REGGIO – Calcio, Reggina 1914: Giuseppe Sapienza nuovo direttore generale

Reggina 1914 è lieta di annunciare l’ingresso in Società di Giuseppe Sapienza nel ruolo di Direttore Generale della comunicazione.

Sapienza, siciliano, 51 anni, giornalista professionista dal 1997, coordinerà il lavoro del Responsabile dell’ufficio stampa, dell’area social media, video e fotografica.

A Giuseppe Sapienza il benvenuto nel Club amaranto con i migliori auguri di buon lavoro da parte della Proprietà, del Presidente e di tutta la Reggina.

REGGIO – Calcio, Reggina 1914: “Reggina – Inter, 14 anni dopo al Granillo”

Quattordici anni dopo. Passato, presente e futuro. Reggina ed Inter tornano in scena allo stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria, giovedì 22 dicembre alle ore 18:00, per un evento che porterà con sé momenti indimenticabili e forti emozioni.

PRELAZIONE ABBONATI

Il club riserverà, ai tifosi in possesso di abbonamento per la stagione 2022/23, una fase di prelazione per l’acquisto del tagliando, nei giorni negli orari di seguito indicati:

STADIO ORESTE GRANILLO (LATO TRIBUNA OVEST)

– Venerdì 2 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 18:00 (no stop);
– Sabato 3 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 18:00 (no stop);
– Domenica 4 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 18:00 (no stop).

REGGINA OFFICIAL STORE (CORSO GARIBALDI, 505)

– Venerdì 2 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00;
– Sabato 3 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00;
– Domenica 4 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00.

Sarà possibile acquistare i tagliandi anche sul portale VivaTicket. I tifosi dovranno presentarsi presso i punti vendita muniti di abbonamento.

VENDITA LIBERA

Terminata la fase di prelazione riservata agli abbonati, a partire dal pomeriggio di lunedì 5 dicembre sarà attiva la vendita libera per tutti i settori dello stadio Oreste Granillo. Nei prossimi giorni saranno comunicati date e orari.

Per quanto concerne le richieste di accredito per gli operatori dell’informazione, seguirà comunicazione nella giornata di lunedì 5 dicembre.

INFO ACCREDITI DIVERSAMENTE ABILI

La Reggina rende noti i termini e le modalità per avanzare le richieste di accredito da parte dei diversamente abili per la gara amichevole di giovedì 22 dicembre (ore 18:00) con l’Inter.

Per accedere al servizio è necessario aver consegnato il certificato di invalidità al 100% comma 3 art. 3.

L’accredito è riservato ai diversamente abili NON DEAMBULANTI.

Si riceverà riscontro immediato della propria prenotazione con invio sulla propria mail della conferma di accredito.

Si può indicare il nominativo di un accompagnatore che entra gratis col disabile; l’accompagnatore deve essere maggiorenne e deve potersi prendere cura del disabile in caso di emergenze.

Si informano le persone disabili al 100% con ausilio di sedia a rotelle che i posti a loro riservati dalla Reggina 1914, sono vincolati da una procedura di accredito gratuita. Tali posti sono specifici per le esigenze di circolazione delle carrozzine all’interno della struttura Stadio, a norma per ragioni di sicurezza ed accessibilità e contingentati secondo la normativa vigente sui luoghi di spettacolo. La procedura specificata in questa pagina è valida per tutte le partite in casa della Reggina 1914.

La richiesta di accredito potrà essere inviata all’indirizzo mail accrediti@reggina1914.it solo ed esclusivamente nei giorni 18 e 19 dicembre, allegando i documenti d’identità del diversamente abile, il verbale INPS attestante tutto e dell’eventuale accompagnatore, utilizzando il seguente modulo (CLICCA QUI).

I titoli di accesso allo stadio, indicando indirizzo email, verranno inviati per via telematica (da stampare ed esibire all’ingresso dello stadio).

