MOTTA S. G. (RC) – Grave incidente in località Lazzaro

Un grave incidente si è verificato quest’oggi sulla SS 106 in località Lazzaro, nel comune di Motta San Giovanni, nella provincia di Reggio Calabria.

Nel sinistro sono state coinvolte due autovetture, una delle quali si è ribaltata dopo l’impatto. La dinamica è ancora da stabilire.

Sul posto sono accorse le forze dell’ordine ed il personale soccorritore del 118.

L’incidente ha causato notevoli rallentamenti al traffico.

 

REGGIO – Carabinieri: ‘Ndragheta, eseguite due misure cautelari nei confronti di 2 esponenti della ‘ndrangheta a Torino

In provincia di Reggio Calabria e Parma, militari del Nucleo Investigativo di Torino, supportati nella fase esecutiva da quelli di Reggio Calabria, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere – emessa dal GIP del Tribunale di Torino su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia – nei confronti di 2 pregiudicati (di cui uno detenuto a Parma per altra causa) affiliati alla ‘ndrangheta, ritenuti gravemente indiziati dell’omicidio di G.G., originario di Sant’Eufemia d’Aspromonte (RC), perpetrato l’11 luglio 2004 in San Mauro Torinese (TO), ove la vittima all’epoca risiedeva.
Nelle indagini svolte nel 2004 dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Torino emerse la responsabilità dell’omicidio in capo ad AS. – condannato per l’omicidio in via definitiva a 21 anni di reclusione – membro di un gruppo di fuoco composto da almeno altri 2 complici all’epoca rimasti ignoti.
I successivi accertamenti di natura tecnico-scientifica, effettuati nel maggio 2021 dal RIS di Parma con l’ausilio di nuove tecnologie informatico – dattiloscopiche su alcuni reperti rinvenuti nei pressi dell’autovettura bruciata utilizzata per commettere il delitto, hanno consentito di individuare nuovi elementi indiziari, riscontrati da specifica attività investigativa, che hanno portato all’identificazione degli altri presunti componenti del gruppo di fuoco responsabili dell’omicidio, il cui movente secondo la ricostruzione accusatoria sarebbe da ricondurre ad una faida risalente agli anni ’60 del secolo scorso, allorquando il G. – a conclusione di una disputa per ragioni commerciali – uccise due esponenti della cosca D.-A.

REGGIO – Riapre l’area archeologica Griso Laboccetta, la Metrocity: “Puntare sulla cultura per far crescere il territorio”

Dopo il restauro ed il bando di affidamento, l’area torna fruibile per attività e manifestazioni culturali
Riapre il sito archeologico dell’area sacra ellenistica “Griso Labocetta”, un’oasi tra le vie Tripepi, Aschenez, Palamolla e XXIV maggio. Il sindaco metropolitano facente funzioni, Carmelo Versace, insieme al consigliere delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio, e con il supporto della Sovrintendenza per i Beni culturali, hanno ufficialmente riconsegnato lo spazio a cittadini e turisti che, da oggi, potranno contare su una serie di attività e manifestazioni curate dall’Associazione Ulysses, presieduta da Maria Cagliostro, aggiudicataria dell’Avviso pubblico destinato alla gestione dell’area.
«La cultura – ha detto Versace – è un settore nevralgico per lo sviluppo del territorio. Fin dal suo insediamento su input del sindaco Giuseppe Falcomatà, la Città Metropolitana ha puntato fortemente sull’area sacra “Griso Labocetta” che torna ad essere patrimonio per i nostri concittadini. È bello, adesso, poter pensare che questo spazio possa cominciare ad essere vissuto dalle scolaresche, dai turisti o da chi frequenta, abitualmente, il centro cittadino». «Questa apertura – ha continuato l’inquilino di Palazzo Alvaro – ripaga tutti gli sforzi fatti per creare concrete opportunità di sviluppo ed un serio riscatto nel nostro comprensorio. La partita è ancora lunga e difficile, ovviamente, ma la potremo vincere solo facendo rete e coinvolgendo le migliori professionalità. Come “Griso Labocetta”, infatti, la città è costellata di siti che possono arricchire l’offerta aggiungendosi alle meraviglie custodite nel Museo nazionale».
Un grande risultato che esalta le ambizioni del consigliere Quartuccio entusiasta nel riconsegnare l’area ai cittadini. «Finalmente – ha affermato – il sito “Griso Labocetta” rivive grazie all’impegno della Città Metropolitana che ha compiuto interventi di restyling e grazie all’avviso pubblico del settore 2 che ha individuato nell’Ulysses l’associazione che se ne prenderà cura».
«Abbiamo il dovere di rendere fruibili quanti più spazi culturali possibili», ha affermato il delegato alla Cultura aggiungendo: «È altrettanto doveroso  creare una sinergia proficua che le migliori realtà associative del territorio». «Questo sito – ha concluso – riapre nella circostanza fattuale della ricorrenza del 50° anniversario della scoperta dei Bronzi di Riace ed ospiterà alcune iniziative legate a questo evento così importante. Come si vede, in città c’è una pulsione culturale differente, esiste un’offerta di rilievo e di spessore e prende sempre più forma una grande voglia di riscatto culturale». Un ringraziamento particolare, il consigliere Quartuccio lo ha voluto riservare alla Soprintendenza dei Beni culturali per «il costante e continuo rapporto di collaborazione che ci permette di tagliare traguardi di altissimo livello».
Per Marisa Cagliostro, presidente dell’associazione Ulysses, «è un onore ed un onere poter gestire un’area di rilevanza storica, mitologica e culturale inestimabile».
«Il partenariato con altre importanti realtà associative e culturali cittadine  – ha spiegato – ci permetterà di allestire un calendario di eventi ed iniziative, coerenti con i luoghi, già a partire dal mese di luglio». Teatro, arte, letteratura, musica e danza sono alcune delle discipline illustrate dai partner, ma, nelle intenzioni della presidente Cagliostro, «c’è la volontà di coinvolgere altre associazioni per ampliare l’offerta, per esempio, al cinema con la partecipazione dei circoli “Chaplin” e “Zavattini”, o alla musica con il Museo dello strumento musicale di Demetrio Spagna».
«L’area – ha continuato – sarà aperta anche a chi vorrà semplicemente leggere un libro, potendo contare su una piccola biblioteca che presto allestiremo».

