Incendio Poly2oiln a Palmi, Udicon Calabria: “Necessaria una bonifica dell’area per scongiurare qualsiasi rischio di contaminazione”

Il Presidente di U.Di.Con Calabria, Nico Iamundo, esprime gratitudine ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile e alle Forze dell’Ordine per il loro impegno nell’affrontare il grave incendio presso il piazzale di stoccaggio dei materiali della Poly2oiln a Pontevecchio di Palmi. Iamundo estende il ringraziamento anche ai Sindaci e alle Amministrazioni locali per la tempestiva comunicazione ai cittadini.

“L’incendio ha generato una intensa nube di fumo nero, visibile a centinaia di chilometri di distanza, causando preoccupazione per i possibili effetti a breve e lungo termine sulla salute dei residenti nell’area pianigina. Siamo di fronte a una vera emergenza ambientale. L’aria in alcune zone è irrespirabile e i cittadini sono chiusi in casa nonostante il caldo torrido per evitare che l’odore acre possa entrare tra le mura domestiche”, afferma Iamundo.

Sebbene i primi rilievi dell’Arpacal sembrino rassicuranti, U.Di.Con Calabria sottolinea la necessità di una completa bonifica dell’area per eliminare ogni rischio di contaminazione e tutelare la salute pubblica.

“Siamo disponibili a partecipare a tavoli di confronto con gli Enti preposti per discutere, divulgare e informare la popolazione sulle misure di prevenzione e controllo da adottare. Siamo pronti a collaborare con le Amministrazioni Comunali e le Prefetture per promuovere iniziative congiunte e supportare ogni sforzo volto a proteggere il nostro ambiente, i nostri concittadini e la nostra Regione.” ha concluso il Presidente di U.Di.Con Calabria.

REGGIO – Il Consiglio metropolitano ha approvato il rendiconto di gestione 2023

Disco verde dell’aula anche per la proposta “Riforest@metroreggio” ed al finanziamento per l’edizione 2024 della Varia di Palmi

Il Consiglio metropolitano di Reggio Calabria, convocato a Palazzo Alvaro, nella seduta odierna, presieduta dal Sindaco metropolitano, Giuseppe Falcomatà, ha approvato a maggioranza il ‘Rendiconto di gestione per l’esercizio finanziario 2023’.

L’atto economico è stato illustrato in aula dal consigliere delegato al Bilancio, Giuseppe Ranuccio. La votazione si è conclusa con 8 voti favorevoli e 4 contrari. Per l’anno 2023 le Entrate tributarie sono state accertate per il 95,22%, pari a 31.013.951,23 di euro, dello stanziamento definitivo, le Entrate da contributi e trasferimenti sono state accertate per il 100,53%, pari a 58.205.392,87 di euro, mentre le entrate extratributarie sono state accertate per il 84,25%, pari a 2.720.514,43 milioni di euro. Il grado di realizzo complessivo delle entrate correnti è pari quindi al 98,12%. L’andamento delle entrate di parte corrente si può ritenere in linea con le previsioni di bilancio.

Nel corso del 2023, inoltre, è stato applicato per spese di parte corrente avanzo di amministrazione per 4.087.740,85 euro. Il totale delle entrate tributarie accertate nel 2023 ammonta a complessivi 31.013.951,23 euro. La riscossione del Tributo per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell’ambiente (TEFA) ha registrato un notevole incremento rispetto all’esercizio precedente, infatti lo stanziamento iniziale pari a 2.150.000 euro, per effetto degli incassi incamerati l’accertamento si è attestato a 2.921.627,11 euro. L’imposta RCA, sempre accertata per cassa, ha registrato una flessione rispetto alla quantificazione stanziata, sebbene più contenuta rispetto a quella dell’esercizio 2022, in quanto anche per il 2023 le previsioni attese, anche a livello nazionale, non sono state totalmente confermate dai dati delle effettive immatricolazioni. Nell’esercizio 2023 la spesa corrente risulta pari a 86.252.354,33 euro. La spesa corrente registra in sede di consuntivo un grado di realizzazione degli impegni definitivi del 82,61% rispetto alle previsioni definitive 2023. Nel corso del 2023 è stato applicato, complessivamente, avanzo di amministrazione per euro 43.473.140,66 euro di cui 4.087.740,85 euro, destinato a spese di parte corrente ed 39.385.399,81 euro destinato agli investimenti. Le entrate di competenza accertate in conto capitale e, pertanto, destinate agli investimenti sono state pari a 59.919.003,11 euro derivanti da contributi ministeriali e regionali per 56.347.709,75 euro, altri trasferimenti in conto capitale per 3.547.053,36 euro e da alienazioni di beni materiali per 24.240 euro. Gli impegni di competenza in conto capitale ammontano a 39.953.348,50 euro e si compongono per 36.232.378,68 euro da impegni per investimenti fissi e acquisti di terreni, 1.162.008,23 euro da impegni per contributi agli investimenti, da altri trasferimenti in c/capitale per 320.983,08 euro e altre spese in conto capitale per 2.237.978,51 euro. Complessivamente la gestione finanziaria 2023 registra un risultato di amministrazione di 148.417.292,88 euro di cui avanzo libero per 985.983,74 euro. Il totale dei debiti fuori bilancio riconosciuti nel 2023 dal Consiglio metropolitano, ai sensi dell’art. 194 del Tuel, è stato pari, a euro 3.422.220,27 euro. Non si sono registrati rilievi da parte della Corte dei conti.