I Diversamente Abili ed i loro accompagnatori dovranno obbligatoriamente prendere posto nei settori indicati dalla Società.

I titoli emessi non sono cedibili, non è possibile alcun cambio intestazione.

REGGIO – Partita della Solidarietà, al via la prevendita dei biglietti

Su Vivaticket la prevendita dei tagliandi per la Partita della Solidarietà. Attraverso il Biglietto Sospeso chiunque può regale lo spettacolo a chi non può permetterselo

Il Palacalafiore di Reggio di Calabria ospita l’importante Partita della Solidarietà tra Reggina 1914  Pallacanestro VIOLA e la Reggio Calabria BIC.

L’evento è promosso da SOS Villaggi dei Bambini, nell’ambito dell’opera di sensibilizzazione che svolge sui temi dell’infanzia e dell’adolescenza, in collaborazione con il Comune di Reggio Calabria.

Martedì 13 dicembre (ore 10:00) si terrà un evento davvero speciale che prevede il coinvolgimento delle scuole del territorio, della Reggina 1914-Pallacanestro VIOLA e la Reggio Calabria BIC.

Tutti insieme per sostenere i progetti a favore dei bambini e dei ragazzi sostenuti attraverso i Programmi e Villaggi SOS in Italia, e per supportare l’Hospice di Reggio Calabria.

SOS Villaggi dei Bambini è parte del network di SOS Children’s Villages, la più grande Organizzazione a livello mondiale impegnata da oltre 70 anni affinché i bambini e i ragazzi che non possono beneficiare di adeguate cure genitoriali crescano in una situazione di parità con i propri coetanei, concretizzando appieno il proprio potenziale e la possibilità di vivere una vita indipendente. È presente in 138 Paesi e territori, dove aiuta oltre 1 milione di persone tra bambini, bambine, ragazzi, ragazze e le loro famiglie.

In Italia promuove i diritti di oltre 39.000 bambini e giovani e si prende cura di oltre 700 persone tra bambini, ragazzi e famiglie che vivono gravi momenti di disagio. Lo fa attraverso 8 Programmi e Villaggi SOS, rispettivamente a Trento, Ostuni (Brindisi), Vicenza, Saronno (Varese), Mantova, Torino, Crotone e Milano.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL BIGLIETTO

REGGIO – Calcio, Reggina 1914: “Brescia-Reggina”, arbitra Ghersini

La gara tra Brescia Reggina, valida per il quindicesimo turno del campionato di Serie BKT e in programma domenica 4 dicembre alle ore 15:00, sarà diretta dal Sig. Davide Ghersini della sezione di Genova. Gli assistenti designati sono Edoardo Raspollini di Livorno e Marco D’Ascanio di Ancona. Il quarto ufficiale è Matteo Marcenaro di Genova. VAR e AVAR sono assegnati rispettivamente a Luigi Nasca di Bari e Marco Serra di Torino.

REGGIO – Calcio, Reggina 1914: la Lega B scende in campo con le fasce della fondazione Polito per il passaporto ematico

Responsabilità sociale e prevenzione. La Lega Serie B e la Fondazione “Fioravante Polito” scendono in campo anche questa stagione per onorare la memoria di Piermario MorosiniAndrea FortunatoCarmelo Imbriani e Flavio Falzetti, scomparsi prematuramente a causa di malattie all’apparato cardiocircolatorio, ai quali è intitolato il Passaporto Ematico.

Dopo il rinnovo del Protocollo d’intesa per la s.s. 2022/2023, è il momento di sensibilizzare e manifestare nuovamente in maniera concreta l’impegno assunto dal presidente Mauro Balata a sostegno del presidente Davide Polito per la tutela della salute degli atleti.

Per l’occasione, durante la 15a giornata della Serie BKT, i capitani delle 20 società indosseranno le fasce speciali della Fondazione Polito come simbolo per un futuro sano e sicuro a tutti gli sportivi.

