Skip to content

Ripepi: “Il re delle poltrone e dei bulloni Giuseppe Falcomatà impari da Stefano Bandecchi!”

Dopo le inaspettate dimissioni da Sindaco di Terni di Stefano Bandecchi e dopo le promesse politiche scambiatesi con Massimo Ripepi presso il Teatro Cilea, in quell’oramai famoso 20 Gennaio, ecco che tutti si sono chiesti: “Ed ora?”

E a rispondere alla domanda, non si è fatto attendere il Consigliere reggino che, stasera in diretta su Facebook, ha espresso il suo parere e chiarito la sua posizione in merito alle dimissioni di Bandecchi.

*Ripepi: “Dimissioni appropriate. Falcomatà impari da Bandecchi!”*

“Dimissioni a mio avviso assolutamente appropriate.” – ha esordito Ripepi – “Bandecchi non è Falcomatà. Facciamo un un parallelismo tra i due. Mentre il Sindaco reggino, nonostante abbia lasciato la Città in una situazione di stallo per due anni e in mano a due facenti funzioni non influenti politicamente; nonostante la maggioranza lo abbia abbandonato disertando un Consiglio comunale; nonostante abbia voluto cambiare gli assessori che lui stesso ha vantato per aver portato a termine i compiti assegnati, è rimasto imbullonato alle poltrone. Al contrario Bandecchi, appena ha notato che c’erano delle crepe all’interno della sua maggioranza e del suo partito (problemi di gran lunga inferiori rispetto a quelli della Giunta reggina) immediatamente ha presentato le sue dimissioni: esattamente come dovrebbe fare ogni sindaco per il bene della propria Città! Così fanno quelli che non sono attaccati alle poltrone.”

 

“Dimettendosi, Bandecchi, ha dato così il senso ai suoi consiglieri e ai membri del partito di Alternativa Popolare di Terni, che le cose si possono cambiare nella Città solo se c’è una maggioranza unita e coesa attorno al sindaco, altrimenti non ha senso continuare!” – ha spiegato Ripepi – “Se si genera un processo di blocco nella maggioranza che deve prendere decisioni importantissime allora la logica che si cela dietro le dimissioni assumono un grandissimo significato: così ora Bandecchi ha 20 giorni per risolvere la questione con i propri consiglieri comunali, dopodiché si deciderà se tornare al voto o meno. Tutto per il bene della Città.”

*Ripepi: “Dimissioni a sindaco di Terni? Non c’entrano nulla con Rivoluzione Rheggio!”*
“Che c’entrano ora le dimissioni a sindaco di Terni di Bandecchi con il progetto politico di Massimo Ripepi?” – ha puntualizzato il Consigliere d’opposizione – “Il progetto Rivoluzione Rheggio andrà avanti, insieme ad Alternativa Popolare e vinceremo sia le europee che poi anche le comunali!”

*Ripepi su Cateno De Luca: “Invidioso di Bandecchi!”*

Ripepi ha poi fatto un breve appunto sulle dichiarazioni rilasciate da Cateno De Luca: “Mi dispiace molto invece delle dichiarazioni di De Luca. Lo stimo molto, è un mio amico e avevamo anche iniziato insieme un ragionamento politico precedentemente. Ma quello che ha detto oggi, in una diretta a mio avviso sconclusionata, è frutto di una gelosia fisiologica che Cateno ha perché l’immagine di Bandecchi a livello nazionale è molto più forte della sua, che invece ha una collocazione molto più locale. Oggi non l’ho riconosciuto e secondo me ha toppato, ma rimane un amministratore rivoluzionario: così come lo è Bandecchi. E per cambiare le cose servono soggetti così.”

“Se non si ritrova l’etica nella politica andrà tutto a rotoli. servono uomini di buona volontà per salvare la nostra meravigliosa città.” – ha concluso Massimo Ripepi.

VeritasNews24 è un Quotidiano Online Registrato al Tribunale di Reggio Calabria n°7 del 28/09/2015

Editrice di VeritasNews24 è la TXT Soc. Coop. Soc.

sita a Reggio Calabria in Via Trapani Lombardo, 35 – 89135 – Reggio Calabria

contatti

REDAZIONE@VERITASNEWS24.IT   –    0965.371156

©2021 veritasnews24 – tutti i diritti sono riservati – SITO WEB REALIZZATO DA TXT COMMUNICATION