“Il giudizio è positivo – ha detto il consigliere delegato Ranuccio – i conti sono in equilibrio, la gestione sana, l’Ente risulta solido, con una grande attenzione ai conti e alla spesa. Riteniamo che questa sia la strada giusta, anche se abbiamo un piccolo avanzo, lo destineremo alle priorità”.

Nel corso dei lavori, inoltre, sono state approvate una serie di variazione al Bilancio di previsione 2024/2026 e una serie di debiti fuori bilancio. Disco verde dell’aula anche per la proposta ‘Riforest@metroreggio’, con l’applicazione della quota parte di avanzo vincolato. Sul punto è intervenuto il consigliere delegato Fuda che ha parlato di “progetti importanti che riguardano la riforestazione urbana, alcuni già in atto, con la piantumazione complessiva di centinaia di migliaia di alberi. Cerchiamo così di offrire il nostri contributo, come ruolo istituzionale, per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente”.

Dello stesso tenore l’intervento del vicesindaco metropolitano Carmelo Versace che ha espresso un “plauso al grande lavoro portato avanti, con fondi Pnrr, da tutto il settore e dai lavoratori, per la tutela di un ambiente splendido ma sempre più fragile”.

L’aula ha approvato anche la proposta di mantenimento della destinazione d’uso scolastica, dell’immobile dell’Istituto Iti “Panella’” di Reggio Calabria, oggetto di finanziamento. Passa anche una variazione del programma triennale degli acquisti di forniture e servizi 2024/2026, relative al miglioramento dell’accessibilità dei servizi pubblici digitali, grazie ad un accordo di collaborazione tra AgID e Città metropolitana.

Infine il Consiglio metropolitano ha approvato il protocollo d’intesa per la valorizzazione differenziata dell’edizione 2024 della ‘Varia di Palmi’ che avrà un sostegno maggiore, di 140 mila euro, “considerato il grande successo che sta riscuotendo – ha detto il consigliere delegato Filippo Quartuccio – anche in termini di indotto. Un elemento che ci ha portato a dare seguito alle richieste della fondazione per la riproposizione anche quest’anno”.

Per il Sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà “vorrei fare i complimenti a chi ha lavorato a questo protocollo d’intesa. La Varia di Palmi – ha aggiunto – è cresciuta non solo in termini di partecipazione, ma anche di qualità di contenuti e di servizi per chi partecipa, come fedele o come turista. Eventi come questi possono contribuire ad una nuova narrazione del nostro territorio, coniugando tradizione ed innovazione, rivolte alle nuove generazioni che riescono a viverla bene. La Varia di Palmi è un modello che potremmo trasferire anche alle altre aree omogenee dell’area metropolitana. Se avessimo anche le deleghe sul Turismo, da parte della Regione, potremmo fare anche di più per tutti i territori. E’ un atto dovuto, in un rapporto di dialogo e correttezza istituzionale che deve puntare a dare fiducia ai cittadini. Auspico – ha concluso Falcomatà – che il percorso avviato da tempo possa essere ripreso e concluso”.

G7 Commercio, Senatrice Minasi: «Con la sua posizione nel mediterraneo la nostra terra è e sarà assoluta protagonista»

«Vedere le delegazioni del G7 riunite in Calabria e, per di più, vederle a Reggio, sul mio territorio, è un grande orgoglio e una grande emozione.