La LNPB, intende veicolare un messaggio che inviti coloro i quali intendano praticare attività sportiva ad avere cura di sé e della propria salute: “Vogliamo che lo sport sia sicuro per il bene di tutti gli atleti – ha dichiarato il presidente Balata -. I valori che la Fondazione Polito porta avanti da tempo si coniugano perfettamente con quelli che contraddistinguono la nostra Lega. Per tale ragione, anche quest’anno, continuiamo a sostenere la fondazione affinché il futuro delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi possa essere maggiormente tutelato mediante gli esami clinici previsti dal protocollo, in tal modo riducendo il rischio di eventuali complicazioni”.     

L’obiettivo è prevenire situazioni simili a quelle che hanno coinvolto, purtroppo, i vari Morosini, Fortunato, Imbriani e Falzetti, rendendo obbligatori – per tutti coloro che si accingono a praticare attività sportive – i controlli dei valori ematici e cardiaci, indispensabili per il rilascio del certificato di idoneità all’attività sportiva. Questi hanno lo scopo principale di indagare e rilevare eventuali anomalie, disturbi fisici o altre patologie al fine di intervenire in modo tempestivo a tutela della salute.

Apprezzato l’impegno della Lega Serie B da parte del presidente Polito che ha dichiarato: “Quando si affronta un percorso ambizioso e alcune volte non semplice come il Passaporto Ematico, sapere di essere affiancati da una presenza costante come la Lega Serie B è per me motivo di felicità e un ulteriore incentivo nel lavoro che stiamo portando avanti con la Fondazione Fioravante Polito. Sono molto soddisfatto che anche quest’anno sia stato rinnovato il protocollo sul Passaporto Ematico con la Lega B e tutte le squadre che vi partecipano. Con l’augurio che questa rinnovata collaborazione sensibilizzi ancora di più le società sportive sul tema della prevenzione della salute”.

Virtus Rosarno-Real Pizzo sospesa per rissa. Callipo: “Lo sport a cui voglio dare appoggio non è questo”

La riflessione dell’imprenditore Pippo Callipo che nella scorsa estate con grande entusiasmo e spirito di appartenenza ha deciso di sostenere la squadra della sua cittadina di origine come socio e main sponsor.

A discapito di ogni aspettativa quello di domenica allo Stadio “Giovanni Paolo II” di Rosarno non è stato affatto un bello spettacolo sportivo.
La partita tra le prime due formazioni del campionato di Prima Categoria, valida per la nona giornata del torneo, è finita sulle pagine della cronaca locale per gli episodi di violenza che si sono registrati proprio sul rettangolo di gioco. L’amaro resoconto della sfida tra Virtus Rosarno e Real Pizzo riporta della sospensione della gara al quarto d’ora dalla ripresa dopo una rissa scoppiata in campo che ha visto protagonisti giocatori, tecnici e anche qualche tifoso.

A distanza di qualche ora dall’accaduto l’imprenditore Pippo Callipo, che la scorsa estate ha deciso con convinzione di supportare il progetto sportivo del Real Pizzo, ha commentato: “Queste azioni mi lasciano molto perplesso. Ho alle spalle una militanza nel mondo dello sport lunga trent’anni e non mi era mai successo di assistere a qualcosa del genere. È pur vero che il mio ambiente è sempre stato quello della pallavolo che è una disciplina diversa rispetto al calcio definito infatti uno “sport di contatto” in cui è più facile arrivare allo scontro. Ciò però non mi aiuta a trovare una giustificazione a queste azioni di violenza che nulla hanno a che fare con l’agonismo o la rivalità calcistica. A primo impatto questa notizia mi ha lasciato sgomento perché non sono abituato né ho intenzione di abituarmi ad avvenimenti del genere”.

