proprio per questo la Presidente e il suo team (Roberta Caputo, coordinamento scuole; Federica Morabito, ufficio stampa; Patrizia Sorrentino e Antonella Giordano, rapporti scuole; Lorenzo Amaddeo, regia; Martina Fanello, segreteria; Ilenia Lofaro, comunicazione e marketing) in questi mesi, hanno girato per gli istituti del territorio per incontrare gli studenti, conoscerli, ascoltarli, attraverso delle brevi interviste che hanno coinvolto anche dirigenti scolastici e docenti.

Ed ecco i nomi degli emozionatissimi i vincitori di questa edizione:

Sezione Young – Racconti

1° classificato “Messo al mondo 2 volte” di Alfredo Caccamo – Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci”;

2° classificato “Numero 26” di Antonella Pellicanò, Liceo Scientifico “Alessandro Volta”;

3° classificato “Storia senza voce” di Alessandro Barillà – Antonio Ciglione – Sergio Scafaria, Ist. Tec. Statale Economico “R. Piria – Ferraris/Da Empoli”;

4° classificato “Venere” di Daniela Vattimo e Andrea D’agostino, liceo classico “Tommaso Campanella”.

Sezione Junior

1° classificato Giorgia D’Ottavio – Alice nel paese delle meraviglie (disegno) – Vittorino da Feltre;

2° classificato Davide Puntorieri (video) il “Piccolo Principe” I.C. Nosside Pythagoras;

3° classificato Domenico Calabrese “Alice nel paese delle meraviglie” (disegno) – Istituto San Sperato Cardeto;

4° classificato Francesca Pia Palumbo, “L’isola del tesoro” – I.C. Vitrioli – Principe Di Piemonte.

E poi il Premio Iris, una novità, un riconoscimento speciale della giuria a un lavoro particolarmente significativo, è stato assegnato a Giovanna D’Amico del Nosside Pytagoras per il suo al video carico di significato.

A presentare l’evento il giornalista e docente Carlo Arnese. Sul palco del Cilea tutta la giuria: la scrittrice Rossella Amato, il Sindaco del Comune di Santo Stefano d’Aspromonte Francesco Malara, il giornalista e scrittore Francesco Villari, il titolare di Librerama Daniele Amaddeo, l’artista e fumettista Antonio Federico che ha dato dimostrazione live delle sue abilità. Assenti giustificati la pittrice Tina Sgrò, la Presidente del Comitato Provinciale Unicef Italia Alessandra Tavella e il giornalista de Le Iene Antonino Monteleone, impegnato a Milano per l’ultima puntata della trasmissione, ma che ha voluto mandare un videomessaggio agli studenti reggini.

E poi i rappresentanti istituzionali il Sindaco f.f. della Città Metropolitana di Reggio Calabria Carmelo Versace e l’Assessore comunale alla cultura Irene Calabrò.

Star della matinée Vincenzo Tedesco, youtuber, tiktoker e influencer che da oltre 7 anni spopola sul web con milioni di follower e che ha scelto proprio il Premio Apollo School per presentare il suo libro “Proud of me. Ditemelo adesso che sono sbagliato”. Tedesco ha lanciato un bel messaggio ai giovani di coraggio e accettazione di sé stessi e degli altri.

E nei prossimi mesi inizieranno le riprese dei cortometraggi sulle storie vincitrici della sezione Young di quest’anno e di quello scorso (di Chiara Catalano) che, a causa della pandemia non si era potuto girare.

 

Niente pausa estiva per Nuovi Orizzonti e che continua a lavorare mettendo in piedi i Tesori del Mediterraneo che si svolgeranno dal 27 al 31 luglio all’arena Ciccio Franco. E da ottobre si ripartirà con il Premio Apollo School, ancora opportunità di crescita culturale e socialità per questi giovani reggini che ci hanno dato ampia dimostrazione che offrendo loro le giuste occasioni sono in grado di stupirci, e che basta dare loro una penna o una matita in mano per capire che hanno tanto, tanto da esprimere.