La nostra terra ancora una volta ha l’occasione di mostrare il suo volto migliore, diventando il magnifico palcoscenico di un fondamentale confronto internazionale che porterà a risultati importantissimi per un comparto, il commercio, nel quale la stessa Calabria è già oggi protagonista e lo sarà ulteriormente nei prossimi anni, grazie alla sua posizione centrale nel Mediterraneo, grazie a un’Infrastruttura, quale il porto di Gioia Tauro, che rappresenta la porta, proprio per gli scambi commerciali, tra l’Europa e il resto del mondo, e grazie al costruendo Ponte sullo Stretto, che completerà il corridoio scandinavo-mediterraneo, contribuendo a far incrementare il commercio internazionale, e che proprio in questa prima giornata di meeting il Ministro Tajani presenta ai Ministri esteri».

La Senatrice della Lega, Tilde Minasi, commenta così l’apertura, oggi, tra Reggio e Villa San Giovanni, del G7 Commercio. 

«Sono molto dispiaciuta – continua la Senatrice – di non poter essere presente a causa di impegni istituzionali in Senato da cui non potevo assentarmi, ma voglio ringraziare il Ministro Tajani per il suo impegno e il Presidente Occhiuto per aver fortemente voluto che il G7 si svolgesse in riva allo stretto e che saprà essere un eccezionale padrone di casa.

Dunque buon lavoro a tutti!».

Reggio perde un grandissimo del basket e dello sport: Massimo Ripepi ricorda l’amico Gaetano Gebbia

Con profondo dolore e tristezza, ho appreso della scomparsa del grande coach Gaetano Gebbia, figura storica della Viola Basket Reggio Calabria e indimenticabile educatore di giovani cestisti. Perdo un amico e un maestro di vita.

Gaetano Gebbia è stato molto più di un allenatore per me: è stato una guida che mi ha formato non solo come giocatore di basket, ma anche come persona. Sebbene non fosse il mio allenatore diretto, ho avuto l’onore di conoscerlo come coordinatore delle attività degli allenatori delle giovanili della Viola Basket, che sono stati i miei allenatori. Fin dai primi allenamenti, Gaetano ha saputo instillare in me e nei miei compagni non solo le tecniche del gioco, ma soprattutto i valori della dedizione, del rispetto e della perseveranza.

Ricordo con affetto i suoi insegnamenti, le sue parole di incoraggiamento e i momenti difficili affrontati insieme sul campo. Anche dopo aver lasciato la carriera giovanile, il nostro rapporto è rimasto forte e continuo. Ho avuto modo di avere a che fare con lui anche dopo la giovinezza per motivi professionali e ho potuto constatare la sua solita saggezza nel gestire le situazioni.

L’ultima volta che l’ho visto è stato quando è venuto a Reggio Calabria Manu Ginobili, il campione che lui stesso aveva scoperto in Argentina, giocatore della Viola e stella dell’NBA americana. È stato proprio Gaetano ad organizzare l’evento, ma come era solito fare è rimasto defilato e mai in vista.

Ricordo anche il bellissimo rapporto che Gaetano Gebbia aveva con l’indimenticabile Presidente della Viola, il Giudice Peppino Viola. Un legame basato su reciproco rispetto e stima che ha contribuito a creare una squadra straordinaria e un ambiente di crescita unico.

La sua ultima missione sportiva è stata quella di allenare i giovani della Lumaka Basket di Reggio Calabria, sempre con la stessa passione e voglia di raggiungere gli obiettivi.

La sua perdita lascia un vuoto incolmabile nel cuore di tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato. La comunità sportiva e quella cittadina devono molto a Gaetano Gebbia per il suo instancabile impegno nel formare non solo atleti, ma persone migliori.

In questo momento di dolore, il mio pensiero va alla sua famiglia, ai suoi amici e a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incrociare il cammino di questo grandissimo uomo.

Gaetano, il tuo spirito, la tua passione e il tuo insegnamento continueranno a vivere in tutti noi. Grazie di tutto, coach.