REGGIO – Furto mezzi Castore, Versace: “Città metropolitana al fianco dei lavoratori”

Il Sindaco metropolitano f.f. esprime la solidarietà di Palazzo Alvaro e rilancia l’impegno a favore della società che si occupa delle manutenzioni e di cui la la stessa Metrocity ha acquisito una partecipazione lo scorso anno
“Quanto accaduto questa notte ai danni della società Castore Srl è un fatto inquietante che lascia davvero senza parole. Un episodio gravissimo, purtroppo solo l’ultimo di una serie di altri analoghi casi che colpiscono non solo Castore e l’intero gruppo di lavoro della società comunale, ma anche gli stessi cittadini di Reggio e del territorio metropolitano”. Con queste parole il Sindaco metropolitano f.f. Carmelo Versace esprime la vicinanza e solidarietà dell’Ente di Palazzo Alvaro alla società Castore del Comune di Reggio Calabria a cui la scorsa notte sono stati rubati cinque mezzi di lavoro.
“Siamo vicini ai lavoratori e a tutto il management di Castore – prosegue Versace – e auspichiamo che su questo triste episodio si faccia presto piena luce. Colpire questa società, significa non avere minimamente alcun riguardo verso il territorio, poiché Castore com’è noto svolge un complesso di attività di fondamentale importanza per la collettività sul fronte dei servizi dedicati alla manutenzione pubblica e alla cura del decoro urbano”.
Non è un caso, del resto, aggiunge l’inquilino di Palazzo Alvaro – “se la Città metropolitana lo scorso anno ha inteso acquisire una partecipazione all’interno della società, portando a compimento un preciso percorso che l’amministrazione metropolitana, su forte input lanciato dal Sindaco Giuseppe Falcomatà, ha portato avanti con grande determinazione negli ultimi anni proprio con il preciso obiettivo di rafforzare e rilanciare la capacità operativa di Castore su tutto il territorio metropolitano. Un cammino virtuoso che ha ampliato in modo rilevante le prospettive stesse di questa realtà, non solo sotto il profilo funzionale ma anche in termini occupazionali e di una sempre maggiore serenità di tutto il gruppo di lavoro”.
Quanto accaduto, comunque, “non ci intimidisce – conclude Versace – e soprattutto non farà in alcun modo arretrare le istituzioni del territorio, Comune e Città metropolitana, che infatti continueranno a camminare con rinnovato impegno al fianco di questa importante realtà la cui preziosa e irrinunciabile opera, costituisce un valore aggiunto non solo per la città di Reggio Calabria ma per tutta la comunità metropolitana”.

