CALABRIA – Coronavirus, bollettino Regionale: 92 nuovi casi positivi

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 649671 (+92) rispetto a ieri.

 

Questi sono i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle AA.SS.PP. della Regione Calabria.

 

In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 4488880 (+511).

 

– Catanzaro: CASI ATTIVI 224 (20 in reparto, 5 in terapia intensiva, 199 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 117402 (116922 guariti, 480 deceduti)

 

– Cosenza: CASI ATTIVI 1744 (43 in reparto, 2 in terapia intensiva, 1699 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 194043 (192430 guariti, 1613 deceduti)

 

– Crotone: CASI ATTIVI 0 (0 in reparto, 0 in terapia intensiva, 0 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 60729 (60436 guariti, 293 deceduti)

 

– Reggio Calabria: CASI ATTIVI 201 (26 in reparto, 1 in terapia intensiva, 174 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 212909 (211936 guariti, 973 deceduti)

 

– Vibo Valentia: CASI ATTIVI 24 (5 in reparto, 0 in terapia intensiva, 19 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 54293 (54084 guariti, 209 deceduti)

Arrestato il sesto ed ultimo scafista del naufragio di Cutro dalla Squadra Mobile e dalla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Crotone

Nella mattinata odierna, personale della Polizia di Stato e della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Crotone, ha dato esecuzione all’ordinanza cautelare applicativa della custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Crotone, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un soggetto di nazionalità siriana, fortemente indiziato, a vario titolo, del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, del reato di naufragio colposo di imbarcazione adibita a trasporto di persone nonché del reato di morte come conseguenza del delitto di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, fatti commessi nelle acque di Steccato di Cutro, e riconducibili al naufragio del 26 febbraio di quest’anno.

Il provvedimento restrittivo è stato adottato nel corso della prosecuzione delle indagini, svolte dai poliziotti della Squadra Mobile di Crotone e dai finanzieri della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Crotone, coordinate dalla Procura di Crotone, volte all’individuazione dei responsabili dell’organizzazione ed esecuzione della tragica traversata terminata con l’affondamento del caicco Summer Love e la morte di 94 persone.

In particolare, centottanta cittadini di varie nazionalità extra UE erano partiti dalle coste turche a bordo dell’imbarcazione Luxury 2; nel corso della navigazione, a causa di un’avaria occorsa nel mare Egeo, il natante veniva sostituito con il caicco Summer Love, che giungeva in loco con a bordo due scafisti turchi, uno fermato nell’immediatezza e l’altro arrestato dalla polizia austriaca in Austria in esecuzione di un mandato di arresto europeo emesso dall’Autorità Giudiziaria italiana. Effettuato il trasbordo dei migranti, l’imbarcazione proseguiva nella rotta verso le coste italiane, con la collaborazione di altri quattro scafisti, due di origine pakistana deputati alla gestione dei passeggeri, anch’essi sottoposti a fermo di p.g., un quinto di origine turca, deceduto nel corso del naufragio e l’ultimo di origine siriana allontanatosi dal luogo facendo perdere le proprie tracce.

Le acquisizioni probatorie, raccolte principalmente dalle dichiarazioni dei migranti sopravvissuti, dalle immagini acquisite dai telefoni cellulari e dai dati estrapolati dal Sistema Automatico di Riconoscimento Immagini (SARI), consolidavano l’ipotesi investigativa della presenza di un sesto scafista di nazionalità siriana che si era alternato alla guida dell’imbarcazione poi naufragata.

Proprio l’utilizzo del sofisticato sistema di tracciamento facciale (SARI), attraverso il quale è stata fatta la comparazione del volto del soggetto sopra raffigurato con quello dei soggetti tratti in arresto in Italia successivamente al 26 febbraio 2023 per reati afferenti l’immigrazione clandestina, è stato determinante per identificare il sesto ed ultimo scafista, di nazionalità siriana. Tale dato è stato inoltre corroborato dal doppio riconoscimento, effettuato a distanza di mesi, da alcuni migranti sopravvissuti, i quali, escussi nel mese di marzo ed ottobre del 2023, indicavano il sesto scafista nell’uomo ritratto nell’immagine sopra indicata nonché nell’uomo effigiato nel cartellino identificativo loro mostrato dalla polizia giudiziaria.

Il provvedimento restrittivo è stato notificato all’indagato nella mattinata odierna, presso la Casa Circondariale di Lecce ove risulta ristretto in quanto destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalla DDA di Lecce nell’ambito dell’operazione “Astrolabio” condotta dal GICO della Guardia di Finanza di Lecce conclusasi nel gennaio del 2022.

Con l’individuazione del sesto ed ultimo scafista può ritenersi chiuso il cerchio intorno ai responsabili del naufragio del caicco Summer Love.