Massimo Ripepi

REGGIO – Ok della Prima commissione all’assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2024

A darne notizia è il presidente, Pino Cuzzocrea che chiarisce: «Abbiamo ascoltato la relazione del dirigente del settore Franco Consiglio e della funzionaria che hanno illustrato le differenti variazioni di assestamento»

La prima commissione Bilancio del Comune ha votato l’assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2024 ai sensi degli articoli 175 comma 8 e 193 del decreto legislativo 267/2000.
A darne notizia è il presidente della prima commissione, Pino Cuzzocrea che chiarisce: «Abbiamo ascoltato la relazione del dirigente del settore Franco Consiglio e della funzionaria che hanno illustrato le differenti variazioni di assestamento. Negli anni 2024/2025 si perderanno circa 600mila euro. L’assestamento – ha aggiunto il presidente – ha avuto dieci voti favorevoli, un voto contrario e 4 astenuti».
Il documento, in particolare evidenzia che «Con la legge n. 213 del 30 dicembre 2023, è stata approvata la legge di stabilità per l’anno finanziano 2024, al cui articolo 88, è previsto che per il quinquennio 2024-2028 un taglio di risorse a carico dei bilanci dei Comuni di 200 milioni annui (spending review 2024); quantificata in 312.928,00 per l’annualità 2024 e in 312.928,00 per l’annualità 2025, la quota taglio risorse a carico del bilancio del Comune di Reggio Calabria per il concorso al risanamento della finanza pubblica, giusto decreto ministeriale del Ministro dell’Interno di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze del 29 marzo 2024.
Inoltre con l’emanazione del decreto ministeriale del Ministro dell’Interno di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze del 19 giugno 2024, relativo alla rideterminazione dei ristori specifici di spesa non utilizzati al 31 dicembre 2022, è stato approvato il conguaglio finale della certificazione Covid, dalle cui risultanze emerge per il Comune di Reggio Calabria che la quota da restituire per l’annualità 2024 è pari a 430.023; con l’emanazione del decreto ministeriale del Ministro dell’Interno di concerto con quello dell’Economia e delle riguardante i criteri di riparto delle risorse del fondo di cui all’articolo 1, comma 508. della legge di Bilancio 2024, da destinare prioritariamente e in quote costanti nel quadriennio 2024/2027 agli enti locali in deficit di risorse con riferimento agli effetti dell’emergenza da Covid 19 sui fabbisogni di spesa e sulle minori entrate, al netto delle minori spese, la quota che tocca al Comune di Reggio è di 53.395,00 per l’annualità 2024 e 2025. Inoltre è stata richiesta la variazione di bilancio mediante applicazione dell’avanzo vincolato per l’importo complessivo di 1.717.105,39, 00 giusta deliberazione di cc n. 29 del 15/04/2024; infine è stata chiesta la variazione di bilancio mediante utilizzo fondo rischi contenzioso per l’importo complessivo di 1.152.533,26 euro».

Taurianova Capitale del Libro lancia la prima edizione di “Taurianova Legge – La Fiera”

Una grande festa dedicata alla promozione della lettura. Taurianova Capitale Italiana del Libro si prepara ad ospitare “Taurianova Legge – La Fiera”. Dal 25 al 28 luglio, negli spazi verdi di Villa Fava, quattro giornate di eventi tra letteratura, musica, teatro, tradizione e una fiera espositiva che ospiterà gli stand di case editrici, librerie e associazioni. 26 gli appuntamenti in programma, tutti legati dal fil rouge della letteratura, tra spettacoli, presentazioni letterarie, incontri, attività per bambini, momenti dedicati alla tradizione e un cartellone interamente pensato per i più piccoli in linea con l’obiettivo della Capitale del Libro 2024 e cioè contribuire alla promozione della lettura tra i giovanissimi.

Un evento organizzato dalla “Capitale del Libro” che intende essere la posa di un primo mattone da ripetere negli anni per creare un appuntamento fisso di incontro tra case editrici, librerie, istituti di ricerca, associazioni culturali e professionisti del settore. Hanno già aderito numerose realtà provenienti anche da fuori regione che saranno presenti tra gli espositori che animeranno le quattro giornate. Ad essere protagonisti e testimonial di questa nuova avventura di Taurianova saranno infatti scrittori, studiosi e artisti del panorama culturale italiano, con uno sguardo particolare rivolto agli autori calabresi contemporanei, agli emergenti e ai piccoli editori, per offrire loro la possibilità di presentare il  proprio lavoro ad un vasto pubblico.

Ricca la programmazione dedicata ai più piccoli: per ogni giornata è stato pensato un cartellone ad hoc con attività ludiche, laboratori e spettacoli teatrali rivolti a diverse fasce d’età, per promuovere attraverso il gioco l’importanza della lettura e sensibilizzare su tematiche importanti e contemporanee quali  l’inclusività e la sostenibilità ambientale.