REGGIO – Polizia di Stato: La Questura ed il Reparto Mobile a fianco di Adspem-Fidas  in due giornate di raccolta straordinaria di sangue

Nelle giornate del 5 e dell’8 luglio prossimo, alla luce della carenza di sangue e plasma che ogni anno si registra nei periodi estivi, quando le vacanze e le temperature alte spingono la popolazione a donare di meno, e dall’ancora più presente effetto Covid-19, l’Associazione Adspem – Fidas ha organizzato una raccolta straordinaria di sangue a cui ha aderito anche la Polizia di Stato di Reggio Calabria.

Per l’occasione, il 5 luglio prossimo sarà presente davanti l’ingresso principale della Questura un’autoemoteca della predetta associazione presso cui dipendenti potranno donare il sangue.

Tale iniziativa è comunque aperta a tutta la cittadinanza e a quei donatori generosi che permetteranno al sistema trasfusionale di fronteggiare l’attuale emergenza.

La medesima iniziativa è prevista nella giornata del prossimo 8 luglio presso la sede del XII Reparto Mobile della Polizia di Stato, sito in contrada Armacà di Reggio Calabria.

La Polizia di Stato ha subito aderito a questa manifestazione di solidarietà, soprattutto in questi tempi in cui la pandemia rappresenta una forte sfida per le associazioni di donatori che continuano a manifestare l’importanza di tutelare una donazione responsabile, gratuita e volontaria.

REGGIO – Rubati cinque mezzi al Comune di Reggio Calabria, Brunetti e Gangemi: “Episodio gravissimo e purtroppo reiterato. Non arretriamo di un millimetro”

I mezzi di proprietà della Società Castore si trovavano presso un deposito a Ravagnese e hanno un valore di 270 mila euro. L’area era sorvegliata da telecamere e da un servizio di vigilanza notturna
Sono stati rubati questa notte cinque mezzi da lavoro della società Castore Srl del Comune di Reggio Calabria. Nello specifico si tratta di tre camion cassonati e scarrabili, un mezzo a pala meccanica ed un escavatore, per un valore complessivo di 270 mila euro. A darne notizia in una nota il sindaco ff del Comune di Reggio Calabria Paolo Brunetti e l’Assessore delegato alle Società comunali Francesco Gangemi.
“Si tratta purtroppo dell’ennesimo episodio di furti ed atti vandalici che subisce la nostra società – hanno spiegato Brunetti e Gangemi – un fatto gravissimo che intendiamo stigmatizzare con forza, nella speranza che gli autori del furto ai danni della collettività siano presto assicurati alla giustizia e che i mezzi, come già avvenuto in passato, possano essere recuperati”.
Allertati dai vertici della Castore e dell’Amministrazione comunale, presso il deposito  di Ravagnese dove i mezzi si trovavano, sono intervenuti questa mattina gli uomini del Comando provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria, che in queste ore stanno effettuando i rilievi per verificare la dinamica del furto, che secondo una prima ricostruzione dovrebbe essere avvenuto intorno alle 2.00 di notte. L’area del parcheggio dove i mezzi erano custoditi durante la notte è presidiata da telecamere di sorveglianza. Dopo gli episodi di furto e danneggiamento avvenuti negli anni scorsi la Società si è anche dotata di un servizio di vigilanza notturna che però non è bastato ad evitare il nuovo furto.
“Siamo rammaricati e avviliti – hanno aggiunto Brunetti e Gangemi – ciò che è avvenuto è gravissimo. E’ l’ennesimo atto ai danni della comunità reggina. E quello che ci preoccupa non è solo il danno materiale, visto che comunque i mezzi risultavano assicurati, ma il danno funzionale alle attività della Società che ogni giorno opera con abnegazione al servizio dei cittadini, intervenendo con il proprio personale, che ringraziamo per la preziosa attività, curando il comparto delle manutenzioni e del decoro urbano. E’ chiaro che l’attività in questi giorni subirà un rallentamento. E fa rabbia pensare che ciò è dovuto al gesto di qualche scellerato. Ma i reiterati tentativi di furto e danneggiamento lasciano pensare che ci sia qualcuno a cui la piena operatività di Castore stia dando fastidio. Ed è evidente che questi episodi non danneggiano solo la Società o il Comune, ma l’intera collettività. Noi chiaramente non arretriamo di un millimetro e faremo tutto quanto necessario per fare in modo che i danni all’operatività della società siano ridotti più possibile e le attività possano presto tornare a regime”.

