Skip to content

REGGINA – Ripepi: “Dopo 4 ore di strazio, ho chiamato i Carabinieri. Non pervenuto l’atto amministrativo di assegnazione!”

Al peggio non c’è mai fine, soprattutto quando si parla del Comune di Reggio Calabria! Dove, a denunciare una gravissima irregolarità rispetto al non pervenimento di importantissimi atti amministrativi sull’assegnazione della Reggina alla società “La Fenice Amaranto”, il Consigliere comunale Massimo Ripepi, che ha inoltre prontamente richiesto l’intervento delle forze dell’ordine a Palazzo San Giorgio per “cristallizzare” questi momenti da “incubo”.

“Mi ero recato dalle ore 13:00 a Palazzo San Giorgio a prendere gli atti, come avevo annunciato: però mi sono reso conto che non mi avevano consegnato l’atto più importante, quello di assegnazione, con cui alla fine di una manifestazione di interesse il Sindaco assegna il titolo alla società Fenice Amaranto, e per questo ho dovuto chiamare i carabinieri!” – ha spiegato Massimo Ripepi, in una diretta Facebook improvvisata, durante la quale, ha aggiornato i cittadini su quanto stava accadendo nel palazzo comunale.

“Tutto deve essere fatto nella massima trasparenza. Mi sembra di rivivere la questione Miramare, quando scoprii per primo la questione Miramare, quando andai a chiedere la delibera di assegnazione del Miramare: dopo che avevo visto della gente che faceva dei lavori ho chiesto alla segretaria generale l’atto di delibera dell’assegnazione, che NON TROVAVANO! Poi sapete tutti quello che è avvenuto.” – ha dichiarato il Consigliere profondamente preoccupato.

“Avevo saputo, in via informale, che mancava il verbale della Commissione ed ero molto preoccupato: dopo aver rivolto tante domande e richieste alla Dott.ssa Mauro per avere l’atto di assegnazione (che doveva già esser pubblicato nell’albo pretorio lo stesso giorno dell’affidamento, e quindi una settimana fa) lei mi rimandava a tornare lunedì.” – ha proseguito Massimo Ripepi che, dopo una serie di risposte evasive, ha chiamato i carabinieri perché “non mi volevano dire se questo atto amministrativo doveva essere fatto o meno in casi come questo, e se è vero che andava prodotto, allora perché nessuno lo aveva!”

“Dopo 4 ore di strazio sono uscito da qua, neanche ho mangiato. Oggi mi sono reso conto di come vengono trattati i cittadini. La dott.ssa Mauro mi rispondeva eludendo le domande: ‘non ce l’ho, non so dov’è, chieda al RUP Barreca. Tutti i Consiglieri Comunali dovrebbero avere le password di Auriga. Non solo non me le danno, manco mi dicono dove sono gli atti. E’ un macello, sono distrutto. Ora vedremo quello che succede, ovviamente spero di sbagliarmi perché altrimenti sarebbe una tragedia!”. – ha concluso con grande amarezza, il Consigliere Massimo Ripepi.

VeritasNews24 è un Quotidiano Online Registrato al Tribunale di Reggio Calabria n°7 del 28/09/2015

Editrice di VeritasNews24 è la TXT Soc. Coop. Soc.

sita a Reggio Calabria in Via Trapani Lombardo, 35 – 89135 – Reggio Calabria

contatti

REDAZIONE@VERITASNEWS24.IT   –    0965.371156

©2021 veritasnews24 – tutti i diritti sono riservati – SITO WEB REALIZZATO DA TXT COMMUNICATION