Pippo Callipo condanna senza mezzi termini le vicende di Rosarno e pensando a quali potrebbero essere i provvedimenti da adottare si esprime così: “Mi auguro che la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) faccia un buon lavoro prendendo le giuste decisioni per tutti. Al contempo auspico che l’arbitro abbia messo a referto i fatti accaduti in maniera corretta e veritiera. Per dare dignità a questo sport e a quanti lo seguono con passione serve una sanzione esemplare. Non si deve più permettere che i tifosi assistano a uno spettacolo pietoso come quello di domenica. Per fortuna sugli spalti non è accaduto nulla di simile ma la delusione del pubblico che era al seguito della Real Pizzo è stata tanta. Insomma, non è affatto stata una bella giornata all’insegna dei valori dello sport”.

Non ci sono scusanti per l’imprenditore Pippo Callipo che nello sport ha sempre individuato un modello formativo a cui ricorrere per educare al rispetto dell’altro e delle regole: “Questo episodio probabilmente si sarebbe potuto evitare se l’arbitro fosse intervenuto prima ossia ai primi segnali di screzi tra i calciatori. Bisognerebbe preparare i giudici di gara ad essere maggiormente attenti e più tempestivi con i provvedimenti per evitare che la situazione precipiti.  

Tutto ciò non mi incoraggia ad andare avanti con le sponsorizzazioni in ambito sportivo, nel calcio in particolare, perché non mi piace essere coinvolto, anche se indirettamente, come è accaduto in questo caso, in notizie che raccontano di fatti di violenza, di risse, di prevaricazioni. Non voglio rischiare che l’opinione pubblica associ il nome della mia azienda, main sponsor della squadra, con accadimenti di inciviltà e di pessimo gusto. Sono convinto che in futuro sia io che la Società del Real Pizzo dovremo fare una riflessione seria sulla possibilità di proseguire il rapporto di collaborazione. Lo sport a cui voglio dare appoggio non è questo”.

Terremoto Juventus e dimissioni, finisce era Andrea Agnelli

Il presidente lascia dopo 9 scudetti in 12 anni.

Dopo 4576 giorni, si chiude l’era di Andrea Agnelli alla guida della Juventus. Il presidente più vincente della storia bianconera lascia la carica, si dimette con tutto il Cda e abbandona il vertice della Vecchia Signora dove era approdato il 19 maggio 2010. Agnelli, 46 anni, in 12 anni ha segnato un’epoca nella storia del club.

Ha portato la società bianconera nella sua nuova casa, lo Stadium, inaugurato nel 2011, e ha condotto la Juve alla conquista di 9 scudetti consecutivi tra il 2012 e il 2020. Nello stesso periodo, sono arrivate anche 5 Coppe Italia. Al figlio del dottor Umberto rimane legato il periodo più vincente nella storia del club, che per 2 volte è arrivato a giocare la finale di Champions League.

Con Agnelli al timone, la Juventus si è definitivamente rialzata dopo le sabbie mobili di calciopoli ed è tornata a primeggiare in Italia e a competere ai massimi livelli in Europa. Il club, dal 2010, ha iniziato una parabola ascendente anche in termini di bilancio, con un progressivo aumento degli investimenti e della qualità degli innesti della rosa. A metà del decennio scorso, la Juve – come ora con Massimiliano Allegri in panchina – ha dato l’impressione concreta di potersi sedere stabilmente al tavolo delle grandi d’Europa. Il 2018 è un anno di svolta, con l’all in rappresentato dall’acquisto di Cristiano Ronaldo.

L’arrivo del fuoriclasse portoghese – un’operazione monstre a livello tecnico e finanziario – è destinato a segnare gli anni successivi della Vecchia Signora. La Juve continua a vincere in Italia ma non compie il passo decisivo in Europa: anzi, la crescita in Champions si arresta e si trasforma in un progressivo declino. Il covid, con la paralisi del calcio e la contrazione dei ricavi, è la mannaia che cala sul piano di sviluppo e che costringe la Juve a ripiegare.