REGGIO – Domani domenica 3 luglio il presidente dell’Ordine dei Medici Pasquale Veneziano apre la manifestazione del primo PREMIO MUSE 2022 a GIUSEPPE GARRISI

L’associazione culturale “Le Muse – Laboratorio delle Arti e delle Lettere” di Reggio Calabria, apre il Cortile di via San Giuseppe con il ritorno in presenza, dello storico Premio che da 15 anni caratterizza l’inaugurazione della stagione invernale ed estiva della nota associazione. Domani, domenica 3 luglio alle ore 20,30 infatti toccherà al presidente dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria dott. Pasquale Veneziano dare il via all’evento che prevede da sempre come è stile del sodalizio reggino l’apertura con un testimonial di eccellenza che introduce la serata. A Reggio ancora una volta un nome importante del panorama italiano ed in questo caso, un nome della comunità scientifica nazionale. Il Premio Muse dichiara Giuseppe Livoti dopo icone della cultura, dell’arte, della letteratura, della moda, del giornalismo e dello spettacolo si apre per la prima volta al mondo scientifico ed in particolare alla medicina, ponendo al centro l’argomento della donazione del cordone ombelicale. Un momento importante dichiara Livoti – presidente da 22 anni della nota associazione: ritorniamo con le nostre intense manifestazioni, cercando di prospettare a soci e simpatizzanti ed alla città intera la passione e il confronto con personalità, temi e situazioni che servono da arricchimento continuo. Riprediamo il contatto con il pubblico per continuare a costruire con il nostro filo d’Arianna una immagine di realtà positiva che di anno in anno porta nomi importanti nella nostra città. “Fatti, persone e personaggi” è il canovaccio su cui verrà costruita la serata per la consegna del riconoscimento al dott. Giusepe Garrisi presidente nazionale Adisco. Il leitmotiv sarà il mondo dell’infanzia, del rapporto mamma-figlio e verrà raccontanto da personalità del mondo ospedaliero calabrese, da medici, parte attiva in questo caso per la gestione della banca del cordone e/o il centro trapianti. Una commistione di interviste collegate a grandi professionisti tra “arti contaminate” saranno l’ideale scaletta della serata con l’annuncio in anteprima del nome del secondo personaggio che approderà nello Stretto nelle prossime settimane per il prestigioso riconoscimento. La firma su tavola in argilla realizzata dall’artista reggina Rossella Marra costituirà la consegna ufficilale del premio che negli anni ha visto nella città dello Stretto Rosanna Cancellieri – conduttrice Rai, Michele Gaudiomonte – stilista, Emilia Costantini – capo servizio cultura del Corriere della Sera, Fabio Mollo – regista, Alda D’Eusanio – conduttrice televisiva, Fioretta Mari – attrice, Roberto Bilotti Ruggi D’Aragona – mecenate, Beatrice Feo Filangeri – nobile normanna, Micaela – cantante, S. E.Mons. Milito – vice presidente della Conferenza Episcopale Calabra, Cesare Mulè – storico, Anton Giulio Grande – stilista, Odette Nicoletti – costumista – Tonino Raffa – giornalista Rai, Anna Maria Galgano presidente Fondazione Rodolfo Valentino, Franco Pascale – presidente Fondazione Leoncavallo, Mons. Liberto – già direttore del Coro Pontificio, Antonio Marziale – presidente Osservatorio sui Minori, Giacomo Battaglia – attore, Regina Schrecker – stilista, Cinzia Leone- attrice, Mariella Milani – giornalista, Gigi Misefari – attore, Marinetta Saglio – fotografa, Palma Comandè alla memoria di Saverio Strati, Vivien Hewitt –  regista e costume designer pucciniana. Domenica il prestigioso Premio verrà consegnato a Giuseppe Garrisi – presidente nazionale Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale, medico chirurgo ginecologo con adeguate competenze professionali in ambito ostetrico ginecologico con specifica esperienza, nonché adeguata casistica nei diversi setting assistenziali della disciplina coerenti con il case mix della Unità Operativa, in particolare comprovata esperienza professionale nel campo ostetrico e della chirurgia uro-ginecologica.

 

REGGIO – Scomparsa prof. Pietropaolo, il cordoglio della Città Metropolitana

La Città Metropolitana di Reggio Calabria, il sindaco facente funzioni Carmelo Versace e l’intero Consiglio metropolitano esprimono sentimenti di profondo cordoglio per la scomparsa del Professor Rosario Pietropaolo, docente dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria di cui è stato Magnifico Rettore per tre mandati consecutivi, dal 1992 al 1999. Fine intellettuale e stimato uomo di cultura, in ambito nazionale e internazionale, il professor Pietropaolo ha saputo lasciare un segno profondo all’interno del mondo accademico, rappresentando per l’intera comunità universitaria un punto di riferimento autorevole ed una figura di indiscusso spessore culturale sempre pronta al dialogo e all’ascolto. Del professor Pietropaolo resterà indelebile, inoltre, anche il significativo contributo di idee e proposte che hanno costantemente animato, nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera, il dibattito pubblico. La Città metropolitana di Reggio Calabria si stringe, commossa, intorno alla famiglia in questo momento di dolore.