Un progetto che punta molto sul coinvolgimento dei più piccoli attraverso iniziative come “Nati per la Cultura” e “Nati per Leggere”, in un territorio spesso privo di attrattive per i più giovani e nel quale ancora è troppo diffusa la povertà educativa. Attraverso gli eventi programmati durante il corso dell’anno Taurianova intende contribuire per colmare questo vuoto offrendo ai giovanissimi nuove opportunità di apprendimento, promuovendo la lettura come strumento di crescita personale e collettiva e creando al tempo stesso una rete di sostegno tra scuole, famiglie e istituzioni culturali che possa rafforzare il tessuto sociale del territorio.

Durante la Fiera, Taurianova si unirà inoltre alle celebrazioni per i 100 anni dalla morte di Eleonora Duse, considerata una delle più grandi attrici di tutti i tempi. In programma infatti un convegno dal titolo “Quando la cenere diventò fuoco. Duse e Deledda sul set”. Introdurrà i lavori Pierfranco Bruni, Presidente della Commissione per la nomina della Capitale del Libro 2024. Seguiranno gli interventi di Marilena Cavallo, docente, ricercatrice letteraria e studiosa del ‘900 italiano ed europeo; Maria Pia Pagani, ricercatrice presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e membro del comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della morte di Eleonora Duse; Giordano Bruno Guerri, presidente del Comitato Duse, in videocollegamento dal Vittoriale degli Italiani. Modera Piero Muscari, giornalista e condirettore di TCIL.

Gli appuntamenti dedicati alle presentazioni letterarie vedranno poi susseguirsi diversi nomi del panorama culturale italiano, come Alessandro Giuli, giornalista e presidente della Fondazione MAXXI di Roma, Daniele Capezzone, direttore editoriale di Libero e opinionista di Rete4, e Tommaso Labate, notissimo giornalista di origine calabrese firma del Corriere della Sera.. Personalità dalle ideologie diverse che offriranno al pubblico l’importante occasione di confrontarsi con sguardi anche opposti su tematiche di grande attualità. Tra gli ospiti che presenteranno i propri libri anche  Federico Palmaroli, molto noto al pubblico dei social per essere l’autore delle seguitissime pagine “Le più belle frasi di Osho”

Calabria ancora protagonista anche con le presentazioni dei libri di Domenico Dara e Olimpio Talarico, che attraverso il racconto di piccoli borghi calabresi restituiscono scenari inediti sulla regione grazie al potere della narrazione.

Non mancheranno i momenti dedicati all’intrattenimento, come gli spettacoli che vedranno in scena Luca Ward, tra le voci più note e iconiche del mondo del doppiaggio italiano, e l’attore e regista Alessandro Preziosi che omaggerà Franco Zeffirelli. Chiusura in musica con il live de Le Vibrazioni.

Spazio anche ad una delle tradizioni più amate da grandi e piccoli: il Ballo dei Giganti, ricorrenza tra sacro e profano dalle origini secolari, che durante le quattro giornate animerà la città con l’inconfondibile ritmo dei tamburi che ne accompagnano la sfilata.

Il Presidente Andrea Agostinelli interviene al G7 Commercio in Calabria per illustrare il porto di Gioia Tauro

In occasione del G7 Commercio in Calabria, il presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno meridionale e Ionio, Andrea Agostinelli, è intervenuto nella Plenaria internazionale delle delegazioni ministeriali a Villa San Giovanni per illustrare il porto di Gioia Tauro e, successivamente, ha accompagnato gli illustri ospiti all’interno del porto.

Lungo le banchine dello scalo portuale, il presidente Andrea Agostinelli, alla presenza, tra gli altri, del vicepresidente del Consiglio dei ministri e ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Antonio Tajani, del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, e dei massimi rappresentanti dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e della Protezione Civile, si è soffermato sulle caratteristiche infrastrutturali dello scalo portuale, evidenziando la sempre maggiore crescita dei suoi traffici, che registrano un aumento del 13,7% nei primi sei mesi del 2024, nonostante le conseguenze della direttiva europea ETS, che penalizza gli stessi porti mediterranei destinati al ”transhipment”, ed alla nota crisi dei traffici marittimi dovuta alla situazione geopolitica del Mar Rosso.

