Skip to content

REGGINA – Ripepi tranquillizza i tifosi: “La società è iscritta e giocherà in Serie D. Però non possiamo rimanere in silenzio dinanzi alle incongruenze!”

Ancora caos sulla questione della Fenice Amaranto: dopo i carabinieri a Palazzo San Giorgio, chiamati dal Consigliere Massimo Ripepi a causa del mancato pervenimento dell’atto di assegnaone e il relativo verbale conclusivo del procedimento, ha iniziato a serpeggiare tra i tifosi il timore di non poter partecipare al Campionato di serie D.

A tranquillizzare subito i tifosi, però, il Consigliere Ripepi: “State tranquilli, perché la nostra società è già iscritta in serie D e giocherà il Campionato! Qui la questione è un’altra e riguarda il Comune di Reggio Calabria!”.

“Sicuramente è legittima la preoccupazione nei confronti della squadra, ma piuttosto che chiedere spiegazioni o ragioni a me, avreste dovuto chiedere al sindaco!” – ha spiegato Massimo Ripepi che, in qualità di Presidente della Commissione di Controllo e Garanzia, è tenuto a controllare che gli amministratori svolgano il loro dovere doviziosamente.

“Ho semplicemente fatto il mio lavoro! E mentre andavo a chiedere l’accesso agli atti, dove i primi documenti che mi dovevano essere consegnati erano l’atto amministrativo di assegnazione e il relativo verbale, mi sono ritrovato in una situazione dove, questi atti non si trovavano!” – ha spiegato Ripepi – “Io che sono un pubblico ufficiale non devo poi denunciare le incongruità che riscontro?! Ovviamente, spero vivamente che questo atto si trovi lunedì, con tanto di protocollo dei giorni scorsi!”

Durante la diretta, il Consigliere ha inoltre denunciato l’assenza, tra i documenti che gli sono stati consegnati, della lettera di trasmissione ufficiale secondo cui il Comune comunicava alla Fenice Amaranto che aveva vinto il bando. Altro documento importante, senza il quale, sembrerebbe che la società non sia titolata ad andare avanti.

“ABRACADABRA SIM SALA BIM! Compariranno questi documenti? Ci sarà ostruzionismo? L’esposto alla Procura, lo presenterò solo se, dopo aver controllato tutti i documenti lunedì mattina, emergerà qualche ennesima incongruenza.” – ha concluso Ripepi, visibilmente preoccupato per la questione – “Non possiamo permettere, per paura di ripercussioni sulla Reggina, ai nostri amministratori di fare quello che gli pare. Lunedì vi aggiornerò su quanto succederà. Che Dio benedica Reggio Calabria!”.

VeritasNews24 è un Quotidiano Online Registrato al Tribunale di Reggio Calabria n°7 del 28/09/2015

Editrice di VeritasNews24 è la TXT Soc. Coop. Soc.

sita a Reggio Calabria in Via Trapani Lombardo, 35 – 89135 – Reggio Calabria

contatti

REDAZIONE@VERITASNEWS24.IT   –    0965.371156

©2021 veritasnews24 – tutti i diritti sono riservati – SITO WEB REALIZZATO DA TXT COMMUNICATION