Skip to content

REGGIO – Seconda riunione di controllo beni confiscati: niente maggioranza, niente Nancy Iachino e niente documenti

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

Erano soltanto 27, le realtà confiscate di cui tenere traccia. Ma la Commissione Controllo e Garanzia, svoltasi nella prima mattina di ieri, ha evidenziato il totale sfasciume di un archivio, arronzato alla meno peggio, da cui nemmeno le 14 carpette faticosamente estratte, tra le difficoltà obiettive, e il tifo contrario della maggioranza, risultano corredate dei documenti relativi al controllo dei beni.

Ed era già colossale l’assenza, nello stesso regolamento di Controllo, della clausola sul conflitto di interessi, misteriosamente vaporizzata nel regolamento rivisto durante il periodo Iachino. Il futuro ci dirà se e quanto sia stata velleitaria l’esortazione di carattere etico, nei confronti dei componenti di maggioranza, a dichiarare un’eventuale partecipazione presso un’associazione interessata.

Sciatteria (a ben pensare) che il consigliere Massimo Ripepi, in veste di Presidente della Commissione, aveva ravvisato fin dallo scorso marzo, individuando nella ex delegata, Nancy Iachino, la responsabile, puntualmente assente, allora come oggi e ad ogni commissione.

A rimanere, sull’orlo di una crisi di nervi, assenti i due colleghi acciaccati, l’architetto Cardona, per giunta neo arrivato, che fa capolino da sotto la frana di lavoro arretrato per ricordare l’impossibilità materiale di adempiere completamente alle mansioni settoriali.
Da qualche parte sepolto, giace anche il Principio di Continuità Amministrativa invocato dalla consigliera Iatì.

Si diceva che delle 27 proprietà destinate a finalità sociale e delle 22 con finalità di lucro, sono state sottoposte all’attenzione dei consiglieri soltanto 14 carpette, senza i 13 documenti di rilevante importanza, contemplati dal Regolamento per ogni bene confiscato. Per completezza, li indichiamo punto per punto: Delibera di assegnazione, Contratto delle attività da svolgere, Polizza assicurativa, Autorizzazione per espletamento delle attività, Documentazione di sicurezza dei lavoratori, Ricevute spese ed utenze, Elenco soci e amministratori, Trasmissione annuale dell’elenco del personale impiegato
Bilanci, Monitoraggio annuale, Relazione dettagliata semestrale, Foto comprovanti, Informazioni prefettizie.

Oltretutto, sfogliando l’archivio, la consigliera di “Impegno e Identità” riesuma una nota del 2017 nella quale affiora – anzitutto – la difficoltà nel reperimento dei dati; da tale appunto si evince una responsabilità disattesa, al netto di continue e sterili richieste di monitoraggio di elementi addirittura precedenti, risalenti al 2012, accolte formalmente, ma mai, in effetti lavorate.

Diversamente dalla precedente seduta, questa mattina la maggioranza ha dato il proprio contributo in termini di polemica sulla modalità di svolgimento della Commissione, giudicata eccessivamente meticolosa dai consiglieri Versace e Latella, in continuo alterco con la Iatì,. Polemiche che se non fossero state mosse da puro ostruzionismo, non sembrano comunque di buon auspicio per una gestione futura meno approssimativa della cosa pubblica.
Dopo una graduale fuoriuscita, anche l’ultimo esponente del centrosinistra, Nino Zimbalatti, ha abbandonato la Commissione, poco prima del risvolto decisivo dell’incontro, terminato effettivamente un’ora dopo.
La montagna partorisce il topolino. Dei 13 punti di sopra menzionati ciò che si riscontra è la sola presenza di un residuo, poche irrilevanti lettere di corrispondenza instituzionale.

Alla Commissione non rimane che rinviare a nuova data (presumibilmente fine agosto) nella speranza che spuntino le carte necessarie a concludere l’indagine conoscitiva.
Una storia infinita che sembra iniziare ad appassionare anche la Prefettura, che sul tema ha avviato una serie di quesiti.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

VeritasNews24 è un Quotidiano Online Registrato al Tribunale di Reggio Calabria n°7 del 28/09/2015

Editrice di VeritasNews24 è la TXT Soc. Coop. Soc.

sita a Reggio Calabria in Via Trapani Lombardo, 35 – 89135 – Reggio Calabria

contatti

REDAZIONE@VERITASNEWS24.IT   –    0965.371156

©2021 veritasnews24 – tutti i diritti sono riservati – SITO WEB REALIZZATO DA TXT COMMUNICATION