A tale proposito ha evidenziato il ruolo dei due Terminalisti – Med Center Container Terminal e Automar spa – e dei rispettivi armatori MSC e Grimaldi Lines, che continuano a individuare lo scalo portuale di Gioia Tauro quale porto di riferimento.

Il presidente Andrea Agostinelli ha, quindi, concluso il suo intervento manifestando la sua piena soddisfazione per avere cooperato all’iniziativa umanitaria “Food for Gaza” attraverso la concessione dello scanner mobile del porto di Gioia Tauro.

REGGIO – 20 Anni Adisco Calabria: giovedì 18 luglio inaugurazione “Aiuola per la vita” con la scultura di Cosimo Allera e la benedizione solenne di S.E.R. mons. Fortunato Morrone arcivescovo di Rc-Bova

Adisco Calabria ed i suoi 20 anni. L’Associazione donatrici Italiane Sangue del Cordone Ombelicale con sede regionale a Reggio Calabria continua i suoi eventi che per tutto l’anno possano ricordare la passione e la tenacia con cui questa storica associazione è presente nel panorama nazionale.
L’attuale presidente regionale prof. Giuseppe Livoti che dallo scorso settembre è il nuovo presidente, prendendo il posto della Signora Franca Arena Tuccio invita giovedi 18 luglio alle ore 19 tutta la cittadinanza ad un evento presso il Cortile delle Muse di via San Giuseppe19. Cresciuto in Adisco, a Livoti tocca il ruolo di celebrare e fare da cerimoniere di una lunga storia nata per il volere della presidente onoraria Franca Tuccio che nel lontano 25 ottobre del 2004 su sua proposta ed idea riunisce un gruppo di amiche e personalità del mondo scientifico per dare vita a questa associazione al servizio della collettività. Un’associazione nata per volere di una donna dalla forte tempra ricorda Livoti e che ancora oggi promuove la cultura della donazione con il nostro presidente nazionale dott. Giuseppe Garrisi. Giovedi sarà un avvenimento straordinario che coniuga un messaggio di solidarietà all’interno di un luogo di cultura, poiché presso il Cortile delle Muse sito di eventi e convegni, inaugureremo “Un’ aiuola per la vita”, ovvero una isola circondata da verde e piante dove è stata inserita una scultura creata appositamente e donata dallo scultore Cosimo Allera. Allera è noto artista calabrese che ha arricchito il patrimonio scultoreo italiano con opere come “L’Umanità e la Croce”, collocata in Piazza Marconi a Gioia Tauro, il “Cristo” presso il Santuario di Paravati o ancora l’installazione in acciaio corten “Acutis”, imponente realizzazione che invita l’osservatore a individuare le misteriose “autostrade del cielo” presso il Parco RespirArt a Pampeago, in Val di Fiemme, fra le Dolomiti del Trentino. La scultura di grandi dimensioni che sarà da giovedi in permanenza presso il Cortile delle Muse dal titolo “Trasformazioni” in acciaio sagomato ed inciso, rappresenta una figura stilizzata e strigilata di un cordone ombelicale costituito da tre vasi ombelicali (una vena e due arterie), che come si sa ha la funzione di permettere lo scambio di sangue tra la madre e il feto durante la gravidanza. Il cordone ombelicale collega infatti il circolo sanguigno del bambino, alla placenta, ossia l’organo che permette il passaggio dal sangue materno a quello fetale dell’ossigeno e delle sostanze necessarie alla crescita e allo sviluppo del feto. Culmina in alto una sfera in ottone, interattiva poiché lo spettatore puo’ animarla mettendola in movimento elemento che simbolicamente rende l’universalità del senso della donazione oggi più che mai utile e necessaria. Adisco continua oggi a svolgere la sua mission ovvero “…sensibilizzazione presso la popolazione per diffondere la conoscenza dei problemi inerenti alla donazione di sangue da cordone ombelicale ed al suo trapianto….promuovere iniziative atte a potenzire lo sviluppo della donazione di sanghe di cordone ombelicale e collaborare con gli organi legislativi e di governo, statali e regionali e degli altri enti locali per la promozione di provvedimenti, anche normaitivi atti a tutelare le donatrici ed i neonati…
L’incontro vedrà dunque la presenza di S. E. R. Mons. Fortunato Morrone arcivescovo di Reggio Calabria Bova, della dott.ssa Giulia Pucci che si occupa della gestione delle attività di raccolta, processazione, stoccaggio e distribuzione delle cellule staminali periferiche, midollari e cordonali presso la Banca del Cordone Ombelicale ubicata presso il Grande Ospedale Metropolitano Bianco Melacrino Morelli, dello scultore Cosimo Allera e della presidente onoraria Franca Arena Tuccio. Al Coro delle Muse sotto la direzione delle maestre Enza e Marina Cuzzola l’apertura dell’evento mentre momenti di Lettura Interpretativa sul senso della vita saranno affidate ad Emanuela Barbaro, Clara Condello e Margherita Modafferi.
L’attuale direttivo Adisco Calabria oggi è così composto: presidente prof. Giuseppe Livoti, vicepresidente dott.ssa Daniela Privitera – medico, segretaria dott.ssa Elisa Mottola – psicologa, tesoriera prof.ssa Giulia Tramontano mentre il comitato scientifico dott.ssa Antonella Pontari dirigente biologo, dott.ssa Paola Infortuna – ostetrica, dott.ssa Elisa Mottola mentre consigliere dott.sse Angela Iaria e prof.ssa Rosaria Livoti sono le responsabili degli eventi Adisco.