GIOIA TAURO – Attenzione rivolta al contrasto del fenomeno del caporalato

Nell’arco dell’ultimo anno il personale del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro ha conseguito rilevanti risultati nel contrasto al fenomeno del caporalato, all’intermediazione illecita e allo sfruttamento del lavoro soprattutto di cittadini extracomunitari.

Con cadenza settimanale si sono svolti servizi mirati, principalmente diretti ad assicurare un controllo capillare delle innumerevoli aziende agricole che operano nella piana e, in particolare, nel territorio di competenza del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro.

Tali servizi, svolti in sinergia con la Polizia Metropolitana e dell’Ispettorato del Lavoro, si sono concretizzati in numerosi ed approfonditi controlli ad aziende e lavoratori, con la finalità di prevenzione e repressione del fenomeno del lavoro nero e dello sfruttamento dei lavoratori, dedicando particolare attenzione a quelle forme di sfruttamento che vengono perpetrate a danno di cittadini extracomunitari, spesso adibiti al lavoro nei campi senza regolare contratto e con orari di lavoro e retribuzioni inadeguate alla quantità e qualità del lavoro svolto.

Tali condotte interessano spesso le comunità di stranieri stanziate nella tendopoli di San Ferdinando e nel campo container di Testa dell’Acqua.

Questa tipologia di controlli consente, altresì, di accertare anche la regolarità della presenza degli stranieri sul territorio nazionale e di effettuare, con il coordinamento del locale Ufficio Territoriale del Governo, periodici censimenti della popolazione presente nella citata tendopoli e nel campo container.

I servizi svolti ad oggi dall’inizio dell’anno, effettuati costantemente dal personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Gioia Tauro, hanno consentito di controllare ben 684 lavoratori e 178 aziende, riscontrando 80 casi di lavoro nero.

A seguito di tale attività, sono state 42 le persone deferite all’Autorità Giudiziaria e per 27 aziende è stata disposta la sospensione dell’attività. Sono state, inoltre, elevate 205 sanzioni amministrative per un’importo totale di 1.345.400 euro.

Tali servizi continueranno nei prossimi giorni, soprattutto per garantire la prevenzione dello sfruttamento dei braccianti e sanzionare le eventuali violazioni poste in essere dagli imprenditori.

CALABRIA – Coronavirus, bollettino Regionale: 109 nuovi casi positivi

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 649579 (+109) rispetto a ieri.

Questi sono i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle AA.SS.PP. della Regione Calabria.

In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 4488369 (+644).

– Catanzaro: CASI ATTIVI 216 (18 in reparto, 6 in terapia intensiva, 192 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 117401 (116922 guariti, 479 deceduti).

– Cosenza: CASI ATTIVI 1706 (37 in reparto, 1 in terapia intensiva, 1668 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 194035 (192422 guariti, 1613 deceduti).

– Crotone: CASI ATTIVI 0 (0 in reparto, 0 in terapia intensiva, 0 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 60729 (60436 guariti, 293 deceduti).

– Reggio Calabria: CASI ATTIVI 170 (23 in reparto, 0 in terapia intensiva, 147 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 212908 (211935 guariti, 973 deceduti).

– Vibo Valentia: CASI ATTIVI 24 (3 in reparto, 0 in terapia intensiva, 21 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 54292 (54084 guariti, 208 deceduti).

REGGIO – Il gruppo consiliare di Forza Italia si congratula con l’ On. Cannizzaro e il presidente Occhiuto “Il G7 del commercio internazionale all’Altafiumara una grande occasione per la nostra terra”

“Accogliamo con grande entusiasmo la notizia annunciata ieri dal ministro degli Esteri e vicepremier Antonio Tajani di un G7 del commercio internazionale all’ Altafiumara di Villa S. Giovanni: una proposta avanzata lo scorso luglio dall’ On. Francesco Cannizzaro e dal presidente Occhiuto, nel corso di una convention sul Ponte tenutasi proprio all’Altafiumara”.

È quanto dichiarano in una nota i consiglieri di Forza Italia in consiglio comunale Federico Milia, Antonino Maiolino e Roberto Vizzari, dopo l’annuncio del forum intergovernativo dei 7 Stati più economicamente avanzati del pianeta che si terrà a Villa San Giovanni a luglio 2024.

“Come il ministro Tajani stesso ha dichiarato, la scelta nasce dalla convinzione che questa terra sia importante e lo debba diventare da oggi anche agli occhi del mondo – dichiarano i consiglieri – perché il G7 sarà una vetrina eccezionale per il nostro territorio, su scala globale”.

