Skip to content

MOTTA SAN GIOVANNI (RC) – Ponte stradale Serro Valanidi, Vincenzo Crea: “Si continua a discutere, mentre l’ANCADIC agisce”

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

“Con nota del 5 maggio 2021 diretta anche al Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, avv. Giuseppe Falcomatà, l’ANCADIC richiedeva alle competenti Istituzioni una URGENTE attività ispettiva visiva e tecnica e conseguenziali interventi per evidenti criticità visibili del ponte stradale di attraversamento della Fiumara Valanidi – via dell’Alloro – Serro Valanidi ricadente nel Comune di Motta San Giovanni.
In merito la Città Metropolitana di Reggio Calabria Settore 11 Viabilità – Servizio Manutenzione Stradale Ufficio Centro – con nota del 10 maggio 2021 ci comunicava che il ponte stradale denominato “ Ponte Serro Valanidi” non rientra nel patrimonio stradale del precitato Settore. In questi giorni abbiamo appreso dal Sito istituzionale del Comune di Motta San Giovanni a dire del Sindaco, Giovanni Verduci, che:” E’ da oltre un anno che con il Comune e la Città Metropolitana di Reggio Calabria abbiamo istituito un tavolo tecnico per discutere insieme degli interventi necessari ed utili al comprensorio attraversato dal torrente Valanidi….. Secondo quanto concordato, qualsiasi intervento sarà realizzato attraverso la compartecipazione economica dei due enti””. “Per quanto sopra si chiede al sindaco della Città Metropolitana e al Sindaco del Comune di Reggio Calabria se siano a conoscenza della risposta fornita dal tecnico della Città Metropolitana per noi risposta istituzionale e se c’è un tavolo tecnico con il Comune di Motta San Giovanni a proposito del ponte in trattazione di Serro Valanidi, relativamente ai pregressi interventi di crollo della campata centrale insieme ad un camion al tempo della costruzione e dei successivi interventi di ripristino del crollo e se nella responsabilità la Città Metropolitana abbia esercitato controlli sulla manutenzione e se risulta alla Città Metropolitana che le porzioni di ponte crollato al tempo ancora giacciono sul greto del torrente che ostacolano il flusso idraulico. Questa attività di controllo del torrente dovrebbe essere svolta principalmente dai controllori dei torrenti. Si chiede altresì di conoscere il nominativo del Responsabile del Procedimento con il quale poter interloquire”.

Vincenzo Crea, referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato Spontaneo “Torrente Oliveto”

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

VeritasNews24 è un Quotidiano Online Registrato al Tribunale di Reggio Calabria n°7 del 28/09/2015

Editrice di VeritasNews24 è la TXT Soc. Coop. Soc.

sita a Reggio Calabria in Via Trapani Lombardo, 35 – 89135 – Reggio Calabria

contatti

REDAZIONE@VERITASNEWS24.IT   –    0965.371156

©2021 veritasnews24 – tutti i diritti sono riservati – SITO WEB REALIZZATO DA TXT COMMUNICATION