 

 

 

REGGIO – G7 Industry Stakeholdes conference, Falcomatà: «Un’occasione per mostrare a tutto il mondo di quanto è capace il nostro territorio in termini imprenditoriali»

La scuola Allievi carabinieri di Reggio Calabria ha ospitato il “G7 Industry Stakeholders conference. Inverting the global protectionist drift”, evento a margine al G7 del commercio che si svolgerà tra Villa San Giovanni e Reggio Calabria. Tra le tante autorità presente anche il sindaco Giuseppe Falcomatà che ha evidenziato: «Reggio Calabria in questi giorni è capitale del commercio, dell’industria e, più in generale, dell’economia. Per noi si tratta di un fattore essenziale perché questa due giorni ci consente di mettere in vetrina non soltanto le bellezze del nostro territorio, ma le eccellenze dal punto di vista industriale, economico e commerciale. Quindi avere l’orgoglio di mostrare a tutto il mondo di quanto è capace il nostro territorio in termini imprenditoriali».

«Per i nostri imprenditori è un’occasione per aumentare gli scambi commerciali. Credo che certi momenti servano soprattutto a questo – ha aggiunto il primo cittadino – e che gli effetti si vedano a lungo termine, cioè quanto, successivamente al G7 e al B7, avremo modo di continuare a tenere alta l’attenzione sul nostro territorio e sulla nostra Regione. C’è una nuova stagione anche sotto il profilo degli investimenti, una nuova cultura anche per i nostri imprenditori per relazionarsi a livello internazionale e non lasciarsi sfuggire opportunità importanti. Come in questo caso. Sono convinto che, sotto la guida del presidente Domenico Vecchio e di tutte le altre istituzioni presenti a partire dal ministro Tajani, Reggio Calabria non si farà sfuggire questa occasione».

REGGIO – Atto vandalico alla Villa comunale Umberto I, Merenda: «Secondo episodio di danneggiamento, ma continueremo a prenderci cura dei beni comuni»

Ancora un atto vandalico alla Villa comunale Umberto I, un luogo del cuore, sul quale l’Amministrazione da tempo ha investito per restituirlo a tutta la comunità. Nottetempo sono state divelte quattro trappole per topi e un cassonetto dei rifiuti è stato gettato all’interno del laghetto. A darne notizia è Massimiliano Merenda, consigliere comunale con delega ai Parchi e Giardini.
«Si tratta del secondo episodio vandalico che si sussegue in poco tempo – ha affermato Merenda – c’è tanta rabbia e indignazione soprattutto se si pensa alla cura da parte dell’Amministrazione Falcomatà riservata ad uno degli angoli verdi più preziosi della città e sui quali da tempi si è deciso di investire. Uno sforzo importante per restituire la fruibilità che mancava da tanto tempo per un luogo del cuore caro a tante generazioni di reggini. Il danno – ha assicurato il consigliere – sarà riparato immediatamente anche perché nei prossimi giorni la villa sarà scenario di spettacoli estivi.
Episodi come quello di stanotte non ci spaventano e non ci fanno arretrare di un passo. Continueremo con la passione che da sempre contraddistingue il nostro operato a prenderci cura della città e dei beni comuni».