“A luglio 2024, italiani, americani, inglesi, francesi, tedeschi, giapponesi e canadesi discuteranno di cosa fare del commercio internazionale e quale ruolo svolgerà nel prossimo futuro – proseguono i consiglieri nella nota- dalla Calabria, da Villa San Giovanni partirà un messaggio potentissimo: far conoscere al mondo non solo le bellezze del nostro territorio, ma anche le potenzialità e le ricchezze che il Sud può spendere nel disegno generale di un piano che andrà a rinforzare le esportazioni del nostro Paese in tutta l’area del Mediterraneo”.

“Un grande plauso è doveroso rivolgerlo al nostro coordinatore On. Francesco Cannizzaro, vice capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati: il suo incessante impegno per Reggio e per la Calabria trova una prova concreta in questi risultati, che contribuiscono ad accendere i riflettori sulla nostra terra, con eventi di una tale portata da rendere la Calabria protagonista non solo in Italia, ma nel mondo” concludono i consiglieri.

CROTONE – Un chilogrammo circa di eroina nascosta nell’officina, arrestato pregiudicato

La continua attività di contrasto allo spaccio di droga da parte della Questura di Crotone ha permesso di sequestrare un chilogrammo circa di eroina e di trarre in arresto un crotonese di 55 anni, per il reato di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli operatori della Squadra Mobile, nel corso di un mirato servizio svolto nella zona “300 alloggi” del capoluogo, con l’ausilio di un’unità cinofila antidroga della Questura di Vibo Valentia, hanno proceduto al controllo di un locale adibito ad officina, in uso ad un soggetto noto per i suoi precedenti specifici.

La meticolosa perquisizione all’interno del locale, grazie anche al fiuto del cane antidroga “digos”, ha consentito di rinvenire due panetti, abilmente occultati, avvolti con nastro adesivo, contenenti 1 kg circa di sostanza stupefacente del tipo eroina.

Il materiale rinvenuto è stato sequestrato, il soggetto è stato arrestato ed associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone.

REGGIO – G7 a Villa San Giovanni, ottima mossa di Forza Italia

Lo dichiara il Consigliere regionale Domenico Giannetta (FI).

“I sette Stati più industrializzati del mondo si ritroveranno a luglio in riva allo Stretto, sulla sponda calabra, nel punto in cui il Ponte unirà l’Italia e l’Europa.

Una notizia straordinaria – dichiara Giannetta – annunciata dal Ministro Tajani insieme al Presidente Roberto Occhiuto e al vice Capogruppo di Forza Italia alla Camera, Francesco Cannizzaro, con cui avevano già imbastito quest’idea, qualche mese fa, proprio all’Altafiumara, il luogo dove i rappresentanti di Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Stati Uniti e Unione Europea si riuniranno per il vertice sulle politiche internazionali del commercio.

Sempre più la Calabria diventa centrale in questa visione interpretata da Forza Italia, che scommette sulla nostra Regione per eventi strategici di altissimo valore. Non è il momento di fare campanilismi – incalza il consigliere – ma essere orgogliosi della pagina politica che stiamo vivendo.

Ieri è stata una data importante, che ha visto a Catanzaro la presenza del Presidente del Parlamento europeo Metsola, che, insieme al Ministro degli Esteri Tajani e al Ministro dell’Interno Piantedosi, ha inaugurato la nuova Centrale Operativa dell’112, il Numero Unico Europeo, tenacemente voluto dal presidente Occhiuto, che sta guidando velocemente tutti i processi di riforma e di innovazione della Calabria.

In quest’occasione Tajani ha dato l’annuncio sul G7 Commercio in Calabria e non ci resta che prepararci per vivere l’evento nel migliore dei modi. La Calabria – conclude Giannetta – è una terra straordinaria con enormi potenzialità e anche in questa occasione abbiamo il compito di dimostrarlo”.

CROTONE – Sbarco di 200 migranti, arrestato egiziano per reingresso irregolare in Italia

Un extracomunitario di origine egiziana di 21 anni, sbarcato presso il porto di Crotone lo scorso 2 dicembre dalla nave “Humanity 1” della ONG tedesca, unitamente ad altri 199 migranti di varie nazionalità, imbarcazione sottoposta subito dopo a fermo amministrativo da parte di personale della Questura, Capitaneria di Porto e Guardia di Finanza di Crotone – è stato arrestato dalla Squadra Mobile, per reingresso irregolare nel territorio nazionale.

Le attività di rilevamento delle impronte digitali, e la conseguente comparazione con le precedenti acquisizioni dattiloscopiche presenti nella Banca Dati, procedura cui vengono sottoposti, a cura della Polizia Scientifica, tutti gli extracomunitari che giungono sul territorio, hanno consentito di accertare che il predetto, nel luglio di quest’anno, era stato colpito da provvedimento di respingimento emesso dal Questore di Siracusa, e quindi rimpatriato.