Il piano di crescita diventa progetto di gestione, club e squadra sembrano avvitarsi in una spirale calcistico-finanziaria. Nel 2021 Agnelli, con Real Madrid e Barcellona, è il promotore del progetto Superlega che naufraga nel giro di una notte e che determina la rottura dei rapporti con la Uefa. Nell’ultimo anno e mezzo, le apparizioni pubbliche del presidente bianconero si diradano. La Vecchia Signora, costretta a sposare una linea di ‘sostenibilità’ e sostenuta dalla proprietà con aumenti di capitale, finisce sotto i riflettori per il caso plusvalenze e per la gestione dei bilanci delle ultime stagioni, oggetto di inchiesta: sono le vicende che trovano ampio spazio nel comunicato che sancisce la fine dell’era Andrea Agnelli.

 

 

 

FONTE : ADNKRONOS

REGGIO – Calcio, “Reggina – Benevento” 2-2: il tabellino della gara

Parità al ”Granillo” tra Reggina e Benevento. Di seguito, il tabellino della gara:

SERIE BKT, 14ª GIORNATA

REGGINA-BENEVENTO 2-2

Marcatori: 21′ rig. Hernani (R), 36′ Canotto (R), 59′ Improta (B), 81′ Acampora (B).

Reggina (4-3-3): Ravaglia; Pierozzi, Camporese, Gagliolo, Di Chiara (72′ Giraudo); Fabbian (85′ Liotti), Majer, Hernani; Canotto (72′ Cionek), Ménez (72′ Gori), Cicerelli (60′ Rivas). In panchina: Colombi, Bouah, Loiacono, Crisetig, Lombardi, Ricci, Santander. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Benevento (3-5-2): Paleari; Leverbe, Capellini, Pastina (46′ El Kaouakibi); Letizia, Improta, Schiattarella (46′ VIviani),Karic (75′ Acampora), Foulon (46′ Forte); Farias (89′ Kubica), La Gumina. In panchina: Manfredini, Lucatelli, Masciangelo, Thaim, Simy, Basit, Koutsoupias. Allenatore: Fabio Cannavaro.

Arbitro: Luca Zufferli di Udine. Assistenti: Domenico Palermo di Bari e Andrea Niedda di Ozieri. IV ufficiale: Daniele Rutella di Enna. VAR: Valerio Marini di Roma 1. A-VAR: Livio Marinelli di Tivoli.

Note – Spettatori 8.377, di cui 4.130 abbonati. Ospiti: 205. Ammoniti: Leverbe (B), Karic (B), Fabbian (R), Ravaglia (R), Majer (R), Cionek (R), Acampora (B), Camporese (R). Calci d’angolo: 3-5. Recupero: 4′ pt; 7′ st.

REGGIO – Volley Reghion alle pendici dell’Etna per affrontare l’esame Bricocity Alus

Dopo la vittoria conquistata sette giorni fa contro La Saracena Cassiopea, per la Volley Reghion è tempo di una nuova trasferta. Si torna in Sicilia per un’altra partita molto importante da affrontare con la giusta attenzione e con il giusto piglio. L’avversario odierno, la Bricocity Alus, dopo la settima giornata è ferma in classifica a quota un punto, frutto del raggiungimento di un tie-break. Ma non bisogna rilassarsi poiché non sarà una sfida facile: serve scendere sul parquet di gioco con determinazione per provare a sfruttare al meglio anche la seconda di questo trittico di match consecutivi messo a disposizione dal calendario per tentare di allontanarsi il più possibile dalle zone basse della graduatoria che vedono sei squadre lottare per la salvezza, distaccate di altrettanti punti dal gruppo che, invece, ambisce alla promozione in B1.

Si giocherà oggi pomeriggio a partire dalle ore 18.00 al Palazzetto dello Sport di Regalna, alle pendici dell’Etna. Arbitri dell’incontro Pietro Lerose e Raffaele Donato.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina facebook ed il profilo instagram “Volley Reghion”.