REGGIO – Covid 19, G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli”: un decesso nelle ultime 24 ore

La Direzione Aziendale del G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che, nelle ultime ventiquattro ore, si è registrato un decesso.
Il decesso è di un uomo di 80 anni, vaccinato, con severe patologie concomitanti all’infezione da Covid-19.
La Direzione esprime sentite condoglianze ai familiari della vittima a nome di tutto l’Ospedale.

Nella giornata di oggi sono stati 148 i soggetti sottoposti allo screening per CoViD-19. Di questi, 11 sono risultati positivi.
In seguito a 5 ricoveri, 1 dimissione e 1 trasferimento in Terapia Intensiva, sono 43 i pazienti positivi al CoViD-19 ricoverati al G.O.M.: 29 nell’Unità Operativa di Malattie Infettive, 11 in Pneumologia, 1 in Pediatria e 2 Terapia Intensiva.

I pazienti finora accolti dal G.O.M. sono 3.267 (di questi, 6 hanno avuto un doppio ricovero per un totale di 3.273 ricoveri).
I pazienti deceduti sono 760.
I pazienti clinicamente guariti sono 2.021.
I pazienti trasferiti ad altro ospedale sono 443.

La Direzione del G.O.M. continua a raccomandare il rispetto delle misure di prevenzione del contagio, di tenere comportamenti sociali responsabili a tutela della salute di tutti nonché di aderire consapevolmente alla campagna vaccinale nazionale.
Per info. o in caso di sintomi sospetti contattare il numero Verde 1500 ministeriale.
Per info. sulla campagna vaccinale regionale contattare il Numero Verde 800 00 99 66 della Regione Calabria.

Staff Direzione Generale

REGGIO – Protezione civile, Cannizzaro incontra la Consulta regionale: “si farà a Reggio l’esercitazione nazionale sul rischio sismico!”

“Oggi ho incontrato il Presidente ed il Vicepresidente della Consulta regionale del Volontariato di Protezione Civile, Valentino Pace e Carmelo Benedetto, con i quali ho concordato sull’assurdità che i mezzi utilizzati dalla ProCiv per le attività di sicurezza e supporto collettivo siano soggetti al pagamento del bollo come se fossero mezzi privati. Mi sono subito attivato quindi facendomi promotore di varie interlocuzioni politico-istituzionali per far sì che trovi concretezza questa istanza pervenutami direttamente dalle associazioni del territorio.”

A dirlo è l’On. Francesco Cannizzaro, investito della questione dai rappresentanti territoriali della Protezione Civile, fresca di nuovo corso contrassegnato dalla rivoluzione Occhiuto e dallo straordinario lavoro del neo Direttore del Dipartimento, Domenico Costarella, impegnato nella Legge di riforma dell’organismo regionale.

“L’occasione della riforma di settore che il Direttore Costarella sta redigendo, mi agevola nel promuovere l’inserimento dell’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale di tutte le associazioni di volontariato di protezione civile presenti in Calabria, ovviamente quelle iscritte nell’elenco territoriale e quindi attivamente impegnate. Abbiamo già interloquito con la Giunta regionale e con i Consiglieri regionali di Forza Italia, investendo entrambe le sfere della Regione affinché si tratti l’argomento in un articolo ad hoc della legge che prossimamente verrà presentata.”

E questa non è l’unica novità attesa nei prossimi mesi che riguarda Protezione Civile e Calabria. “Rendiamo noto che il Dipartimento nazionale di Protezione Civile, che fa capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha programmato un’esercitazione di livello nazionale che avrà come base proprio l’Area metropolitana di Reggio. Si tratta – rivela il deputato reggino – di una grande operazione simulata di rischio sismico, denominata appunto ‘EXE SISMA DELLO STRETTO 2022’ che interesserà quindi soprattutto le province di Reggio e Messina, presumibilmente nel mese di ottobre. È stata scelta Reggio per questa iniziativa di grande rilievo per l’intero sistema di Protezione Civile e serve a testare la risposta operativa ai vari livelli territoriali in uno degli scenari più complessi e articolati di tutto il Paese. Una scelta che sicuramente ripaga il Presidente Roberto Occhiuto del grande lavoro svolto in seno al settore e che al contempo testimonia l’impegno e l’attenzione del Governo verso la Calabria e verso la Città dello Stretto – conclude Francesco Cannizzaro – di certo non casuali.”