Alla luce delle risultanze degli accertamenti, atteso che il cittadino extracomunitario ha fatto rientro sul territorio nazionale prima del previsto termine di 3 anni, come emerso dalle attività dell’Ufficio Immigrazione, è stato tratto in arresto, ed associato preso la locale Casa Circondariale, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone.

COSENZA – Uomo denunciato per commercio abusivo di materiale esplodente

L’applicazione della Polizia di Stato, YOU POL, scaricabile direttamente sullo smartphone da Apple Store e Play Store, anche in forma anonima, continua a dare fruttuosi risultati.

Nella mattinata odierna,  a seguito di una segnalazione pervenuta sulla piattaforma, personale in servizio presso la Squadra Volante  , nell’ambito del controllo del territorio,  ha denunciato un uomo per commercio abusivo di materiale esplodente.

Nella fattispecie, era stato segnalato, in una principale via cittadina, un furgone di colore bianco con apposto su di un vetro un cartello con la scritta “VENDESI”, contenente all’interno dei fuochi d’artificio.

Gli uomini del Questore della provincia di  Cosenza, dr. Giuseppe Cannizzaro, una volta giunti sul posto appuravano la veridicità della sopraggiunta segnalazione , procedendo ad effettuare un accurato controllo.

Tramite il numero di telefono affisso sul cartello si prendevano contatti con un soggetto il quale si dichiarava possessore del mezzo; lo stesso veniva invitato a recarsi sul luogo con le chiavi poiché completamente chiuso.

All’apertura della  porta posteriore , chiusa con un lucchetto, gli Agenti constatavano la presenza di numerosi cartoni che riportavano il simbolo del materiale esplodente.

Lo stesso riferiva di averli acquistati a buon prezzo da una persona che si trovava in transito in quel luogo, al fine di utilizzarli durante le festività natalizie.

Ragion per cui, si faceva intervenire l’artificiere e personale del  locale Gabinetto della Polizia Scientifica per i rilievi del caso.

Il materiale in questione risultava essere non conforme ai canoni previsti di sicurezza e  il quantitativo della massa attiva era di un livello maggiore rispetto a quello previsto.

Le scatole erano in totale nr. 109  con all’interno nr. 4 batterie  di cui nr. 2 con codici differenti, per un totale di 436 articoli pirotecnici denominate batterie monotubo e circa 150 kg di massa esplosiva.

Il materiale esplodente veniva affidato ad una ditta per la custodia giudiziale.

L’uomo, al termine delle operazioni, veniva denunciato in stato di libertà per il reato di  commercio abusivo di materiale esplodente.

Il tutto si comunica nel rispetto dei diritti dell’indagato (da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile) al fine di garantire il diritto di cronaca.

REGGIO – Sport: La favola neroarancio, Mavric:”Alla Viola è tutto bellissimo”

All’interno di un gruppo giovanissimo, lui, classe 1998 è una sorta di veterano.
La Pallacanestro Viola vince ancora e domenica, sarà impegnata tra le mura amiche del PalaCalafiore a cospetto del giovane Cus Catania.
Ecco le impressioni di Emin Mavric dopo la bella vittoria ottenuta contro la forte Piazza Armerina:

“Secondo me la gara contro la Siaz Piazza Armerina è stata la sfida fino al momento più difficile per noi – ha affermato l’atleta.
Loro sono una squadra tosta e completa, sono il team più difficile da affrontare per noi per accoppiamenti tra gli atleti stessi. Abbiamo letto tante situazioni “al volo” ed è andata bene”.

Il mio percorso “da veterano”?

Sto provando ad essere da guida per i più giovani: a dirla tutta, siamo un gruppo veramente “young”. Devo dire che sta andando molto bene.

Un bilancio fino al momento?

“Bellissimo.
Tutto molto emozionante.
All’inizio avevamo un piano, lo stesso è cambiato.
Ma ci stiamo allenando, ci stiamo trovando bene, facciamo gruppo.
Abbiamo battuto una squadra che doveva essere al vertice: siamo felici, è tutto bellissimo
Sono contentissimo.
L’unico rammarico è aver giocato contro l’Orlandina senza il nostro compagno Illia Tyrtyshnyk.
E’ andata così, adesso guardiamo avanti, siamo in vetta non per caso ma grazie al nostro lavoro giornaliero ed alla nostra voglia di vincere”.

La vetta della classifica con Orlandina e Ragusa?

“E’ un grande momento.
Siamo molto contenti.
Ma guardiamo solamente alla prossima partita.
Forse pensiamo al Natale per riposarci un po’ un f ma poi si ripartirà più carichi di prima.
Non vogliamo e possiamo fare voli pindarici: il nostro segreto e viverla e giocarla attimo dopo attimo, così come stiamo facendo.
Insomma, è lunga”.